La Normandia in camper: la costa ovest, tra spiagge e fari

Eccoci per la prima volta in camper in Normandia, una terra affascinante, con 600 km di costa con spiagge meravigliose, ma anche segnate dalla storia, tra fari e scogliere, villaggi pittoreschi con le case a graticcio dai tetti di paglia e immensi pascoli, ci offre un mosaico di paesaggi veramente da cartolina.

Quest’ anno 2014 sono state per noi delle vacanze veramente lunghe, infatti sono iniziate percorrendo tutto il sud della Francia, per risalire verso il nord costeggiando il Canal du Midi, poi lungo le splendide coste della Bretagna (leggete nel sito gli altri articoli dettagliati del percorso), sino ad iniziare la scoperta della Normandia dal punto più turistico in assoluto, cioè Mont Saint Michel.

In questa prima parte tratteremo la costa ovest, meno conosciuta ai camperisti, ma certamente non meno interessante, ricca di spiagge immense, per poi divenire salendo una costa più rocciosa, con i fari che fanno da guardiani e con paesaggi più selvaggi.

L’abbazia di Mont St-Michel è sicuramente l’emblema della Francia del nord, con il suo profilo inconfondibile che si staglia sulla distesa di sabbia provocata dalla marea; Patrimonio dell’Unesco dal 1979 e ogni anno viene visitata da oltre 3 milioni di visitatori.    

Oltre alla bellezza infinita del complesso monastico e della città medievale in miniatura che si snoda intorno all’abbazia, con tutti i suoi negozietti caratteristici, gran parte del fascino di questo luogo senza tempo è dato dalla posizione e dallo spettacolo delle maree.   Periodicamente infatti le acque circondano il promontorio oppure si ritraggono anche per 15 metri, lasciando intorno a sè un paesaggio quasi lunare, che al tramonto lascia tutti a bocca aperta.

Molti visitatori sono tentati di fare passeggiate nella baia per le distese sterminate che circondano l’abbazia: fate molta attenzione sia al risalire impetuoso della marea che può cogliere all’improvviso (ci sono cartelli e opuscolo con gli orari delle maree) sia alle sabbie mobili che insidiano gli incauti pedoni. Se volete attraversare la baia con un’escursione lunga vi consigliamo quindi di affidarvi a guide ufficiali e preparate.

L’abbazia si raggiunge percorrendo la Grand Rue e salendo l’impervia scalinata di ben 350 gradini; da non perdere la superba Èglise Abbatiale e l’insieme di edifici sul lato settentrionale che comprende il chiostro, lo scriptorium, l’immenso refettorio e la Crypte Saint-Martin.

Durante il giorno Mont St-Michel è presa d’assalto da orde di turisti che scendono a frotte dagli autobus navetta che portano all’ inizio del ponte; un alternativa è quello di rimandare l’ingresso alla sera.

_______________________________

AREA SOSTA a pagamento con servizi – Rue Le Reage Du Violet 15, Beauvoir – pagamento con carta bancaria (euro 15,50) – wifi – L’autobus per il Mont St Michel non è lontano – ciclabile che porta al Monte (3 km) – 48°35’39.4″N 1°30’43.4″W

CAMPING DU MONT SAINT MICHEL – Route du Mont Saint-Michel,  Le Mont-Saint-Michel – Telefono:+33 2 33 60 22 10 – Apertura 31/03-31/10 – Gps 48°36’53.3″N 1°30’31.2″W

Continuiamo sulla costa verso Granville dove troviamo molti campeggi, campi da golf, allevamenti e circuiti per cavalli, tutti lungo mare.  Troviamo un ingresso spiaggia non sorvegliata a LINGREVILLE PLAGE, piccolo paese con comodi parcheggi e decidiamo di passarci la notte. Al mattino ci hanno svegliato i trattori che portavano le barche in acqua, ma non importa il tramonto di ieri sera e le corse in spiaggia dei miei cuccioli ne valevano la pena.

Ci spostiamo di una ventina di km in un altro piccolo borgo PIROU PLAGE; se amate il mare, la sabbia e il sole dovete fare una sosta qua.       E se gustate il pesce  i frutti di mare non mancano.     Nella spiaggia centrale cani ammessi al guinzaglio, ma basta spostarsi più lateralmente che possono correre liberi !!  C’ è una area sosta e un camping, ma anche la possibilità di fare sosta libera.

AREA SOSTA GRATUITA -con servizi a pagamento – Rue Des Hublots,  Pirou Plage – una decina di posti – spiaggia a 1 km – Gps 49°09’55.7″N 1°35’22.6″W

CAMPING MUNICIPALE LES CLOS MARIN – 43 Rue des Bergeronnettes,  Pirou – Telefono: +33 2 33 46 30 36 – Aperto dal 1 aprile al 31 ottobre – 49°09’33.7″N 1°35’45.5″W

A pochi km potete visitare il CASTELLO DI PIROU; si tratta di uno dei castelli medievali della Normandia, tra i meglio conservati e più suggestivi, circondato da fossati d’ acqua, fu restaurato tra il 1968 e il 1994 .

A seguire lungo la costa lunga serie di dune (ad es. a LINDBERGH) con belle spiagge; attenzione strade a volte strette e sabbiose bisogna cercare di stare vicino ai paesi.                                      Noi ci fermiamo a CARTERET, in fondo al porto andando verso destra, vicino alla dogana marittima, c’ è sosta consentita ai camper proprio vicino alle dune (su parcheggi auto), dove decidiamo di trascorrere tutto il fine settimana.    Anche qua ritroviamo belle spiagge molto frequentate dai turisti in estate,ma ricordate che il mare è quello della Manica, per cui le temperature sono basse.

AREA-PARCHEGGIO misto gratuita- Rue de Port, Carteret – no servizi – vicino alla dogana marittima – centro a 200 metri – fronte spiaggia – 49°22’20.7″N 1°47’25.1″W

Area 10 posti presso CARREFOUR gratuito – con servizi – Le Pont Rose,  Barneville Carteret – utile per carico e scarico – Gps 49°23’08.0″N 1°45’08.9″W

 Spostandoci di soli 15 km andiamo a LE ROZEL, c’ è un bel parking alla fine del camping LE RANCH con ingresso spiaggia …..e che spiaggia e che tramonti.!!! Abbiamo sostato anche di notte.

CAMPING LE RANCH – La Mielle,  Le Rozel – Telefono: +33 2 33 10 07 10 – belle piazzole, tranquillo, fronte spiaggia – Apertura 1/04 al 30/09 – piscina – Gps 49°28’50.0″N 1°50’35.0″W

Altri 20 km dopo a SIOUVILLE-HAGUE troviamo una bella AREA sosta gratuita con servizi –  Avenue des Peupliers,  Siouville Hague – vicina a 150 metri a docce, wc, lavanderia automatica e ad un’ altra meravigliosa spiaggia ovviamente!! Consigliata!!! 49°33’48.8″N 1°50’39.1″W

Di seguito le dune proseguono ma in uno spazio protetto per la conservazione del litorale. Se avete piacere a BIVILLE potete sostare in paese e poi percorrere a piedi un sentiero che vi porterà a LE CALVAIRE DES DUNES, il più vecchio gruppo dunario d’ Europa ancora intatto per arrivare su una spiaggia magnifica.

Puntiamo verso le CAP DE LA HAGUE (AUDERVILLE) al PORT DE GOURY, questo angolo di paradiso che sembra sbucato da una cartolina dell’ Irlanda, è un connubio perfetto di verde, mare con un faro romantico e una stazione di salvataggio.

PARCHEGGIO GRATUITO – D901,  Auderville –  anche per sosta notturna –  nella natura assoluta – vista faro – Gps 49°42’51.5″N 1°56’05.3″W

A seguire sul litorale arriviamo a CHERBOURG; la cittadina non offre molte attrazioni, anche se una passeggiata tra le vie si può sempre fare.

Mentre l’ attrazione è la CITE’ DE LA MER, con l’ acquario e la possibilità di visitare un sottomarino, nell’ insieme un vasto complesso scientifico, turistico e culturale dedicato al mondo marino.

PARCHEGGIO CAMPER – grande poco prima del Museo – gratuito – scarico acque – Allee du President Menut,  Cherbourg – centro a 1 km – 49°38’33.7″N 1°37’04.1″W

L’ indomani eccoci al FARO DI GATTEVILLE; all’alto dei suoi 75 metri  è il secondo faro più grande d’Europa. Salite i 365 scalini per approfittare del panorama… meraviglioso !   Parcheggio Gps 49°41’40.5″N 1°16’03.0″W

Soli 2 km dopo ci troviamo a BARFLEUR, piccola stazione balneare molto affascinante e famosa per i suoi ristoranti a base di frutti di mare e per le famose cozze di Barfleur.   Dopo una passeggiata vicino al porto visitiamo l’ antica chiesetta.

PARCHEGGIO CAMPER GRATUITO – Chemin de la Masse,  Barfleur – no servizi – accesso diretto su piccola spiaggia – centro a 500 metri – Gps 49°40’25.4″N 1°15’51.1″W

Ora la vacanza continua nella la costa dello sbarco, ora entriamo nel vivo della storia, con momenti di vera commozione…….ma tutto questo lo leggerete nel prossimo articolo, sempre molto dettagliato !!

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

6 pensieri su “La Normandia in camper: la costa ovest, tra spiagge e fari

  1. graziella arrighi

    viaggio in posti stupendi, e gia’ visitati tre vole,…ma non ci basta ancora…
    ottimo riguardare adesso foto e localita’ davanti al computer con la pioggia fuori dalla camera a Torino

  2. carmen

    Leggo molto volentieri i tuoi diari….mi appassionano molto, anche se ci siamo stati faccio tesoro dei tuoi suggerimenti! Grazie e sempre grazie Mani !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *