Portogallo in camper: Lisbona e dintorni

Dopo aver esplorato l’ Algarve (vedi altro articolo), continuiamo il nostro viaggio in camper verso il centro del Portogallo, cercando di scoprire Lisbona e i suoi dintorni, tra spiagge mozzafiato,  musei, sontuosi palazzi e antichi monasteri.

Rpartiamo da una cittadina graziosa e in ottima posizione quale è VILA NOVA DE MILFONTES,  nel bellissimo Parco Nazionale di Costa de Vincentina Alentejano, dove si possono fare escursioni a piedi o in bicicletta. 

http://vnmilfontes.info/

Lungo le strade circostanti se alzate gli occhi vi capiterà sicuramente di vedere molti nidi con le cicogne!

CAMPING MILFONTES – Estradas das Pousadas,  Vila Nova de Milfontes – aperto tutto l’ anno – 1 km dal mare – 300 m. dal centro – buon prezzo (euro 10/14,50 Camper 2 persone) – cani ammessi – Gps 37°43’54.8″N 8°46’59.2″W

https://www.youtube.com

Si prosegue lungo la costa e continua la serie di magnifiche spiagge come quella di MALHAO.   A 600 metri da questa meraviglia si trova CAMPING PARCO ORBITUR Sitava MILFONTES – Piazzole in questo piacevole parco con molta ombra – generi alimentari, snack bar, ristorante. area giochi, campo da tennis, pista da jogging, parco giochi e una grande piscina. Lavabo con acqua calda permanente, lavatrici ecc. – Telefono: +351 283 890 100 – Gps 37°46’32.0″N 8°47’37.3″W

Dopo solo una decina di km  PORTO COVO, che continua ad essere un borgo di pescatori, dalle basse case bianche, e che per i camperisti è una meta imperdibile.

Tante le spiagge in mezzo alle scogliere, sempre si sabbia fine, ed una acqua cristallina, per non parlare poi dei tramonti sull’ oceano……

Probabilmente non in alta stagione ci si ferma anche in libera sopra le scogliere – oppure ci si ferma in un parcheggio fronte mare sempre molto affollato per una quindicina di camper –  Gps (37°51’22.1″N 8°47’34.9″W)

Altrimenti l’ area sosta  è in paese gratuita – con servizi – Rua da Teimosa, 7520-437 Porto Covo – Gps 37°51’09.5″N 8°47’20.2″W

Tra Porto Covo e Sines c’ è una serie di parcheggi misti lungo la strada fronte spiaggia; intorno si vede la raffineria della città ma basta non farci caso, l’ acqua è trasparente, anche qua non ci sono divieti cani e ci fermiamo per il week-end.  Gps 37°55’21.1″N 8°48’17.3″W .

foto tratta da http://fotoportugalia.pl

Sines ha mantenuto nel tempo i colori, la cultura e il fascino di un piccola cittadina con uno stile di vita legato al mare e alla pesca.                 Lungo la scogliera s’innalzano il castello e la fortezza di Revelim, che un tempo fungevano da protezione ma oggi sono incantevoli belvedere del Portogallo. Numerose chiesette poi si affacciano sul mare.

E qui che visse Vasco de Gama e proprio lungo le sue strade e gli edifici potrete scoprire la sua storia, inoltre una torre del castello ospita proprio la sua casa.

Il navigatore ci fa fare una strada sempre vicina alla costa piuttosto difficile in quanto dissestata, in mezzo alle dune e a una zona naturale, per circa 130 km; non ve la consiglio meglio se trovate una alternativa.

Comunque eccoci sul Ponte 25 AVRIL da dove si domina la città.

E’ un ponte sospeso sull’estuario del fiume Tago a Lisbona. La costruzione in acciaio si estende per quasi 2 km e presenta un’autostrada a 3 corsie nella parte superiore e una linea ferroviaria in quella inferiore. Per il suo attraversamento in ENTRATA è necessario pagare un pedaggio:

Categoria 2 –  Veicoli a due assi con altezza uguale o superiore a 1.10m misurata al primo asse euro 3,25 € (Prezzo 2016)

Poi c’ è il Ponte VASCO DE GAMA che con i suoi 17,2 km è il ponte più lungo d’Europa. Per il suo attraversamento è necessario pagare un pedaggio:
Categoria 2 –  Veicoli a due assi con altezza uguale o superiore a 1.10m misurata al primo asse euro 5,40 € (Prezzo 2016)

LISBONA, cittadina sulle rive del fiume Tago,  da sempre è ricca di fascino e attira ogni anno moltissimi turisti.    

Sostiamo nel parcheggio dove parte il battello fluviale sul fiume Tago (Gps 38°41’42.9″N 9°11’54.0″W), in posizione comoda per visitare i dintorni, anche se in realtà c’ è un bel divieto autocaravana, ma è passata la polizia e non ci ha detto nulla (alla sera eravamo ben 30 camper e qualcuno come sempre esagera mettendo fuori sedie e tavolini). Calcolate però anche che eravamo a giugno ad agosto pare che fioccano multe salate!!

Altrimenti è disponibile il PARQUE CAMPISMO MONSANTO – Estrada da Circunvalacao, Lisboa – prezzo da 24 a 30 euro compreso elettricità e servizi- aperto tutto l’ anno – con buone piazzole – piscina – fermata nelle vicinanze – Gps 38°43’28.6″N 9°12’29.1″W

Se pensate di visitare molte cose a Lisbona sappiate che è disponibile la  Lisboa Card valida 24, 48 o 72 ore, la quale consente di risparmiare sugli ingressi alle più importanti attrazioni turistiche, sui mezzi di trasporto e sulle principali attività.   Si può ordina prima via internet o acquistarla a Lisbona     Include anche Viaggi gratuiti sulle linee ferroviarie CP sono dunque inclusi i viaggi in treno per Sintra e Cascais.         Per ulteriori info visitate il sito https://www.vivilisbona.it/pass-turistici/lisboa-card.html

Al mattino andiamo subito a vedere il simboli della città ecco la Torre di Belem, un vero gioiello architettonico del regno di Manuel I che fonde armoniosamente elementi gotici, bizantini e manuelini.     Se decidete di visitare l’interno della torre di Belém tenete a mente che fu costruita a scopo difensivo per cui non aspettatevi sale riccamente decorate.

 Il vicino monumento ai navigatori fu realizzato nel 1960, a cinquecento anni dalla morte di Enrico il Navigatore, per celebrare l’era delle scoperte realizzate dai navigatori portoghesi fra il XV ed il XVI secolo, e devo dire che è colpisce molto per la sua lavorazione.              All’interno del monumento esiste un ascensore che porta a metà altezza e quindi una scala che conduce alla sommità del monumento da dove si ha una vista panoramica sul quartiere di Belém e sul fiume Tago.

Dall’ altro lato del viale imponente si vede il Monastero di Jeronimos.      Questa opera colossale  incredibilmente ricca di decorazioni, venne fatto costruire da re Manuel nel 1496 nel punto in cui i naviganti salpavano verso il mare.              La Chiesa di Santa Maria dotata di imponenti portali riccamente scolpiti è un esempio eccelso di arte gotica mentre il Chiostro è considerato uno dei più belli al mondo.     Attenzione di lunedì è  chiuso !!!

Anche tutta la piazza di fronte è davvero bella.

Sulla strada vicina  trovate anche la pasticceria più antica e rinomata di Lisbona sia per le decorazioni al suo interno sia per le sue specialità, le Pasteis de Belem, che non potevamo non assaggiare!

Il giorno seguente decidiamo di visitare il Museo delle Carrozze; sempre a due passi dal parcheggio attraversando il viale principale Av. BRASILIA con delle scale a ponte vi trovate di fronte proprio la nuova sede del museo accanto a quella antica. Rimarrete senza parole !!

foto di Loredana Garavelli

Il tram 28 con il suo inconfondibile colore giallo è una delle attrazioni più famose di Lisbona, ma non è un trenino turistico. Una corsa sul tram 28 è  un tuffo nel passato e un itinerario nella vera Lisbona  al prezzo di un biglietto dell’autobus.    Se avete la Li sboa Card potete salire e scendere come volete.        Un consiglio siccome è sempre molto affollato cercate di prenderlo a uno dei capolinea e magari non proprio negli orari di punta. 

Altre cose che potrete visitare sono: l’ Elevator de Santa Justa, il quartiere Baixa, il Castello di Sao Jorge, l’ Oceanario, il Convento do Carmo, la Cattedrale, Igreja de Sao Domingos, il monastero de Sao Vicente de Fora, Estrela basilica e molto bello il Palazzo dei marchesi di Fronteira.

Purtroppo  essendo io  limitata nel camminare non sono riuscita a vedere tutto, ma questa è una buona scusa per tornare.

A poca distanza da Lisbona si trova il Palazzo Reale di Queluz (Sintra) definito la Versailles del Portogallo e credetemi merita assolutamente una visita così pure i suoi giardini! Possibilità di parcheggio nel piazzale di fronte.  Gps 38°45’05.1″N 9°15’27.9″W.

Offre non solo uno splendido palazzo rosa rococò, ma anche dei bellissimi giardini all’italiana con arcate, piante di ogni tipo, statue, gli immancabili azulejos, ruscelli, ponti ed elementi architettonici che suggeriscono l’idea stessa del movimento. La fontana con i tritoni e delfini è attribuita al Bernini.

Parlando invece degli interni diversi sono i saloni magnifici come quelli da ballo, degli specchi, la Cappella e gli appartamenti privati.              La sala degli azulejos poi che deve il suo nome ai disegni delle piastrelle del XVIII sec. è  davvero incredibile.

Merita puntare di nuovo sulla costa verso CASCAIS, una città storica e florida ricca di case maestose, parchi ben tenuti e interessanti musei gratuiti.     Ma soprattutto a 8 km troviamo la bellissima spiaggia di GIUNCHO.     Inserita nel Parco Naturale di Sintra-Cascais, la Praia do Guincho si trova in uno scenario paesaggistico di grande bellezza, dove le dune di sabbia bianca si stagliano contro la Serra de Sintra, visibile sullo sfondo.    Ricercata anche dai surfisti per le alte onde provocate dal vento.      Nelle immediate vicinanze, vi sono eccellenti ristoranti specializzati in pesce e crostacei.

foto di Gerard Blanc

foto di Gerard Blanc

PARCHEGGIO MISTO – Camper 2 euro – fronte dune e mare 5 posti – no servizi – centro a 10 km – Gps 38°43’40.5″N 9°28’29.4″W

Tra la cittadina e prima di questa bella spiaggia è possibile ammirare l’affascinante spettacolo naturale del mare che si infrange con violenza sugli scogli alla BOCA DO INFERNO. Da una piattaforma panoramica a 20 m di altezza si possono vede onde gigantesche che si abbattono sulla costa formando montagne di schiuma.
Quando il mare è particolarmente mosso l’acqua che entra nelle fenditure della scogliera si infrange con forza sulle pareti rocciose generando un suono roco, simile ad un gemito umano, tanto suggestivo da rendere la Boca una popolare attrazione turistica.     PARCHEGGIO lungo la strada Gps 38°41’30.9″N 9°25’52.7″W

foto di Giovanna Oliani

Ci dirigiamo ora verso il punto più occidentale d’ Europa CABO DE ROCA, uno dei posti più selvaggi e affascinanti del Portogallo: una falesia scoscesa a  picco sull’Atlantico alta 140 metri.

PARCHEGGIO Gps 38°46’50.8″N 9°29’51.8″W

Torniamo un po’ all’ interno a SINTRA dove molte sono le cose che ci sarebbero da visitare: il Palacio de Pena, Quinta da Regaleira e il Pozzo iniziatico, il Palacio National e il Palazzo di Monserrate, tutti alquanto vicini ma su una collina e un po’ difficili da raggiungere con il camper, il consiglio è di parcheggiare più in basso e salire con il bus.

AREA SOSTA CAMPER – solo 6 posti – Av. Conde Sucena,  Sintra – inizio centro storico – con il bus 433 si fanno 2 km – a pagamento 5 euro con servizi gratuiti – all’ interno centro sportivo – Gps 38°47’20.0″N 9°22’29.0″W

Mi viene anche segnalato un grande parcheggio per camper nel park degli autobus turistici accanto ai pompieri , con la fermata dell autobus vicino .

Segnalato altro parcheggio in piano a Sao Pedro De Penaferrim, Sintra, 500 mt prima del centro storico del paese arrivando dalla IC19.

Purtroppo ancora troppo difficoltoso nelle mie condizioni camminare così tanto per visitare certe meraviglie, ma certo non potevamo andare via senza comprare una bottiglia di liquore di ciliegia GINJA , ancor meglio se si ha la possibilità di gustarla in bicchierini di cioccolato.

A soli 20 km si trova Mafra dove ci fermiamo a visitare il Palacio National e Convento, un’ esteso monastero in stile barocco dove una zona era abitazione del re con oltre alle camere tradizionali un imponente salone della caccia, il salone dei giochi, della musica ecc.

Qui si può ammirare una biblioteca di notevole valore con circa 40000 volumi rari.

Parcheggio misto gratuito di notte e per quattro ore di giorno.   Gps 38°56’07.5″N 9°19’37.1″W

________________________________________________________________

Torniamo verso le spiagge e il mare; prima a FOZ DO SIZANDRO per i servizi gratuiti (39°06’08.0″N 9°23’55.7″W) dove trovate comunque anche una bella spiaggia anche se un po’ isolata.

Proseguiamo per altri 15 km sostando in un grande parcheggio lungo la strada sempre vicino a grande spiaggia (PORTO NOVO 39°10’15.6″N 9°21’25.3″W). Ovunque ci sono divieti cani ma cercando di stare un po’ appartati ai bordi delle spiagge stesse si riescono comunque a portare.

Il nostro viaggio certo non finisce qua, abbiamo ancora molto da raccontarvi salendo verso la cittadina di Porto, ma lo faremo nel prossimo articolo !!!

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

8 pensieri su “Portogallo in camper: Lisbona e dintorni

  1. Riccardo

    Buongiorno e complimenti per le info preziosissime per chi come noi si accinge al Portogallo in camper. Noi andremo nei primi 20 gg di luglio con il nostro Freddy ( cavalier king). A Lisbona l’unico Campeggio e il Monsanto, ma come si può raggiungere il centro visto che il collegamento è con autobus e li il cane non è accettato? Si può fare in bici o metro ? Il park sul Tiago mi pare sia vietato e siamo in un periodo intenso. Ultima cosa: sul tram 28 non riusciamo a salire col cane ? Grazie, Riccardo

    1. camper_admin Autore dell'articolo

      Non riesco a rispondere correttamente a tutte le tue domande in quanto quando visitiamo le città non portiamo mai con noi i nostri cuccioli – solitamente lasciamo il camper all’ ombra – ventilatore acceso (quest’ anno abbiamo il condizionatore) e partiamo al mattino verso le nove e torniamo per mezzogiorno – restiamo con loro e li facciamo passeggiare un paio di volte e poi si esce nuovamente nel pomeriggio verso le 16 lasciandoli soli ancora massimo tre ore.
      Poi non è detto che li lasciamo mattina e pomeriggio a volte solo mezza giornata e l’ altra magari si va in spiaggia insieme.
      Noi a Lisbona ci siamo stati a giugno e fortunatamente ci sono meno controlli anche in città infatti avrai letto che ci siamo fermati nel parcheggio vicino alla Torre di Belem comodo per visitare già molto (in agosto però so che multano)
      Ti invito a iscriverti al nostro gruppo facebook “Camperisti che amano viaggiare in Spagna e Portogallo” e di porre la stessa domanda magari qualcun’ altro ti sa dare altre indicazioni

    2. Stefano

      Ciao, in autobus si può portare il cane purché sia dentro una borsa. Il nostro jack russel ha fatto diverse tratte con il 714 fino a Lisbona ed anche per gli spostamenti in città.

  2. Silvia

    Cara Manuela,
    vorrei ringraziarti per tutti i consigli che ci hai fornito con il tuo blog e sulla pagina Facebook “camperesti amanti della Spagna e del Portogallo”.
    Io, mio marito Piero e il micio Sugo siamo di ritorno da quello che per noi è stato un viaggio da sogno. 18 giorni, 4750 km, 14 città visitate tra Francia, Spagna e Portogallo.
    Ecco… proprio quest ultimo è rimasto nel nostro cuore.
    Abbiamo fatto Porto, Lisbona, Sintra, Fatima, Nazarè, Coimbra e, per evidenti questioni di tempo, non siamo riusciti a scendere in Algarve che rimane comunque una meta per le future vacanze. In Spagna abbiamo fatto Burgos (favoloso) e Salamanca (molto caaalda).
    Ovviamente tappa a Carcassonne e Avignone e discesa verso casa da GAP. Paesaggi notevoli.
    I colori, la gente, il vento, l’oceano, il bachalau sono e rimarranno sempre nella nostra memoria. Noi siamo sempre andati in campeggio e li abbiamo trovati tutti sempre puliti. Siamo rimasti sorpresi e piacevolmente colpiti dal rispetto per le regole che tutti i Portoghesi hanno. Insomma, un viaggio favoloso grazie anche ai tuoi diari, alle dritte e alle indicazioni che con pazienza fornisci.

    Dal mio piccolo, vedo che sei in tour per la Germania. Se ti capita al ritorno di passare da Friburgo in Brisgovia (Camping am Moslepark) ti posso assicurare che e’ una cittadina molto vivace, potrai passeggiare mettendo i piedi nei canali di acqua freschissima e pulitissima che girano per la città e sorseggiare dell’ottima birra Ganter che è proprio di Friburgo.
    Se invece vi capita di passare da Tubingen (zona stoccarda) vi consiglio il campeggio Neckar camping. Tubinga è fantasica con il castello, il fiume e tanti tanti ristoranti tipici.
    Spero che le tue condizioni di salute vadano meglio.
    Grazie ancora
    Silvia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *