La Costa Azzurra in camper: da Ramatuelle a Cassis

Seconda parte del nostro viaggio in camper lungo la Costa Azzurra tra villaggi pittoreschi, belle spiagge e conche verde smeraldo,  a partire dall’ entroterra di Saint Tropez, cioè da Ramatuelle sino a Sanary sur Mer.       Di seguito illustrato nella cartina il primo tratto sino a Rayol – Canadel sur Mer.

 A soli 5 km dalle spiagge di Saint Tropez si trova RAMATUELLE, un villaggio tipicamente provenzale, abbarbicato sulla collina, davvero pittoresco, con stradine strette, case fiorite, bistrot tipici e negozietti tra cui la pasticceria che ha creato la TARTE TROPEZIENNE e come non assaggiarla?? Buonissima la consigliamo !   

Si trovano Parcheggi lungo la strada segnalati inizio paese 43°13’01.5″N 6°36’37.0″E (per la notte noi siamo tornati alla sosta BONNE TERRASSE)

Continuando sulla strada che porta a Gassin trovate il vecchio MOULIN DE PAISSAL restaurato in questi ultimi anni.

GASSIN è invece un villaggio medievale su un promontorio roccioso da dove si gode la vista su tutto il golfo di Saint Tropez.  Purtroppo in questo periodo invernale sembrava un paese disabitato con tutti i negozi chiusi.   Ma nonostante questo è venuta la gendarmeria al parcheggio inizio paese  dove abbiamo sostato per la visita per assicurarsi che non ci fermassimo per la notte !!

Continuando sulla costa siamo poi saliti sino a CAP DE CAMARAT e il faro.   E’ un punto strategico sulla baia da dove partono i sentieri lungo la costa dove è possibile scoprire i resti delle batterie di difesa di Napoleone o un Dolmen antica tomba; se amate camminare questo luogo fa per voi.            La strada è assolutamente percorribile, unica cosa lateralmente è percorsa da un fosso che se si incrociano altri veicoli rende difficile spostarsi lateralmente; il parcheggio non è molto grande in piena estate temo si faccia però fatica trovare posto.

Anche PLAGE DE L’ ESCALET è un buon punto da dove partono anche qua diversi sentieri da percorrere lungo la costa per una camminata in mezzo la natura.  C’ è  il divieto camper notturno che viene  tollerato in questo periodo, anche qui in piena estate credo sia impossibile fermarsi.  Proseguendo poi sulla costa verso ovest troverete distese di vigneti con le rispettive aziende.

Strada facendo eccoci a RAYOL – CANADEL SUR MER e il suo giardino mediterraneo.   Il giardino dei mediterranei si guadagna a pieno diritto questo nome, con una collezione di centinaia di piante tipiche del clima mediterraneo, da tutto il mondo.       Il giardino si sviluppa su un ampio promontorio roccioso a picco sul mare. Scalinate e splendidi scorci portano al mare.La tenuta e i giardini sono aperti tutti i giorni dell’anno.         Per noi è stata una sosta notturna di passaggio in un parcheggio inizio paese vicino all’ ufficio del Turismo 43°09’35.8″N 6°28’45.3″E

Proseguiamo lungo la costa per arrivare a Plage CAVALIERE (Le Lavandou); è una conca che ci è piaciuta davvero molto con una grande bella spiaggia.

AREA SOSTA A PAGAMENTO comoda dalla parte opposta della strada (peccato che in questo periodo di novembre stazionassero degli zingari) – il Centro a 200 metri     43°09’06.7″N 6°25’50.5″E
i cani in spiaggia solo da novembre ad aprile
così pure i camper possono sostare anche lungo la statale a fianco la spiaggia in quello stesso periodo

Andiamo nell’ entroterra ma di soli 5 km a BORMES LES MIMOSAS, un borgo che merita sicuramente una visita anche se ci vogliono le gambe buone per farlo !!  Questo vecchio villaggio abbarbicato sulla roccia mostra ai visitatori incantevoli stradine ricche di fiori, adorabili piazzette, passaggi coperti e numerose botteghe artigiane.
Il patrimonio floreale di questo borgo è straordinario! Nel mese di febbraio, quando la mimosa è in piena fioritura, il villaggio in festa organizza il Grand Corso della Mimosa. (vedi altro articolo – Itinerari Francia – La via della mimosa in camper)

Guardate che meraviglia questo negozio…….no non sono dolci ma saponette !!!

Parcheggio misto in alto vicino al paese dove in parte è possibile la sosta anche per i camper -PARCHEGGIO ST FRANCOIS ma il n. 2 (perché il n. 1 ha la sbarra è per le auto ) 43°09’04.7″N 6°20’40.8″E 

Puntiamo di nuovo verso il mare e dopo soli 10 km eccoci a la Plage de Cabasson per ammirare Il Fort de Brégançon.      Tale Forte fu la residenza ufficiale estiva per il Presidente della Repubblica francese dal 1968 fino al 2013 ed è aperto al pubblico dal 26 giugno 2014.                Il Forte è situato su un isolotto vicino alla costa, collegato alla riva da un molo. L’accesso al forte avviene per mezzo di un ponte levatoio ed è visitabile in estate; peccato per noi fosse novembre !

Fronte spiaggia c’ è un parcheggio a pagamento sotto gli alberi, con servizi igenici –  La sosta notturna è vietata anche se spesso però viene tollerata.             43°05’58.4″N 6°19’32.7″E

Giungiamo alla Presqu’ Ile de Giens dalla quale sinceramente ci aspettavamo molto di più.      Abbiamo trovato molti divieti, SE e ripeto SE ci sono belle spiagge non abbiamo potuto avvicinarci, forse è possibile solo tramite i campeggi.               Caratteristiche le saline dove potrete vedere i fenicotteri e i porticcioli tipici e poi alcuni sentieri dove passeggiare.
La via del Sale ora è solo pedonale e la spiaggia vicina non è granchè, più di terriccio che altro.

Credo che andando in campeggio poi ci sia possibilità di visitare questa zona anche in bicicletta, facendo buone passeggiate, ma ancor più traghettando sull’ isola di PORQUEROLLE.       Otto chilometri di lunghezza per due e mezzo di larghezza, poche decine di abitanti, un campetto di petanque sulla piazza del paese, qualche bar che serve vino provenzale, un pastis come aperitivo. E poi spiagge di sabbia bianca, mare cristallino, profumo di pini, lavanda ed eucalipto, 70 chilometri di sentieri da scoprire a piedi o in bicicletta.  

                                                               La Courtade è la spiaggia più vicina al paese e dunque maggiormente frequentata. Sabbia fine, mare trasparente e fondali bassi ne fanno un luogo adatto anche ai bambini.                                                                                                             Naturalmente in primavera con il tripudio di fiori, profumi e colori, l’ isola è molto affollata, ma essendoci un clima mite è possibile visitarla anche in altri periodi dell’ anno.                                     I traghetti per Porquerolles della compagnia TLV – TVM partono tutto l’anno dal porto di Giens – La Tour Fondue. La navigazione dura quindici minuti.    (http://www.isoledelmediterraneo.net).

foto di Patrizia Vandini

Camping LA TOUR FONDUE – Avenue des Arbanais La Tour Fondue – Giens – 83400 HYERES   Tel : 04 94 58 22 86    Un camping tranquillo, all’estremo sud della Penisola di Giens, a due passi dall’imbarco per l’isola di Porquerolles.       Apertura dal 18 marzo al 5 novembre 2017.         La reception è aperta tutti i giorni dalle 8 alle 20         Gps 43°01’47.8″N 6°09’18.0″E

Si prosegue fino alla bella conca di SIX FOURS LES PLAGES; anche se la spiaggia è di sassolini è bella e grande e l’ acqua trasparentissima – Cap NEGRE vi offre la possibilità di passeggiare nel PARC DE LA MEDITERRANEE.
Ancora poi scoprite il FORT DE SIX FOURS, la Collegiale Saint Pierre e poi la Chapelle ND de Pepiole.

Se proseguite a sud troverete altre piccole insenature e piccole spiagge dove si affaccia il porto di pescatori di LE BRUSC, caratteristico con le barchette tutte colorate, da dove ci si può anche imbarcare per ILE DE EMBIEZ.

AREA SOSTA GRATUITA a SAINT MANDRIER SUR MER con servizi all’ esterno –  pochi i posti – vicino allo stadio e zona sportiva – negozi e ristoranti a 15 minuti – spiaggia a 5 minuti nelle vicinanze.  43°04’38.5″N 5°54’19.9″E          Inoltre da qui si può prendere una barca per Tolone vicino alla fermata dell’autobus e costa solo 2 euro (solo andata)

Il porto di SANARY SUR MER  è riconosciuto come uno dei più tipici e autentici della costa mediterranea francese. Antico porto naturale, situato nel cuore della città con le coloratissime barche e mercato giornaliero del pesce.  

 E poi perdetevi tra i vicoli interni della cittadina a scoprire le varie botteghe. La chiesa di Saint-Nazaire è decorata con affreschi e opere del maestro Jean-Baptiste Garrigou, del celebre iconografo officina Damasco. Essa ha anche un maestoso organo.    

Ogni anno la città ospita una grande festa in primavera chiamata la Mostra del fiore , un evento interamente incentrato sull’ universo floreale.

Parcheggio misto proprio a fianco del porto, a pagamento ma dove è consentito sostare anche la notte (attenzione però vi può ingannare all’ ingresso il cartello di altezza 2,10 ma continuando a dx trovate ingresso con bassa altezza per auto mentre subito a sx ingresso con sbarre a pagamento dove entrare col camper) 43°06’57.8″N 5°48’21.8″E.

Diversi anche i campeggi in zona :

Camping la Presqu’ile – Le Pin Rolland, 83430 Saint-Mandrier-sur-Mer, Francia
Telefono:+33 821 20 01 26

Camping Orly d’Azur – 136 Chemin de Pepiole, 83140 Six-Fours-les-Plages, Francia
Telefono:+33 4 94 25 59 41

Camping la Pinède – Le Brusc, 83140 Six-Fours-les-Plages, Francia
Telefono:+33 4 94 34 06 39

 Questo nostro viaggio in Costa Azzurra termina qua ma vogliamo darvi ancora alcuni suggerimenti continuando il percorso poco dopo lungo la costa.

BANDOL è  considerata una zona con le più belle spiagge della Costa Azzurra, alcune di sabbia chiara e  fine, altre più selvagge ma tutte affacciate sul Mediterraneo con acque di colore turchese intenso, con un buon clima tutto l’ anno.     Parcheggio possibile vicino al porto 43°08’00.2″N 5°45’07.2″E 

DIVERSI I CAMPEGGI NON IN CITTA’ MA A SEGUIRE LUNGO LA COSTA SINO A LA CIOTAT

LA CIOTAT  si trova nel bel mezzo di un grande golfo, chiamato Golfo di Amur, a 33 km da Marsiglia e 40 km da Tolone.  Si trova nel cuore del Parc des Calanques.   Difficile la sosta purtroppo in questa zona, bisogna cercare qualche parcheggio nei viali interni, o vicini Carrefour e mc Donald.

Oppure appoggiarsi a qualche campeggio come CAMPING LA SAUGE – 999 Avenue Fernand Gassion,  La Ciotat – Telefono: +33 4 42 83 47 65 – Gps 43°11’09.2″N 5°36’21.8″E

foto di Renzo Lesica

CASSIS è un piccolo porticciolo di pescatori molto caratteristico, grazie alle casette color pastello che si affacciano sull’acqua e le barchette che ondeggiano tranquille, con alle sue spalle uno spettacolare promontorio roccioso.         La grande attrazione del posto però è una gita in barca per ammirare le favolose calanques dalle magiche acque turchesi che si nascondono nel litorale ad ovest del villaggio.               

foto di Enrico Cereda

foto di Bruno Barraco

 CAMPING LES CIGALES – 43, AVENUE DE LA MARNE -13260 CASSIS TÉL. ; +33(0) 4 42 01 07 34 – aperto dal 15 marzo al 15 novembre  – a 15 minuti da Cassis e le spiagge Gps 43°13’28.5″N 5°32’26.9″E

Vi invito a leggere anche il precedente nostro articolo con la prima parte di questo nostro viaggio lungo la Costa Azzurra da Menton a Saint Tropez in camper !

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

6 pensieri su “La Costa Azzurra in camper: da Ramatuelle a Cassis

  1. DINO

    COMPLIMENTI!!! Finalmente qualcuno che non ci fa consapevoli del nome del cane, se ha fatto i bisognini etc. dei ruoli dell’equipaggio etc. OTTIME DESCRIZIONI EFFICACI ESSENZIALI E DESCRITTIVE. BELLE FOTO.

    1. camper_admin Autore dell'articolo

      grazie ci metto molta passione…..spero davvero di esservi utile…il blog non è ancora completo….ora purtroppo sono in ospedale ma spero di terminarlo il prossimo inverno grazie

  2. giuliana

    grazie per le informazioni comunque volevo chiedere fare quelle zone la terza e quarta settimana di agosto con il camper sara’ molto difficoltoso ??è sconsigliabile??

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *