La Camargue in camper: una terra dal fascino unico.

La Camargue è una zona lagunare nel sud della Francia che suscita sempre un fascino inspiegabile. Forse perché metà del territorio è un parco naturale che si estende intorno al Rodano, ma forse anche per la varietà dei villaggi, la gente ospitale, l’ influenza gitana.    Ma sicuramente anche per le sue tradizioni popolari ancora molto forti, come l’ Abrivado e la festa gitana che si tiene a fine maggio.    E non dimentichiamo gli allevamenti di tori e cavalli liberi nei grandi campi , o i fenicotteri rosa nelle saline !!

Insomma un panorama così vario e ricco, che ogni giorno dipinge un quadro diverso e indimenticabile !!

Continuerei il percorso da dove siamo rimasti con gli altri articoli sulla Costa Azzurra, quindi dopo Cassis, superando Marsiglia e rimanendo sulla costa, ecco che possiamo fare una deviazione e scendere sempre lungo la D9 fino a CARRO, un bel paesino di pescatori con una area sosta fronte mare, mercatino del pesce tutte le mattine.       Ha una sua piccola spiaggia, ma se volete una spiaggia più grande proseguite di poco, magari in bici o con lo scooter sino a Couronne Plage.   In agosto sicuramente molto affollata sia l’ area che la zona.

CARRO – Quai Jean Vérandy – Area sosta a pagamento con servizi gratuiti  -Fronte mare spesso ventoso- in estate molto affollata – arrivo ogni giorno di pesce fresco al porticciolo –  Gps 43°19’45.5″N 5°02’25.8″E

MARTIGUES merita una visita; questo villaggio delizioso è chiamato la Venezia della Provenza e si affaccia sulle rive dell’Etang de Berre.    Rimarrete incantati dalla bellezza dei suoi canali e delle isolette con le case dei pescatori dai tenui colori pastello e le barchette ormeggiate che ondeggiano tranquille.

Tutti gli anni a settembre vi invita a scoprire “Les Flâneries au Miroir”, più di 160 in costume, simbolo dell’arte e della bellezza veneziana, provenienti dalla Francia e dell’Europa.

foto Denis Masson

Purtroppo non ci sono aree o campeggi – bisogna cercare qualche parcheggio tra quelli delle auto nei viali  o vicino al porto.  Oppure dall’ area sosta di Carro c’ è bus di linea (si arriva in 20 minuti) Superiamo Port de Bouc e Fos sur Mer per andare su una bellissima spiaggia a PORT SAINT LOUIS, Plage de Napoleon.  Il camper è direttamente sulla spiaggia e alla sera negli stagni circostanti potrete ammirare cigni e fenicotteri rosa……cosa volere di più!!!   Gps 43°21’11.5″N 4°52’43.3″E

Questa è una spiaggia dove i camper nonostante in realtà ci sia un cartello con divieto sono assolutamente tollerati; luglio-agosto si paga 2-3 euro al giorno per parcheggiare. Attenzione per la notte meglio indietreggiare pare che, anche se raramente, a volte il mare potrebbe di colpo risalire e inondare la spiaggia.

Noi per la sera ci siamo spostati in un parcheggio a Port Saint Louis lungo il Rodano dove abbiamo trovato altri camper , ma pare non sia aperto tutto l ‘ anno quindi dovete verificare. Gps 43°23’00.6″N 4°48’25.7″E

Altrimenti AREA SOSTA a pagamento con carta bancaria – servizi (Per fare solo service ed avere l’acqua, si deve pagare –  il codice di accesso è sul biglietto)- Avenue de la premiere DFL,  Port St. Louis du Rhone- al porto lungo la zona industriale sul Rodano – centro a 1 km – non è granchè ma al limite per una notte !! – 43°23’03.4″N 4°49’08.8″E

Da qui per giungere nel cuore della Camargue potete. per attraversare il Rodano, prendere il BAC DE BARCARIN ( il costo camper era di 5 euro) scendendo a SALIN DE GIRAUD.

Altrimenti bisogna fare tutto il giro passando da ARLES.

Da Salin de Giraud se volete trovare il paradiso proseguite verso il mare per una quindicina di km costeggiando le saline sino a la PLAGE DE PIEMANSON.  Gps 43°21’02.0″N 4°47’01.1″E

Qua vi trovate su una distesa di sabbia infinita, in assoluta libertà, circondati dalla natura, dove potrete godere di magnifici tramonti e dei fenicotteri che alla sera si posano negli acquitrini circostanti.   Quanto ci è sempre piaciuto questo luogo!!

Dovete sapere che sino all’ estate 2015 era possibile sostare col camper direttamente sulla spiaggia nella zona di sabbia battuta; purtroppo l’ abuso fatto dagli abitanti che posizionavano da aprile a fine settembre roulotte e casupole in legno devastando il panorama, ha fatto sì che fossero presi dei provvedimenti in merito, per cui dall’ estate 2016 si può godere sempre della spiaggia, ma i mezzi devono restarne fuori, in un parcheggio adibito a loro…..ma NON è PIU’ POSSIBILE RESTARE LA NOTTE (anche se i  camper si fermano lo stesso fuori alta stagione) !!

Stanno creando dei parcheggi a fianco la spiaggia; inoltre a Saline de Giraud c’ è un’ area sosta che sarà ampliata e forse si pensava anche ad un campeggio…..staremo a vedere nel tempo!!    In ogni caso è un posto così magico che vi consiglio almeno una sosta ……anche se dovete fare attenzione che ogni tanto soffia il Mistral e quando arriva soffia veramente forte.

foto di Renzo Lesica

AREA SOSTA gratuita –  Rue de la Bouvine, Salin de Giraud –  servizi (per acqua gettoni a la Mairie oppure ufficio di tabac Jean-Michel Linard in Boulevard de la Gare 25) – poco più di dieci posti – Gps 43°24’44.8″N 4°43’51.9″E

NUOVO PARCHEGGIO riservato ai camper – Boulevard des Arenes,  Salin de Giraud – gratuito – centro a 1 km – Gps 43°24’46.4″N 4°44’10.7″E

Lasciamo il mare e rientrando passiamo da ARLES.          E’ una cittadina molto vasta, ma i monumenti più importanti in realtà sono a pochi passi l’ uno dall’ altro, nel centro storico come l’ Arena, il Teatro Romano e la Chiesa Saint Trophime.        

I vari caffè colorati, il lungo fiume su cui si affacciano vecchie case e le piazzette affollate sono stati d’ ispirazione a molti dei quadri di Van Gogh.

AREA SOSTA a pagamento (5 euro dalle 20 alle 8) +  servizi gratuiti – in QUAI DE TRINQUETAILLE ma accessibile solo da AVENUE DE LA CAMARGUE – Gps 43°40’37.2″N 4°36’57.2″E 

CAMPING CITY – Route de Crau 67,  Arles – Aperto: 1/3 – 30/9 – ombreggiato – piscina – centro a 1,5 km – Tel.: +33490930886  – Gps 43°40’10.7″N 4°38’39.4″E

A 4 km da Arles vi segnalo l’ ABBAZIA Benedettina DI MONTMAJOURS, fondata nel 948.   Nei secoli divenne un luogo di pellegrinaggio e una necropoli dei Conti della Provenza.     Classificata Monumento Storico di Francia a partire dal 1845, oggi Montmajour appare formata da un eremo (XI secolo), da un monastero di tipo medioevale (XII secolo), da una torre di vedetta (XIV secolo) e da un monastero classico (inizio XVIII secolo).   PARCHEGGIO 43°42’22.7″N 4°39’52.2″E

Non lontana vi segnalo una bella area sosta ombreggiata, bei spazi e con servizi a FONTVIEILLE – (forse terreno non idoneo se piove) si paga con carta bancaria – paese a 500 metri – vicino a sito archeologico e a due passi dal Mulino di Daudet. 43°43’10.4″N 4°42’41.1″E

Torniamo sulla costa e al cuore pulsante della Camargue, SAINTES MARIES DE LA MER.          Un piccolo reticolo di case bianche intorno a una meravigliosa chiesa romanica, un lungo mare spazzato dal vento, gitani pittoreschi che si aggirano nelle piazzette con chitarre e cappelli neri(soprattutto verso fine maggio quando c’ è la loro festa) , e tanti ristorantini in cui assaggiare le prelibatezza della regione, insomma un paese dal grande fascino.

__________________________________________________

E poi percorsi in mezzo la natura da fare a piedi, in bici magari fino al faro, oppure in sella ai meravigliosi cavalli bianchi tipici della zona, il tutto ovviamente soprattutto in estate, ma molti riscoprono il fascino anche del mare d’ inverno.   Attenzione in certi periodi soffia anche qua il Mistral un vento molto forte.

FESTIVAL DE L’ ABRIVADO – Ogni anno per 11 novembre , il Festival Abrivado riunisce oltre 200 “guardians” e 1.000 cavalli provenienti da tutta Provenza a partecipare a questa festa sulle spiagge di Saintes Maries, eccezionalmente aperte ai cavalieri per quel giorno.        Il festival giubilante inizia intorno una colazione gratuita sulla spiaggia, poi alle ore 11, la campana fa partire cavalieri e tori. La colonna Abrivado esegue il percorso tradizionale della spiaggia Est sino all’ arena est Saintes Maries, per una distanza di 6 km.

I “guardians” con i loro cavalli bianchi della Camargue portano i tori dalla spiaggia all’ Arena – foto di Agnese Zocca

AREA SOSTA Plage Est – a pagamento (13 euro nel 2016)- Rond Point de la Vallee des Lys,  Saintes Maries de la Mer – servizi – fronte mare e non lontana dal centro – no ombra – Gps 43°27’13.1″N 4°26’12.6″E

CAMPING DE LA BRISE – Rue Marcel Carrière,  Saintes Maries de la Mer – (a fianco area sopra indicata) – Aperto tutto l’ anno (chiude dopo Epifania per breve periodo) – centro a 500 m. – Tel.: +33490978467 – Gps 43°27’20.7″N 4°26’10.1″E

Il campeggio de la Brise da poco ha riservato una parte come area sosta – non ho molte altre indicazioni al momento in merito.

Altra AREA SOSTA Plage Ovest – a pagamento (13 euro nel 2016)- D38,  Saintes Maries de la Mer – servizi – centro a 2 km – fronte mare – no ombra – Gps 43°26’59.9″N 4°24’14.5″E

________________________________________________________________

CAMPING DE LA CLOS DU RHONE – sempre zona ovest – fuori paese – Route d’Aigues Mortes,  Saintes-Maries-de-la-Mer – Piscina -su spiaggia – Telefono: +33 4 90 97 85 99 – Apertura 31/03/17 al 01/11/17 – Gps 43°26’57.2″N 4°24’05.0″E

AREA SOSTA a pagamento (13 euro)- servizi – A l’entrée route d’Arles, au rond-point Fourcade – inizio paese non su spiaggia – su asfalto – no ombra – Gps 43°27’21.5″N 4°25’39.6″E

Un’ altro appuntamento fisso a Saintes Maries de la Mer è al 24-25 maggio per la FESTA DEI GITANI, infatti si celebra la festa di Santa Sara loro patrona.  Una festa ovviamente fatta di abiti dai colori sgargianti, musiche gitane, un insieme di tradizioni provenzali e spagnole, bianchi cavalli, corride e tanto altro, il tutto in puro stile “zingaro”.

Il rituale inizia con la processione della statua della santa scortata fino al mare da gitani e cavalieri della Camargue in sella ai loro bianchi cavalli.    Si prosegue per tutta la notte, coinvolgendo tutti con canti e balli accompagnati da chitarre e violini che fanno da sottofondo a questi giorni di festa, il tutto nella meravigliosa cornice della Camargue.

    Da non perdere poi IL PARCO ORNITOLOGICO DELLA CAMARGUE , sulla RD 570 a Pont de Gau,  5 km da Les Saintes-Marie de la Mer. PARCHEGGIO 43°29’17.5″N 4°24’15.5″E

Aperto tutti i giorni dell’anno, il parco ornitologico di Pont de Gau è il luogo ideale per scoprire, guardare e fotografare molte specie di uccelli, tra cui centinaia di fenicotteri nel loro ambiente naturale.     Oggi il parco è di 60 ettari e più di 7 chilometri di passeggiate nella natura incontaminata e di una vicinanza senza pari agli uccelli.

Il tempo di visita dipende dalla scelta di piste, da considerare una media di 1 ora / 1:30 ; i cani non sono possono entrare per non disturbare gli animali del parco.     I biglietti d’ingresso (pagamento in contanti) sono validi per tutto il giorno e permettono di personalizzare la visita in base al vostro programma.    Picnic sono ammessi.      Sito http://www.parcornithologique.com/fr/la-visite/le-plan.html

Per visitare il parco, non è necessario prenotare i biglietti in anticipo, si può prendere in loco al momento dell’arrivo e si può affittare il binocolo.     

L’accoglienza del parco è aperto tutti i giorni (eccetto il 25 dicembre):

Dal 1 °  aprile al 30 settembre dalle 9 alle 19
Dal 1 °  ottobre al 31 marzo dalle 10 alle 18

Dopo 30 km trovate AIGUES MORTES, una cittadina interamente circondata da alte mura con negozietti tipici.

Quelle che vedete rosa nell’ immagine sono le saline che si possono scoprire anche a bordo di un trenino (a pagamento).

La città di Aigues-Mortes sembra una vera e propria fortezza medievale, con ben 1634 metri di mura, porte fortificate, venti torri e un camminamento di ronda. La Torre di Costanza, la più alta della città (30 metri) nonché ex prigione, offre dalla propria terrazza uno splendido panorama delle distese della Camargue.            Si raccomanda la visita di Place Saint-Louis, dentro le mura, in cui si trovano una fontana sormontata dalla statua del santo re di Francia, ristoranti con tavolini all’aperto e molti negozi.

Mercati settimanali il mercoledì e la domenica mattina durante tutto l’anno.

Per coloro che vogliono godere di una vista panoramica delle paludi della Camargue, quindi visitare la vecchia strada di Aigues-Mortes. direi che è possibile fare una passeggiata sino alla  Tour Carbonnière, costruita come torre di guardia nel tredicesimo secolo, era una vera e propria porta d’ ingresso alla città.    L’ ingresso è gratuito e possibile tutto l’ anno.

 Dal 7 al 15 e dal 20 al 22 Ottobre 2017 (ma si ripete ogni anno) anche AIGUES MORTES organizza la “FETE VOTIVE”, dove ogni giorno si mescolano cowboy, giovani appassionati di corride e curiosi festaioli.  Tra corse dei tori, Abrivado, sfilate notturne, pranzi, balli, concerti si festeggia sino a tarda sera.

AREA SOSTA A PAGAMENTO con carta bancaria (euro 15,30 nel 2016)- Boulevard Diderot,  Aigues Mortes – servizi – presso le mura della fortezza – chiuso con barriere – centro a 400 metri – Gps 43°33’56.8″N 4°11’45.0″E

AREA SOSTA Les Poissons d’Argent D62, Aigues Mortes – a pagamento (11-13 euro nel 2016) SERVIZI – Aperto: 1/3 – 31/10 – su laghi di pesca – posizione tranquilla – pane e piccolo ristorante di pesce in loco – si possono fare percorsi in bici – centro a 2,5 km – titolari cordiali –  Gps 43°33’48.1″N 4°09’50.3″E

A soli 10 km c’ è LE GRAU DU ROI, un autentico villaggio di pescatori ma allo stesso tempo una cittadina moderna.

Noi di passaggio cerchiamo sempre di fare una sosta.       Bello passeggiare attraversando il ponte levatoio, lungo il canale che va verso il mare, tra pescherecci e negozietti, e poi c’ è una grande spiaggia, una pista ciclabile che vi porta sino al più grande PORTO TURISTICO d’ Europa, Port Camargue.

In paese poi è possibile visitare il Seaquarium che presenta oltre 300 specie di pesci. Dal 2009 il Requinarium, unico nel suo genere in Europa, vanta ben 25 specie di squali.

AREA SOSTA Parking de la Plage – Rond Point de la Plage, Le Grau du Roi – a pagamento (attenzione all’ingresso il prezzo non è chiaro – ma da metà settembre a metà maggio è di 11,60 poi per l’ estate essendo una parte anche parcheggio per auto de l ‘ Aquarama, piccolo parco acquatico, addirittura raddoppia – meglio evitare) – su bella spiaggia – SERVIZI – supermercato 100 m-centro 500 m – Gps 43°32’26.5″N 4°08’00.5″E

L’Espiguette poi è una spiaggia protetta che trovate dalla parte opposta del  paese. Con i suoi oltre 10 km di lunghezza per 700 m di larghezza e le sue dune bianche alte fino a 12 m, questa spiaggia fa sognare.      Le grandi distese di sabbia conferiscono alla Punta dell’Espiguette un vero e proprio aspetto desertico.

Su questa spiaggia si affaccia il CAMPING DE  L’ ESPIGUETTE – Route de l’Espiguette,  Le Grau-du-Roi – TEL +33 4 66 51 43 92 – Aperto dal 1/04 AL 31/10 – Gps 43°30’24.2″N 4°07’40.9″E Può sicuramente ovviare al periodo estivo al posto dell’ area sopra indicata.

Termina qua il nostro viaggio attraverso la CAMARGUE, questa terra veramente magica e unica, ma non terminano qua i nostri  consigli alla scoperta della Francia…….pertanto vi invitiamo a seguirci leggendo i nostri prossimi articoli nel sito !

PER TRASCORRERE  IL PERIODO NATALIZIO IN CAMARGUE vi invito a leggere un altro articolo da noi pubblicato nel blog.

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

15 pensieri su “La Camargue in camper: una terra dal fascino unico.

    1. camper_admin Autore dell'articolo

      ciao come ovunque agosto è pieno – Camargue è un punto molto turistico – come provenza se intendi la costa il mare attira molto – l’ interno che io faccio spesso di passaggio ovviamente meno caotico – Saintes Maries de la mer a volte può anche essere afosa ma comunque ha sempre il suo fascino

  1. old

    excellent post, very informativе. I wondeг why the other specialists
    of this sector dߋ not understand this. You must proceed your writing.
    I’m confident, you’ve a great reаders’ base alгeady!

    1. camper_admin Autore dell'articolo

      Thank really my articles are the result of so much passion and desire to share with others and when they are appreciated I am very happy

      I hope more and more people appreciate my work

  2. Francesca

    Ho scoperto solo oggi il vostro bellissimo sito e ho letteralmente divorato questo articolo sulla Camargue! Bellissimo, davvero! Le indicazioni per le aree di sosta sono preziosissime, grazie davvero per averle condivise!
    Credo che a poco a poco leggerò tutto, prendendo tantissimi spunti per i nostri viaggi!

  3. paintball

    My spouse and I stumbled over here from a different web page and thought I might as well check things out.
    I like what I see so now i’m following you. Look forward to checking
    out your web page yet again.

  4. หี

    My brother reⅽommended I might like this wеЬ site.
    He waѕ entirely right. This post truly mаde my day.
    You can not imagine just h᧐w much time I һad spent
    foг this info! Thanks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *