Francia costa atlantica in camper: da l’ Ile d’ Oleron a Bordeaux

Percorrere la costa atlantica francese in camper vuol dire lasciarsi ammaliare dai grandi spazi, dalla sabbia dorata, il mare impetuoso, le spiagge infinite, dalle alte dune, le immense foreste e i rossi tramonti.

Nel mese di settembre abbiamo deciso anche noi di assaporare tanta bellezza, partendo però da nord, poco sopra Bordeaux, e tra viali alberati e campi di girasoli siamo giunti sino all’ ILE D’ OLERON, la più grande isola della costa francese atlantica.      Rinomata per le sue belle spiagge, si ha la scelta di camminare o andare in bicicletta, fare gite in barca o molte attività sportive.

Ma anche le otto città in essa offrono molti spunti per una visita.  Ad esempio Saint-Trojan-les-Bains, località turistica tra spiaggia, pineta, il porto di ostriche e le caratteristiche baracche colorate.

  La cittadina di Chateau d’Oleron si trova alla fine sud-est dell’isola di Oléron; Richelieu ordinò la costruzione della  imponente cittadella fortificata, iniziata nel 1630 sui resti del vecchio castello medievale.  Il mercato la Domenica poi attrae persone da tutta l’isola e la terraferma.  

Parcheggio con posti riservati ai camper dalle 6.00 alle 23.00.  Gps 45°53’15.0″N 1°11’37.9″W

Camping Les Remparts – Boulevard Philippe Daste,  Le Chateau d’Oleron – Tel.: +33546476193 – Apertura annuale – centro a 500 metri – un po’ datato ma a buon prezzo – Gps 45°53’22.6″N 1°12’00.4″W

Photo © Laurent Gervaise

Piccola località balneare affascinante tra mare, paludi e vasta pineta, Le Grand-Village-Plage  è piena di tesori insospettati, tra cui naturalmente le spiagge, tra le più belle dell’isola di Oléron.  

 Poi c’ è la Casa Paysanne, costruita negli anni ’70 con materiali tradizionali e oggetti in famiglia “piaillés”. restaurata per lasciare alle generazioni future “il ricordo di una di quelle vecchie case dove i loro antenati sono nati” (riaprirà nel 2018).

Camping-Club Les Pins – 6 Allée des Pins,  Le Grand-Village-Plage – tel. +33 5 46 47 50 13 – un solo cane ammesso per piazzola – Apertura 15 marzo-15 novembre – Gps 45°51’43.5″N 1°14’26.1″W

CAMPING MUNICIPAL D’ORLY – 18 Route de la Giraudière,  Le Grand-Village-Plage – spiaggia a 1,5 km – animali ammessi – tel . +33 5 46 47 52 25 – Apertura 1/04 – 30/10 – Gps 45°51’26.4″N 1°13’49.3″W

Andate al piccolo villaggio di Port Salines, dove si può vedere nelle sere d’ estate il Saunier raccogliere il sale; seguirne poi la produzione, la conservazione e la vendita.

Quindi al di là dei luoghi più prestigiosi, non esitate a avventurarvi in luoghi meno turistici, visitando  molti altri villaggi tipici, scoprendo la vita dei pescatori, come le loro case con le persiane verdi o blu.    

A SAINT TROJAN LES BAINS – PARCHEGGIO GRATUITO 10 camper – Rue Marie Curie,  St. Trojan les Bains – vicino al porto e ufficio del turismo – allevamento ostriche – Gps 45°50’37.5″N 1°12’33.4″W

foto di Mauro Fresia

Bisogna arrivare poi sino al faro Chassiron a nord dell ‘isola, messo in funzione il 1 ° dicembre 1836, che ha un’altezza di 46 m e 224 gradini, aperto ai visitatori tutto l’ anno.

Nel parcheggio è vietato pernottare. L’area di sosta più vicina indicata è a St.Denis d’Oleron, distante Km. 4,5.

AREA SOSTA A PAGAMENTO – Route des Seulières,  St. Denis d’Oléron – ottimo posto [ex campeggio] erba e sabbia – ombreggiato – 11 euro con servizi – doccia calda – spiaggia a 1 km – Gps 46°01’39.8″N 1°23’00.3″W

Poco più oltre, in località Les Brée les Bains, si trova una comoda sosta gratuita presso l’azienda vinicola  gestita da Isabelle e Maxime Pinard (può essere piacevole, ma non obbligatorio, acquistare poi da loro qualche bottiglia di buon vino o del miele pregiato). Tél. : 05-46-36-04-25 GPS : 46°00’07,70”N  1°21’39,00”O

Si può proseguire poi alla spettacolare Plage de Bonnes, a Saint George d’ Oleron, oltre l’abitato di Les Sables Vigniers.        

Molti i divieti e le sbarre che troverete in tutta l’ isola, questa è la prima spiaggia in cui si riesce ad accedere direttamente con il camper. imboscandosi nel parcheggio che si articola tra le dune; per noi che siamo abituati alla sosta libera questa isola veramente ci sta un po’ stretta !!    Gps 45°57’48.6″N 1°23’01.7″W

foto tratta da http://www.campings-atlantique.com

Altra bella spiaggia è Plage des Sables Vigniers che ha un bela campeggio a 300 metri – Camping des Sables Vigniers Plage – 453 Rue de la Chardonnière(Sab-VI),  Saint-Georges-d’Oléron – tel +33 5 46 76 52 31 – Apertura 1/04 – 31/10 – Animali ammessi – Gps 45°57’34.4″N 1°22’56.3″W           Comunque molta è la scelta di campeggi  in tutta la grande isola.

Lasciamo l ‘isola e ripercorrendo il lungo ponte che la collega alla terra ferma ecco spuntare dall’ acqua FORT LOUVOIS,   costruito da VAUBAN su una roccia sommersa nel 1691.    La sua visita è possibile solo in alcune ore della giornata proprio a causa delle maree. Fenomeno suggestivo che si ripete due volte al giorno. Decidiamo di sostare per la notte nei pressi del porto per goderci questo spettacolo – coordinate 45°51’18.4″N 1°10’07.0″W (wi-fi gratuita del ristorante).             Infatti al mattino guardando il  Forte ci ritroviamo di fronte una stradina tra le acque spuntata dal nulla,  fenomeno delle maree da noi visto proprio qua per la prima volta che ci ha fortemente colpiti.

Camping Municipal La Giroflée – Fief de Bonnemort, Bourcefranc le Chapus -Aperto: 1/5 – 1/10 – Tel.: +33546850643 – 2 km dal centro – su spiaggia – Gps 45°49’53.2″N 1°09’03.4″W

Scendendo verso sud sulla D25 troviamo LA COTE SAUVAGE, la costa selvaggia, con le sue meravigliose spiagge dove il fenomeno delle maree in questo periodo è ancor più evidente ed affascinante.

Peccato sia un po’ difficoltoso fermarsi per mancanza di zone di sosta adeguate se non per le auto, inoltre la notte è assolutamente vietato fermarsi in tutta la foresta, potreste essere svegliati dalla gendarmeria.     Quindi se volete ammirare queste spiagge selvagge potete farlo di giorno, al  PARKING DU VIEUX PHARE La Tremblade, D25 – Gps 45°42’28.5″N 1°14’00.4″W

CHE MERAVIGLIA !!!!! Che corse si sono fatti i miei cuccioli……

Nelle vicinanze del faro, tra l’estuario della Gironda e l’Oceano Atlantico,  c’ è  questo camping nella natura ma ben attrezzato – Yelloh village Camping Parc de la Cote Sauvage – Coubre la Tremblade Forest, Camping de la Côte Sauvage,  Les Mathes – Telefono: +33 5 46 22 40 18 – Un parco acquatico di 500m², piscina interna riscaldata e uno spazio balneo-terapia – diversi percorsi ciclabili – Aperto dal 07/04/2017 al 17/09/2017 –  Gps 45°41’49.9″N 1°13’45.6″W

foto tratta da http://www.yellohvillage.it

Proseguiamo ed attraversando LA PALMIRE restiamo colpiti dagli animali che si intravvedono dalla strada dentro LO ZOO, soprattutto dai colori intensi dei fenicotteri, e dalle belle ambientazioni.     Immerso nel cuore di una pineta di 18 ettari, lo zoo di Palmyre è oggi uno dei luoghi più popolari di Charente-Maritime.     Nel corso dei sentieri ombrosi che si snodano attraverso la pineta, oltre 1.600 mammiferi, uccelli e rettili , che rappresentano 115 specie si possono contemplare in un ambiente adatto alla biologia di ciascuno.         Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 19 dal 1 ° aprile al 30 settembre e dalle 9 alle 18 il resto dell’anno.

Indirizzo : 6 Avenue de Royan – LA PALMYRE – LES MATHES

AREA SOSTA MUNICIPALE – Avenue de l´Atlantique, La Palmyre – A PAGAMENTO 10 euro con carta bancaria (camper gratis 30/11-01/02) + servizi acqua 4 euro – Buona posizione a soli 5 minuti a piedi dalla spiaggia e ci sono  buone piste ciclabili  lungo la costa e attraverso le zone boschive – Gps 45°41’29.7″N 1°11’20.8″W

AREA SOSTA LA PALMYRE – Boulevard de la Plage,  La Palmyre – A PAGAMENTO con carta bancaria 10 euro + servizi acqua 4 euro – gratis nel mese di dicembre e gennaio – dietro le dune e vicina al mare – Gps 45°40’58.3″N 1°10’45.9″W

A seguire Avenue de la Palmyre verso Saint-Palais-sur-Mer è un lungo tratto di strada dove ci sono diversi parcheggi gratuiti dai quali si accede poi alle dune e alle spiagge selvagge ma sempre solo di giorno.

 ROYAN è una località balneare storica, ma rimane pur sempre  una grande città.    Essa ha  anche un patrimonio architettonico unico, composto da ville della Belle Epoque e monumenti emblematici della ricostruzione degli anni 50: Notre Dame, Trocadero, il mercato centrale.

Da qui partono anche i traghetti che attraversano la foce della Gironda ed arrivano a le Verdon.

Una spiaggia favolosa subito dopo è a Saint George de Didonne, dove troviamo indicazioni nel 2013 per ben 3 sosta camper a pagamento: 1) PARKING MAUDET  stazionamento e servizi – 2)PARKING GILLET stazionamento – 3) PARKING FRONT DE MER stazionamento 

E ancora un’ area sosta – a pagamento 6 euro – no servizi – Rue du Port,  St. Georges de Didonne – Gps 45°36’01.8″N 1°00’25.3″W

Costeggiamo il fiume fino ad arrivare a BLAYE, dove Ia Garonne e Ia Dordogne si incontrano e si uniscono formando un unico grande bacino Ia GIRONDE che sfocera nell’ oceano.   Sostiamo sotto le mura della Cittadella di Blaye, un complesso militare edificato nella seconda metà del XVII secolo ad opera dell’architetto militare François Ferry, su progetto e con la supervisione del Vauban.     L’interno è concepito come una vera e propria città chiusa, che si snoda attorno ad una piazza d’armi, di un convento e numerose caserme.

PARKING DE LA CITADELLE  – 3 euro con carta bancaria – no servizi – autobus per Bordeaux –  Aperto: 1/5 – 30/9 – Gps 45°07’32.0″N 0°39’57.6″W

A soli 15 km dopo a BOURG SUR GIRONDE possibilità di servizi presso il CAMPING DE LA CITADELLE  – Rue du Roc,  Bourg sur Gironde – Gps 45°02’18.8″N 0°33’39.4″W    

Ed eccoci nei pressi di BORDEAUX, città che oltre ad essere molto bella è la capitale della regione dove viene prodotto l’omonimo vino, tra i più famosi al mondo.  Essa conta  più di 350 edifici classificati come monumenti storici.   

Ricordiamo:La Cattedrale di Sant’Andrea di Bordeaux, situata in Place Pey-Berland e la Basilica di San Michele dichiarato Monumento storico dal 1846.

Oltre al gioiello di Place de la Bourse (XVIII secolo), emblema della città, se ne trova un altro: il quartiere Saint Pierre, cuore della città vecchia, pieno di viette caratteristiche.    Dal 2006, Bordeaux vanta la più vasta superficie riflettente composta d’acqua (3450 m2), da cui deriva appunto il nome “Specchio d’acqua”.

Poi c’ è l’ imponente PORTE CAILHAU,  costruita nel 1494, alta 25 metri che faceva parte delle mura della città.       Non dimentichiamo il ponte di Pietra (in francese Pont de pierre) sulla Garonne è stato costruito tra il 1810 e il 1822 e su cui ci passano anche i tram.

CAMPING LE VILLAGE DU LAC – Boulevard Jacques Chaban-Delmas,  Bordeaux-Bruges – Camper (2 persone incl. tasse): € 22,00 / € 34,00 – Aperto tutto l’ anno – Tel.: +33557877060 – 6 km al centro città – ciclabile – oppure bus e tram – Gps 44°53’52.5″N 0°34’58.1″W

Verdon sur Mer, Fort du Verdon, Il faro di Cordouan, Hourtin Plage, Lac d’ Hourtin, Lacanau, Plage du grand Crohot  (Lège-Cap Ferret), sono tutte zone nel giro di 100 km che meritano una visita, quindi speriamo anche noi di tornarci per conoscerle.

Stavolta abbiamo puntato subito verso Arcachon e le Dune du Pilat, ma questo lo leggerete nella seconda parte dell’ articolo sulle nostre vacanze nella Francia Atlantica.

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *