Perchè venire in Piemonte in camper.

Venire in Piemonte in camper perchè è una regione ricca di attrattive e di storia, dal notevole patrimonio artistico e culturale, che attira numerosi visitatori in particolare nel capoluogo torinese. 

A Torino e dintorni in effetti dedicheremo un capitolo a parte in quanto molte le cose da visitare: il Palazzo Reale, Piazza Castello e Piazza San Carlo, la Mole e il Museo del cinema, il Museo egizio, la Chiesa San Lorenzo, il parco del Valentino, il Duomo e la sacra Sindone, la Villa della Regina, la Basilica di Superga,  e ancora Palazzo Carignano, La Reggia di Venaria Reale, il castello di Stupinigi e di Racconigi……insomma un patrimonio immenso e meraviglioso da conoscere.

Sestriere

L’ imponente catena montuosa delle Alpi poi ogni anno richiama molti amanti della neve nelle famose località sciistiche come Sestriere, Bardonecchia, Pragelato e Sauze.          Anche i laghi nel suo territorio possono essere belle mete come il Lago Maggiore, d’ Orta, di Sirio o di Viverone.

Lago di Viverone

Tra Langhe, Roero e Monferrato poi si va alla scoperta di dolci colline ricoperte da vigneti meritevoli del riconoscimento di Patrimonio dell’Umanità , chiese e castelli medievali, e profumo di castagne, tartufo e vini pregiati.        Le specialità gastronomiche sono davvero molte, anche per i palati più raffinati.                               (foto http://www.vaquelpaese.com/)

http://www.vaquelpaese.com/

Ci sono anche parchi regionali protetti che coprono quasi 140.000 mila ettari del territorio piemontese, ecco elencati i più conosciuti.

Parco Nazionale del Gran Paradiso
Il suo paesaggio è dominato dalle possenti montagne e dalle profonde vallate,  dando vita ad una vegetazione ricca e varia, costituita prevalentemente da praterie alpine, ghiacciai e da boschi di larice, abete rosso e da abete bianco. Lo stambecco è l’animale più noto, simbolo del Parco.

Parco Naturale delle Alpi Marittime
E’ il più esteso parco regionale del Piemonte ed anche uno dei più vasti d’Italia. Il suo paesaggio è in gran parte aspro a causa della natura delle montagne; più dolce il settore orientale calcareo, ospita però molti torrenti, laghi e cascate. Il Parco è popolato da numerose specie di mammiferi: marmotte, ermellini, faine, lepri ed alcuni esemplari di lupo.

Parco Regionale La Mandria
Situato a Venaria Reale, nelle immediate vicinanze di Torino alterna zone boscose ad ampi pascoli, terreni agricoli e piccoli laghi. All’interno del parco ritroviamo antiche palazzine di caccia, castelli, chiese del secolo scorso e vecchie cascine. Nelle zone più nascoste del parco poi vivono numerose specie di animali.
In Piemonte esistono numerosi altri parchi ed aree protette che ospitano una flora rigogliosa ed una fauna numerosissima. Per scoprirli tutti, non resta che programmare una gita in questa regione.

Parco Naturale del Gran Bosco di Salbertrand
Adiacente alla Val di Susa ecco questo parco con una vegetazione rigogliosa ed una fauna particolarmente ricca, composta prevalentemente da cervi, caprioli e camosci. All’interno del Parco vi sono aree attrezzate per pic nic, sentieri per trekking, percorsi percorribili in mountain-bike e a cavallo.

Parco naturale dei Laghi di Avigliana.                                                                        Un’ area naturale protetta del Piemonte si trova nella bassa valle di Susa, in un anfiteatro morenico tra il monte Pirchiriano e la collina di Rivoli.  In esso si possono ammirare aironi cinerini, folaghe, germani, cormorani, gallinelle d’acqua ecc.   E’ possibile trovare anche gli edifici di un’ormai dismessa fabbrica di esplosivi (la Dinamite Nobel), che costituisce attualmente un museo.

Le possibili soste in Piemonte non sono un problema, aree ce ne sono diverse ed anche ben attrezzate, mentre i campeggi si trovano soprattutto nei pressi delle zone  più turistiche.

Noi siamo piemontesi ma è proprio vero che si tende sempre a scoprire luoghi più lontani di quelli intorno a noi, ed in effetti non conosciamo poi così bene questa splendida regione, ma sarà facile amarla insieme a voi.

 

 

2 pensieri su “Perchè venire in Piemonte in camper.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *