La Loira e i suoi castelli in camper (seconda parte)

 Dopo aver percorso una ottantina di km in camper da DOUE’ LA FONTAINE sino all ‘antico ponte sospeso di LANGEAIS (vedi prima parte dell’ articolo), ecco che la nostra vacanza prosegue alla scoperta della Valle della Loira e dei suoi bei castelli, dal Castello di Villandry sino a giungere al Castello di Chambord.

Dopo soli 10 km da Langeais ecco infatti uno dei castelli più belli della zona, conosciuto soprattutto per i suoi giardini, CHATEAU DE VILLANDRY.   Anche gli interni comunque devo dire sono ben arredati e curati.

AREA SOSTA GRATUITA CON SERVIZI nelle vicinanze del castello – Allee de Coleman-Carvallo,Villandry –  acqua pagamento con carta bancaria – pare però che siano in corso dei lavori di rifacimento sosta con qualche cambiamento – Gps 47°20’28.1″N 0°30’40.4″E

Un suggerimento se interessati poco distanti a Savonnieres ci sono LES GROTTES PETRIFIANTES” Le Grotte Pietrificate, una meravigliosa curiosità della natura, un universo di ombre, di luci, d’ acqua e di pietre sotterraneo.  Gps 47°20’45.0″N 0°31’52.9″E

Si prosegue con i castelli ed eccoci al CHATEAU D’ALZAY DE RISEAU la cui facciata è in restaurazione. Anche qua alcune stanze sono arredate, anche se non in maniera particolarmente copiosa; a noi è piaciuta in particolare la sala da biliardo.

Parcheggio per camper sempre nelle vicinanze del castello con servizi. 47°15’34.0″N 0°28’10.8″E

__________________________________________________________

A soli 3 km dal paese potete visitare la Valle Troglodita di GOUPILLIERES, descritto come un sito unico per la sua autenticità. E’ un complesso di fattorie troglodite (pozzi, forni per il pane, stalla, silo per il grano) e di un sotterraneo-rifugio del Medioevo. Orto e vigneto.  Animali della fattoria. Capanna, casa della strega, fortezza per i bambini. Ristorazione sul posto al Troglodyte Gourmand.  Animali accettati.   PARCHEGGIO Gps 47°15’41.7″N 0°29’59.2″E

Attraversiamo la cittadina di TOURS, molto grande e quindi anche alquanto caotica e con difficoltà a trovare parcheggio; città d’arte e di storia che fu la capitale del regno di Francia nel XV e XVI secolo.   

 Su indicazione dell’ Ufficio del Turismo è possibile sostare nel Parking del Castello (comodo per visitare anche la Cattedrale con i suoi bellissimi mosaici colorati e il Chiostro), nel Parking vicino alla Biblioteca o nel quartiere storico in Rue Richelieu.

Place Plumereau pedonale è il cuore pulsante, circondata da case a graticcio, e dimore antiche, alcune delle quali hanno conservato le loro pittoresche sculture in legno.   Importante è anche la cattedrale di Saint-Gatien e la sua facciata fiammeggiante riccamente decorata e le sue antiche vetrate colorate.

 Inoltre appena fuori Tours viene segnalato il Parking Relais du Lac, rue General NIessel – Gps 47°22’01.4″N 0°41’59.8″E

Quello che notiamo subito dopo Tours sono le molte sbarre anti-camper lungo la strada, anche nelle soste vicino alle sponde del fiume, quando al contrario sino a prima di Tours molti i parcheggi gratuiti disponibili anche con aree pic-nic vicine!

Imponente, raffinato, il castello di Amboise occupa un altopiano che domina la Loira. Oltre alla residenza reale, e ai suoi giardini, è anche famoso per la cappella di St. Hubert capolavoro che ospita la tomba di Leonardo da Vinci. Difficoltà per trovare un parcheggio.

CHATEAU DE CHENONCEAU, per me il più bel castello della Loira. Ammobiliato in modo completo, grandi le cucine, maestose le camere e i saloni, le cantine e la Fattoria del XVI secolo.

E poi ancora i grandi giardini fioriti, l ‘ Orto dei Fiori, il parco degli Asini, il Museo delle cere.         Trovate un’ area pic-nic e parco giochi . Possibilità di una gita in barca Vista la grande affluenza di gente il consiglio è di arrivare presto al mattino all’ apertura.

Parcheggio gratuito nelle vicinanze del castello ma con divieto notturno. 47°19’48.1″N 1°04’07.1″E.     Alcuni camper rimangono ugualmente appena fuori dal parking. 

CAMPING MUNICIPALE CHENONCEAU – Lieu-dit Fontaine des Prés, Chenonceaux – Telefono: +33 2 47 23 90 13 – Aperto nei mesi estivi – Gps 47°19’49.7″N 1°04’11.1″E

CAMPING MUNICIPALE DE L ‘ECLUSE – a 10 minuti a piedi dal Castello – Route de la plage Chisseaux – sul fiume – TEL 02 47 23 08 40 – Apertura 15 aprile 15 settembre – Gps 47°19’45.1″N 1°05’15.4″E

CAMPING LE MOULIN FORT – Le Port Olivier (Francueil)  Chenonceau –  Aperto da maggio a fine settembre – sul fiume Cher -Telefono: +33 2 47 23 86 22 –  Gps 47°19’38.1″N 1°05’20.8″E

Altrimenti a soli 10 km c’è AREA SOSTA MONTRICHARD – Del circuito Pass’ Etapes – a pagamento 9,50 euro con servizi ed elettricità – 36 Rue Vieille de Tours,  Montrichard – nel verde – wifi – Gps 47°20’24.6″N 1°10’13.6″E

Tra l’ altro Montrichard è un borgo medievale, sulle rive del fiume Cher,  dominato da un torrione medievale quadrato risalente al XI secolo.    Sul fiume dalla aprte opposta del ponte c’ è anche una spiaggia attrezzata e molto verde (noi abbiamo sostato nel parcheggio vicino per la notte – di giorno ovviamente è molto affollato).

Meno ricco come giardini ma prestigioso e completo negli arredamenti il CHATEAU DE CHEVERNY definito “il palazzo incantato” vi lascerà a bocca aperta!

La Sala da pranzo con 34 pannelli, dipinti da Jean Monier, illustrano il romanzo spagnolo Don Chisciotte, mobili in quercia massiccia, un camino monumentale con oro fino e un lampadario in bronzo massiccio argentato che pesa più di 100 kg.

E poi la camera delle nascite con una culla molto rara in stile impero, una camera per bambini con i primi modelli di cavalli di legno d’ epoca Napoleone III, la Camera degli sposi con l’ abito da sposa della marchesa di Vibraye, la Sala della musica e la Sala delle armi.

E la preziosa camera del re con una collezione unica di arazzi, un soffitto con pannelli dipinti e il letto a baldacchino ricoperto da ricami persiani. E molto altro ancora.

Parcheggio per camper vicino al castello, no servizi, con possibilità di sosta notturna. (Parking 3) Gps 47°29’50.9″N 1°27’40.4″E

Vi segnalo inoltre distante solo 6 km a TOUR EN SOLOGNE una bella area sosta gratuita con servizi (gettoni in comune o in panetteria), con area pic-nic, bagni e lavandini.  Gps 47°32’15.7″N 1°29’59.5″E

Il più grande orgoglio turistico e patrimoniale degli abitanti di BLOIS è il castello reale, che domina le vie del centro antico; la sua corte offre un vero e proprio panorama dell’architettura francese dal Medioevo al XVII secolo anche se il suo interno tolto alcuni pezzi di vero valore lo abbiamo trovato un po’ più spoglio dei precedenti visitati.  Pregevoli i camini, i soffitti e le tapezzerie.

La CASA DELLA MAGIA, grande casa borghese del XIX secolo situata nei pressi del castello, con i suoi famosi draghi che spuntano dalle finestre ogni 30 minuti per lo stupore di grandi e piccini, i suoi spettacoli e il suo stupefacente podere di 2000m2 consacrato all’arte della magia, arricchisce la visita della città.

AREA SOSTA A PAGAMENTO – Parcheggio P2 Rue Jean Moulin, vicino al centro città – 10 minuti a piedi dal castello – cancello grande chiuso -23h-6h  – costo 8 euro con servizi – Gps 47°35’11.9″N 1°19’33.9″E

   Ed eccoci al castello in assoluto più imponente, il CASTELLO DI CHAMBORD, peccato moltissime stanze ma anche qua non molti arredi.

Lo scalone a doppia elica al centro dell’edificio principale rivela lo stile di Leonardo. Esso è composto da due scale a chiocciola rotanti nello stesso senso che non si incrociano mai. Percorrendolo fino all’ultimo piano raggiungibile si ha accesso alla terrazza, anch’essa ispirata da un’idea di Leonardo, che offre una stupenda visione del fiume, del bosco circostante il castello e dei numerosi camini e capitelli che ornano la costruzione.

Il castello è all’interno di un dominio boscoso di 5440 ettari, circondato da un muro di cinta lungo ben 32 km che lo rende il più grande parco forestale chiuso d’Europa, dove si trovano cervi e cinghiali.

AREA SOSTA Parking 1 per camper – vicino al castello in bella posizione con servizi – a pagamento 11 euro con carta bancaria o in contanti con il biglietto d’ ingresso alla cassa del castello – Gps 47°37’07.3″N 1°30’29.0″E

Terminiamo qui il nostro percorso tra i castelli della Loira in tutto sono due articoli). Siamo entrati in un mondo d’ altri tempi che fa sicuramente sognare.  I più belli per noi che assolutamente non bisogna perdere sono sicuramente il castello di CHENONCEAU, CHEVERNY e di VILLANDRY, in ultimo Chambord come già detto per la sua maestosità più che per i suoi interni.   Alcuni castelli privati non sono molto arredati ed a volte è d’ obbligo la guida o non è possibile fare fotografie, per cui fate bene la vostra scelta.

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

Un pensiero su “La Loira e i suoi castelli in camper (seconda parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *