Per le vie di Bretagna in camper (seconda parte)

Riprendiamo il nostro viaggio per le vie di Bretagna in camper con questa seconda parte del nostro racconto, alla scoperta di nuove meraviglie in questa terra davvero unica !

Dopo aver costeggiato alcuni canali come il Nantes a Brest che ci regalano tanta natura e belle passeggiate, visitato alcuni villaggi medievali e case con il tetto di paglia, camminato a piedi nudi nella bianca sabbia di immense spiagge o nell’ acqua trasparente del mare, come descritto nel precedente articolo, eccoci giunti a LE GUILVENEC, il primo porto francese di pesca artigianale.
Il suo porto e le banchine prendono vita intorno alle quattro del pomeriggio, quando le navi tornano dalla pesca ed è quindi possibile vedere i pescatori scaricare pesci freschi.

Potrete inoltre visitare l’ Eglise Sainte-Anne, la Cappella Saint Tremeur, l’ antico forno a granito del XVI secolo e il cimitero delle barche.   Il mercato è molto famoso, ricco di colori e profumi di prodotti freschi e artigianali locali e di altre regioni, il martedi e la domenica.

Anche la peche a pied è molto praticata, chiedere sempre all’ Ufficio del Turismo gli orari delle maree per non trovarvi in difficoltà.

AREA SOSTA parcheggio misto – Rue Jaques de Thezac,  Guilvinec – a pagamento 5 euro – servizi scarico gratuito, acqua 4 euro – Gps 47°47’46.1″N 4°16’49.1″W

Di seguito a PENMARC’ H troviamo una bella spiaggia. Bella e particolare poi in paese “ l’ Eglise della Nonna” – aperta al pomeriggio per le visite.

AREA SOSTA – notte costo 5 euro passa incaricato – docce sulla spiaggia e wc e lunga ciclabile che segue la costa – Pe -nmarch, Rue de la Grande Grève  – gPS 47°48’02.4″N 4°19’05.3″W)

Lungo la costa eccoci al Faro d’ Eckmuhl, una delle principali attrazioni della zona e sul quale si può salire fino in cima; a fianco troverete un piccolo museo delle barche da salvataggio la chiesetta NOTRE DAME DE LA JOIE.        PARCHEGGIO MISTO Gps    47°47’59.3″N 4°22’24.8″W

PONT L’ ABBE’ è il capoluogo del Pays Bigouden, la regione si caratterizza per il forte attaccamento alle tradizioni.      Il nome Bigouden deriva probabilmente dal bretone bigou o beg, che significa “punto” e fa riferimento ad un piccolo fermaglio a punta utilizzato nei copricapi femminili.

Ogni anno a metà luglio celebra in due giorni la festa des Brodeuses con 1000 costumi bretoni e bande musicali che sfilano la domenica mentre al sabato sfilano ben 300 bambini, e poi stand caratteristici e danze del luogo, assolutamente imperdibile. Da visitare anche il piccolo Museo Bigouden.

E noi siamo arrivati proprio in occasione di tali festeggiamenti, due giornate ricche di tante emozioni !   I loro costumi sono davvero magnifici !  La coiffe bigoudène si caratterizza per la sua altezza di oltre 30 centimetri.      Pare che tale innalzamento ricordi un fatto storico, ovvero un atto di protesta contro re Luigi XVI che aveva fatto abbattere le guglie dei campanili, protesta durante la quale le donne avevano sollevato le loro coiffes.
Oggi questo copricapo è ancora indossato da un centinaio di donne.

Inoltre ho avuto la fortuna di conoscere girando per le bancarelle la signora Alexia Caoudal quasi centenaria , emblema proprio di queste traduzioni, infatti vi capiterà di vederla spesso sulle cartoline della Bretagna e in varie pubblicità.

Bello il MONUMENTO BIGOUDEN; esprime il dolore delle donne bigouden pensando agli uomini pescatori persi durante la tempesta – vestite con abiti tradizionali bigouden degli anni 1910.

GRANDE PARCHEGGIO misto ADIBITO PER CAMPER  – Gps 47°52’03.9″N 4°13’36.7″W

AREA PARCHEGGIO – Avenue de la Gare,  Pont l’Abbe – gratuito con servizi – pochi posti – Gps 47°52’15.6″N 4°13’27.5″W da verificare se c’ è ancora

AREA PER CAMPER PRESSO centro commerciale E. LECLER – Route de Saint-Jean-Trolimon,  Pont l’Abbe – gratuita – Centro a 1,5 km – servizi – lavanderia – Gps 47°51’50.0″N 4°14’12.1″W

___________________________________________________________________

Dopo due giornate intense all ‘ insegna dell’ allegria riprendiamo il cammino verso QUIMPER, grande cittadina d’ arte  di storia.     Bello visitare la cattedrale, scoprire le botteghe degli artigiani e i molti negozi, girare per le piazze caratteristiche e le vie con le case a PAN DE BOIS o a graticcio, passeggiare lungo il fiume…..sicuramente una cittadina da non perdere.

Non ci sono aree per i camper ma è possibile sostare anche di notte nei parcheggi lungo fiume nei pressi dell’ ufficio del turismo. Gps 47°59’34.1″N 4°06’25.3″W

Camping Municipal Le Bois du Séminaire – Avenue des Oiseaux,  Quimper – Aperto tutto l ‘ anno – economico – non lontano dalla città – Gps 47°59’24.0″N 4°07’14.5″W

LOCRONAN questa cittadina caratteristica, una volta specializzata nella tessitura di stoffe, merita senz’altro una sosta. È splendida la piazza centrale con un bel selciato e un vecchio pozzo, su cui si affacciano una chiesa e belle case in granito. Qui molti negozi offrono buoni prodotti della regione. Parcheggio inizio paese adibito ai camper.

AREA SOSTA – Chemin de Rosancelin,  Locronan – inizio paese – a pagamento 6 euro – servizi 2 euro – Gps 48°05’54.0″N 4°12’44.8″W

Prosegue il giorno dopo il nostro cammino verso il complesso parrocchiale di PLEYBEN, costruito fra il XV al XVII secolo, che vanta il calvario più importante di tutta la Bretagna e fa parte delle architetture religiose tipiche della regione. Bellissimo l’ organo al suo interno e le varie decorazioni.

Parcheggio 150 posti dietro la piazza centrale. Gps 48°13’43.0″N 3°58’15.7″W

Vi invito ad andare alla POINTE DE PENHIRCAMARET SUR MER davvero magnifica (da noi già visitata – leggete altro articolo), dove troverete anche i MENHIR, rovine delle postazioni di guerra e un piccolo museo, una bellissima spiaggia. Area sosta 6 euro con servizi Gps 48°16’27.2″N 4°36’30.0″W

A BREST dopo quattro anni si svolge per una settimana la grande FESTA MARITTIMA che raduna alcuni tra i più grandi velieri al mondo, tra cui l’ HERMIONE e la flotta della Russia, ma non solo, per un totale di 5000 marinai e 1500 battelli. E intorno ovviamente stand di ogni genere, concerti e spettacoli .
Avremmo voluto parteciparvi, ma con i miei problemi motori sarebbe stato troppo difficoltoso percorrere 8 km di porto e partecipare a tutti gli eventi.

Il bellissimo FARO DI SAINT MATHIEU ci accoglie verso sera, un monumento simbolico per tutti i marinai della Bretagna.    Un piacevole luogo di passeggiate, d’incontro tra il sentiero GR34 ed il parco naturale marino di Iroise, l’abbazia edificata nel XI secolo, il museo, il faro ed anche il Monumento nazionale in ricordo dei marinai dispersi in mare.       E i tramonti qua sono stupendi.

Parcheggio camper su prato  (Gps 48°19’55.6″N 4°46’05.7″W) – Alcuni camper sostano anche lungo la strada fronte mare

Poco prima a Plougonvelin potete  visitare il FORTE DI BERTHEAUME.   Si trova su un’isololotto, che è oggi collegato alla terraferma da un ponte pedonale. È stato utilizzato a lungo per monitorare l’accesso delle navi alla rada di Brest.

AREA SOSTA  BERTHEAUME – Rue de Bertheaume,  Plougonvelin – sul lungomare- a pagamento 8 euro – servizi  – docce calde – toilettes  Gps 48°20’16.4″N 4°42’26.7″W

Si avvicina il 14 di luglio e decidiamo di fermarci un paio di giorni sul mare a LE CONQUET in un AREA per camper vicino all’ ufficio del Turismo, Rue General Leclerc Le Conquet – GRATUITA – carico e scarico, wifi gratuita e grande parco a fianco. Gps 48°21’38.2″N 4°46’12.4″W

Attenzione zona blu in tutto il centro paese di 4 ore. Porto di pesca e turistico (partenza per le isole) con fari e belle spiagge nelle vicinanze; la zona è veramente incantevole.

CAMPING LE BLANS SABLONS – Route de Kermorvan,  Le Conquet – Aperto: 2/4 – 1/11 – Tel.: +33298360791 – 100 M. DAL MARE – centro 1,5 km. – semplice ma economico – Gps 48°22’01.6″N 4°45’37.2″W

Proseguendo sulla costa troviamo un’ altra sosta bellissima vicina al mare e a due grandi spiagge, sabbia bianca e acqua cristallina, precisamente a LAMPAUL-PLOUARZEL.

BUONA AREA SOSTA  – Rue de Beg-Ar-Vir,  Lampaul Plouarzel – A PAGAMENTO solo euro 4,80 raccolto verso sera – servizi – acqua 2 euro – docce – wifi gratuita – lavatrice e asciugatrice – servizio pane – fronte mare – davvero unica – Gps 48°26’48.8″N 4°46’38.8″W

Ma le meraviglie non sono finite qui !!!! Dopo una ventina di km eccoci nei pressi di PORTSALL.     A due passi dall’ area sosta c’ è una bellissima spiaggia, ma è anche possibile  raggiungere, in bici o con lo scooter, una serie di altre splendide conche di sabbia fine e bianca e di acqua cristallina sino a giungere alla più grande Plage de Treompan. Paesaggi che con giornate di sole sono da togliere il fiato…..per non parlare poi dei tramonti!!!  Facilmente raggiungibile anche il paese.

AREA SOSTA KERROS – Rue de Porsguer,  Portsall – Posizionata su un ex campeggio – pagamento 5 euro tramite carta bancaria – servizi gratuiti – bella spiaggia sabbiosa 100 m-negozi e ristorante 200 m – Gps 48°33’58.3″N 4°41’55.6″W

Il consiglio è di proseguire poi sempre lungo la costa per la “Route Touristique” verso Lampaul-Ploudalmezeau,  per scoprire il Paradiso. Le foto non rendono cosa è questa conca delle Dune di sabbia bianca con acqua verde smeraldo. Peccato non ci siano molti parcheggi, per scoprirla bisogna sistemarsi lungo le stradine che portano ad essa e il consiglio è di farlo al mattino presto per non trovarle piene di auto. Altrimenti fate un giro in bici o scooter.  Es. Gps 48°34’09.1″N 4°39’33.3″W

NON CI SONO PAROLE …..GUARDATE I COLORI !

Da questo punto potrete distinguere bene in lontananza il faro de l’ Ile de la Vierge , un’ altro luogo caratteristico che potrete sempre raggiungere attraversando il ponte e proseguendo lungo la costa e la strada turistica.

Ci sono due campeggi in ogni caso qua vicino alle Dune.

CAMPING MUNICIPAL LES DUNES – Lampaul-Ploudalmézeau – Telefono: +33 2 98 48 14 29 Tel.: +33298481128 – Aperto: 15/6 – 15/9 – AMPIE PIAZZOLE – 100 m. da spiaggia – economico – Gps 48°34’03.8″N 4°39’24.7″W

Le camping de l’Aber Benoit – 89 Rue de Corn ar Gazel,  Saint-Pabu – Tel  +33 2 98 89 76 25 –   si trova sul mare con accesso diretto a 3 bellissime spiagge di sabbia bianca e al sentiero costiero –  Aperto dal 28 aprile a 23 settembre 2018 –   Gps   48°34’35.0″N 4°37’43.9″W  

Ed ora puntiamo verso una zona che già conosciamo bene, ma che ogni volta ci rapisce il cuore, KERLOUAN e il FARO DI PONTUSVAL. Qua troverete una serie di spiagge magnifiche; noi abbiamo sostato in libera fronte mare poco prima del faro lungo la costa di KERLOUAN (CREMIOU) e ci siamo rimasti due giorni a goderci tanta meraviglia, per non parlare dei tramonti alla sera. PARCHEGGIO Gps 48°40’24.7″N 4°21’18.2″W

In agosto se non entrate dall’ unico ingresso spiaggia sorvegliato, non ci sono problemi per i vostri cani.

Se passeggiate lungomare verso ovest  a MENEHAM, subito dietro a queste spiagge e le dune, si trova un antico villaggio di pescatori con le capanne con tetti di paglia e una casa tra due grandi rocce.

CAMPING PLAGE DE MENEHAM – 864 Lestonquet,  Kerlouan –  Tel.: +33658486232 – Aperto: 3/6 – 16/9 – Prezzo economico – servizi gratuiti – Gps 48°40’08.2″N 4°21’43.0″W

AREA SOSTA – Attaccata al Camping Meneham Plage –   Lieu-dit Lestonquet –  Kerlouan – a pagamento 7 euro – ingresso automatizzato –  elettricità , accesso WIFI, lavanderia e telecamere a circuito chiuso  – accesso diretto a una bellissima spiaggia di sabbia bianca fiancheggiata da massi di granito e un sentiero escursionistico (GR34) – Gps 48°40’10.5″N 4°21’42.9″W

Se si prosegue invece verso est si arriva appunto al FARO DI PONTUSVAL, con vicino altre due belle spiagge (in estate divieto cani), con due possibili soste.

CAMPING DU PHARE DE PONTUSVAL –  è particolarmente apprezzato per la sua posizione ai piedi del faro di Pontusval e l’accesso diretto al mare – Aperto dal  01/04/2018 al 30/09/2018 – economico – vendita bombole gas – wifi – Tel. 02 98 83 45 06 – Gps. 48°40’31.3″N 4°20’44.6″W        A fianco al camping c’ è anche possibilità di una AREA SOSTA su erba – a pagamento euro 4,50. 

Molte le altre belle a seguire lungo la costa come a Brignogan Plage, le Dune di Keremma o Plage Les Amiets, da noi già visitate in precedenza (leggete gli altri nostri articoli).

Lasciamo sospirando quindi la costa e facciamo una tappa a LE FOLGOET per visitare la bella basilica del quattrocento.    PARCHEGGIO a fianco Gps 48°33’35.4″N 4°20’06.0″W

Ora ci dedicheremo a visitare alcuni Enclos Paroissiaux o complessi parrocchiali che rappresentano una peculiarità dell’ architettura e dell’ arte cristiana in Bretagna. Costruiti tra il XVI e il XVIII secolo attorno ad un cimitero e costituiti solitamente, oltre che dal recinto e dallo stesso cimitero, da un arco trionfale, da una chiesa, da una cappella funeraria, da un ossario e da un calvario.

Il primo Calvario è a LAMPAUL GUIMILIAU – Vi si accede da un cancello, di fronte al portico, e una porta monumentale, vicino l’ossario. La chiesa occupa la maggior parte del terreno.  Buona area sosta gratuita con servizi – Gps 48°29’38.5″N 4°02’18.8″W

Poco distante ecco il Calvario di GUIMILIAU – Il calvario è ricco delle scene della vita di Gesù. Questo splendido complesso architettonico si definisce “sagrato” e comprende l’ arco di trionfo, il campanile,l’ ossario, l ‘ampio portico, la chiesa, la sacrestia, la cappella funerario e cimiteriale. Area sosta gratuita a 300 metri con servizi Gps 48°29’11.4″N 3°59’49.2″W

Il Calvario più rinomato è quello di SAINT THEGONNEC. Considerato tra i più completi complessi parrocchiali bretoni è un riflesso della passata opulenza di Saint-Thégonnec, che nel Rinascimento francese era una delle parrocchie più ricche della regione del Léon.Le opere al suo interno e il suo organo sono davvero notevoli.        Bella area sosta con piazzole divise da siepi anche se un po’ in pendenza – servizi gratuiti – Gps  48°31’20.0″N 3°56’46.0″W

Siamo passati anche a PLOUGONVEN dove il complesso è bello esteriormente ma meno ricco al suo interno.

In seguito ci dirigiamo a MORLAIX per fare acquisti. La città di Morlaix ha un ricco patrimonio : 152 case a graticcio(tra queste, si può visitare la casa conosciuta come della duchessa Anna e sede di Pondalez 16 ° secolo), vicoli, scale ripide, terrazza giardini, il viadotto, e un passato storico segnato da attività di pirateria, il commercio di lino, la produzione di tabacco . Il porto è il più grande di Bretagna.

AREA SOSTA 10 POSTI presso Parking Intermarchè – Rue de Brest,  Morlaix – GRATUITO con servizi – centro 300 m. – Gps 48°34’27.0″N 3°49’53.6″W

La baia di Morlaix offre molte possibilità di scoprire belle cittadine come ROSCOFF e L’ ILE DE BATZ, SAINT POL DE LEON e poi verso est tutta la costa di granito rosa con TREGASTEL (area sosta a pagamento in Rue de Poul Palud) e la vicina PLOUMANAC’H e il sentiero dei doganieri segnalato anche come GR34 (appoggiatevi sempre agli uffici del turismo per planimetrie e informazioni sui percorsi).
Se poi volete potete andare a fotografare la casa nella roccia a PLOUGRESCANT direzione LE GOUFFRE, possibilità di sosta alla POINTE DU CHATEAU.
Poco più su partono i battelli per la splendida ILE DE BREHAT.

Tutto questa zona è ben descritta sempre in un altro nostro articolo riguardante la Bretagna e un altro nostro viaggio.

Noi stavolta puntiamo verso PONTRIEUX . Questo villaggio è decisamente incantevole: con il suo lungo fiume, le barche fiorite, le vecchie case di granito, l’acciottolato antico, la conservazionee di costumi e usanze e il suo meraviglioso porto immerso nel verde, Pontrieux vi conquisterà con il suo fascino d’altri tempi.

I 50 lavatoi fioriti e le barche illuminate per scoprire in notturna questo villaggio dando vita a un vero e proprio percorso illuminato durante l’ estate. E poi ancora caratteristico Il treno a vapore Pontrieux – Paimpol (solo nella bella stagione).

Un parcheggio gratuito con servizi – a 200 metri dal centro in  Rue Kerpontou (Gps 48°41’50.8″N 3°09’52.8″W)– oppure è possibile sostare lungo fiume vicino al porto.

Lungo la costa altra zona da noi già conosciuta e che vi invito a visitare è CAP FREHEL: bellissimo soprattutto se ci arrivate verso sera per poi godervi il tramonto su questo panorama mozzafiato. La bellezza della costa è accentuata dai prati ricoperti di ginestre e fiori selvatici e dai due fari che la fanno da custodi. Possibilità di sosta anche notturna 4 euro. Pochi km dopo c’ è FORT LA LATTE. Arrivate per quando aprono le 10,30 dopo c’ è molta confusione, ingresso al forte adulti 6 euro (3,50 bambini), parcheggio camper gratuito, divieto notturno.

Noi stavolta scendiamo verso GUIMGAMP città di storia e patrimonio, con i resti dei “Rempart du Chateau”, le antiche prigioni, il Monastero delle orsoline, la Basilica Notre Dame de Bon Secours, la maison detta della Duchessa Anna, la piazza del centro ecc. Non perdetevi una passeggiata sulle rive del fiume Trieux alla scoperta del vecchio Mulino.

Una piacevole sosta anche solo di passaggio; parcheggio gratuito anche per camper nella grande piazza DU VALLY (servizi gratuiti), ma non il venerdi per mercato, la prima settimana di luglio e il 15 agosto.   Gps 48°33’34.7″N 3°08’55.4″W     Noi in realtà abbiamo sostato in Rue de la Passerelle lungo la via e vicino al percorso sul fiume.

Proseguiamo per DINAN, questo borgo arroccato sul fiume Rance è uno dei più belli di tutta Francia con le sue stradine acciottolate, con le case a graticcio e il suo fascino medievale, con i suoi bastioni, la torre dell’ orologio e la cattedrale. E’ un’esperienza unica passeggiare nei vicoli medievali. Quest’ anno poi siamo arrivati il 23 luglio per la FESTA MEDIEVALE EUROPEA davvero bellissima, molte le attrazioni, il mercato medievale e le persone in costume.

PARCHEGGIO camper  NO SERVIZI – (Gratis o 5 euro in estate) – Rue du Port, Dinan – salita ripida per il centro –  Gps 48°27’16.4″N 2°02’19.0″W

I SERVIZI si possono fare in Rue Chateaubriand,  Dinan  – Gps 48°26’50.0″N 2°02’46.0″W al di fuori del CAMPING MUNICIPALE 

CAMPING MUNICIPALE CHATEAUBRIAND – Rue Châteaubriand, Dinan, piccolo ombroso – centro a 300 metri – Aperto: 1/6 – 30/9 – Tel.: +33296391196 – Gps 48°26’50.2″N 2°02’46.6″W                             

  Comodo il parcheggio a pagamento in PLACE DUGUESCLIN proprio di fronte all’ ufficio del turismo. Quando c’ è la festa il paese mette a disposizione altri parcheggi (noi abbiamo sostato lungo la via Renè Cassis e poi si usa la bici) 

 Dopo una giornata molto intensa alla festa di Dinan la sera ci spostiamo a DOL DE BRETAGNE. Per scoprire il carattere di questa piccola città percorrete la Grand-rue e rue Lejamptel, addentrandovi nei cortili aperti, circondati da belle case a graticcio e poi non dimenticate la cattedrale gotica. 

      AREA SOSTA MUNICIPALE –   Place Jean Hamelin,  Dol de Bretagne- GRATUITA CON SERVIZI – centro a 150 m. – Gps 48°32’50.1″N 1°45’16.9″W

Camping Les Tendieres – Rue du Tendieres,  Dol de Bretagne – acqua park-50 m-100 m-supermercato Lidl centro 500 m. – Aperto: 2/4 – 28/10 – economico – Gps 48°32’49.0″N 1°45’30.8″W

E’ stato un viaggio ricco di emozioni in questa terra di Bretagna davvero unica che ti rimane nel cuore !  Seguiteci ancora nelle nostre prossime avventure in camper.

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

3 pensieri su “Per le vie di Bretagna in camper (seconda parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.