In camper in Francia: viabilità, equipaggiamento e trafori

In questa pagina cercherò di darvi consigli utili per viaggiare in camper in Francia.        Parleremo quindi della viabilità, l’ equipaggiamento, dei limiti di velocità, dei possibili trafori e relativi costi, l’ eventuale attraversamento di Austria, Germania e Svizzera.

La circolazione in Francia

Guidare in Francia è molto semplice e il rischio di ingorghi e di code è praticamente inesistente tranne che in avvicinamento alle grandi città e alle zone costiere del sud perché molto battute dal turismo nei mesi estivi.

Parliamo di quasi un milione di chilometri, di cui quasi 11.000 di autostrade.  Per sapere tutto sui prezzi dei pedaggi, le aree di servizio e di riposo, i ristoranti, le stazioni di servizio, e i dettagli del vostro itinerario, consultate il sito http://www.autoroutes.fr 

Un suggerimento importante: non sostate mai in autostrada, soprattutto al sud, purtroppo è risaputo che si è a rischio furti !!     Soprattutto se volete riposare la notte il consiglio è piuttosto  di uscire e fermarvi nel paese più vicino o se proprio volete prendere un caffè mettete sempre l’ antifurto e assicuratevi che non vi sia nulla in vista di prezioso.           (Questo è un consiglio valido non solo per la Francia ma in realtà un po ovunque in autostrada).      

Per il resto non abbiate timori, noi come già detto facciamo sempre sosta libera per diversi mesi senza mai aver avuto problemi, con i dovuti accorgimenti: sempre antifurto, abbiamo anche chiusure interne aggiuntive, fermandoci vicini ad altri camper o ad abitazioni quindi mai isolati.

Le autostrade sono indicate con segnali a sfondo blu; tutte le altre strade con segnali a sfondo verde.

E’ pur vero che le autostrade francesi sono piuttosto costose, ecco perchè solitamente noi le evitiamo, anche perchè le statali sono belle e ben percorribili, ed in più ci godiamo il panorama.     Siccome al nord diverse autostrade sono anche gratuite, noi togliamo nel navigatore la voce PEDAGGIO, lasciando evidenziata la voce AUTOSTRADA, cosicchè eviteremo solo i tratti a pagamento.

E’ anche vero che alcuni magari hanno pochi giorni di ferie e quindi necessità di velocizzare il viaggio, per cui le autostrade sono indispensabili.    

Un suggerimento : se avete un camper mansardato generalmente al casello sarete classificati come classe 3 causa altezza (sopra i 3 metri di altezza come i camion) e pagherete tantissimo.  Ma siccome come camper il peso dovrebbe rimanere nelle 3,5 tonnellate, è successo in questo caso che chiamando l’operatore e dicendo di avere un camping-car  ti abbassano a classe 2 con notevole risparmio ( anche del 50%).

CLASSE 2 – – Veicoli o assiemi rotolamento cui PTAC è inferiore o uguale a 3,5 tonnellate e la cui altezza totale è strettamente tra 2 e 3 m

CLASSE 3 – – Veicoli con 2 assi la cui altezza totale è maggiore o uguale a 3 metri o con un GVWR superiore a 3,5 tonnellate.

 

Caselli e barriere accettano pagamenti mediante carte di credito (eccetto American Express e Maestro).   Onde evitare problemi noi consigliamo di ritirare un po di contanti prima di percorrere una autostrada.

STRADE INTERURBANE                  Esistono 4 tipi di strade interurbane.

  1. Autoroutes (A): sono strade a multicorsie a scorrimento veloce nelle quasi si paga un pedaggio. In questa tipologia di strade non esistono i ticket in ingresso ma barriere ogni tot chilometri nelle quali viene chiesto il pagamento di un pedaggio forfettario. Siccome non viene accettato il nostro Telepass vi consigliamo di munirvi di monete o carte di pagamento.    Attenzione anche ai limiti di velocità in quanto sono strade munite di controllo elettronico molto severo.
  2. Routes Nationales(N, RN): strade  solitamente belle larghe e scorrevoli
  3. Routes Départementales (D): strade regionali
  4. Routes Communales (C, V): Stradine di campagna

 

Equipaggiamento Veicolo :

Triangoli due – sono obbligatori

Giubbetto riflettente alta visibilità può avere il colore giallo acceso, arancione o rosso (deve essere presente nella cabina) quindi è obbligatori

Estintore-  Valigetta pronto soccorso – non sono obbligatori

Lampadine di ricambio – non obbligatori ma consigliate

In alcuni siti si legge che sarebbe obbligatorio avere anche l’ etilometro, ma pare che se non lo avete a bordo non sarete multati per questo, e in ogni caso sappiate che il tipo monouso non costa molto procurarselo.

Limiti di velocità

50 km/h nei centri abitati;

90 km/h fuori dei centri abitati;

110 km/h sulle autostrade urbane e sulle strade a doppia carreggiata separata;

130 km/h sulle autostrade (110 km/h in caso di pioggia).

Attenzione: a chi possiede una patente europea e supera il limite di velocità di oltre 40 km/h la patente verrà confiscata sul posto dagli agenti di polizia.

Le luci accese di giorno non sono obbligatorie ma raccomandate.

Numeri utili
Numero unico europeo: 112
Soccorso stradale (Arc Transistance): 0800/089222 numero verde per Soci ACI
Numero di assistenza soci ACI: +390266165538

Info http://www.aci.it/il-club/soci-in-viaggio/per-chi-va-allestero/guidare-in-europa/francia

OBBLIGHI PER MOTO O SCOOTER

Molti camperisti hanno con sè spesso uno scooter o similare per girare e scoprire in vacanza le meraviglie di Francia; ecco di seguito la normativa.

ABBIGLIAMENTO ATTENZIONE ALLE NUOVE NORME 

Art. 171 – (Dotazione di sicurezza per la conduzione di veicoli a due ruote)

Ai fini di cui al comma 1:
a) per i veicoli fino a 11 Kw è obbligatorio l’utilizzo del casco integrale;
b) per i veicoli da 11 Kw a 25 Kw è obbligatorio l’utilizzo di un casco integrale, di guanti per la protezione delle mani, e di giacca tecnica con protezioni per spalle e gomiti;
c) per i veicoli da 25 Kw a 52 Kw è obbligatorio l’utilizzo di un casco integrale, di guanti per la protezione delle mani, e di giacca tecnica con paraschiena integrale e con protezioni per spalle e gomiti;
d) per i veicoli oltre 52 kw è obbligatorio l’utilizzo di un casco integrale, di guanti per la protezione delle mani e di una tuta tecnica o di una giacca tecnica con paraschiena integrale e con protezioni per spalle e gomiti e di pantaloni tecnici con protezioni per fianchi e ginocchia.

Documenti:
Patente, Carta di circolazione, Certificato di assicurazione.

Equipaggiamento Veicolo:
Giubbetto riflettente: obbligatorio (gilet giallo catarifrangente da indossare in caso di arresto sulla carreggiata – la multa in caso ne fossimo sprovvisti va da un minimo di 11 a un massimo di 135 euro)
Valigetta pronto soccorso: obbligatoria Kit omologato Din 13167
Kit Alcoltest (etilometro omologato in Francia): obbligatorio ma non prevede sanzioni in caso non fosse presente

Casco: obbligatorio

Abbigliamento:
ATTENZIONE ora c ‘è obbligo di indossare guanti protettivi omologati

Limiti di velocità:
50 km/h nei centri abitati;
90 km/h fuori dei centri abitati;
110 km/h sulle autostrade urbane e sulle strade a doppia carreggiata separata;
130 km/h sulle autostrade (110 km/h in caso di pioggia).
Attenzione: a chi possiede una patente europea e supera il limite di velocità di oltre 40 km/h la patente verrà confiscata sul posto dagli agenti di polizia.

I TRAFORI per la Francia

Il traforo stradale del Frejus è una galleria a pedaggio che collega la Francia con l’Italia.

 È posto sotto il monte Frejus, fra le città di Modane in Francia e Bardonecchia in Italia e corre parallelo al traforo ferroviario del Frejus. Costituisce uno dei principali collegamenti transalpini fra Francia e Italia.

Il costo per veicoli uguali o inferiori a 3 metri di altezza è di euro 58,60 (lato francese euro 57,60) nel 2017

Andata e ritorno entro 7 giorni prevede una tariffa agevolata di euro 73,60 (nel 2017)

-Il traforo del Monte Bianco (in francese, tunnel du Mont-Blanc) è un tunnel autostradale che collega Courmayeur, in Valle d’Aosta, a Chamonix, nel dipartimento francese dell’Alta Savoia, congiungendo la regione Rodano-Alpi alla Valle d’Aosta. 

Il costo per veicoli uguali o inferiori a 3 metri di altezza è di euro 58,60 (lato francese euro 57,60) nel 2017.

RAGGIUNGERE LA FRANCIA ATTRAVERSO LA SVIZZERA

   Per utilizzare le autostrade e le superstrade svizzere tutti i veicoli devono essere provvisti di un contrassegno prepagato, conosciuto come “vignette” o vignetta.    Si deve esporre direttamente sul veicolo in modo ben visibile e controllabile dall’esterno, prima di imboccare l’autostrada. Sulle autovetture si applica all’interno del parabrezza, sul bordo sinistro o dietro lo specchietto retrovisore.     

Esiste un solo tipo di contrassegno  che ha durata annuale  con validità 14 mesi (12 mesi dell’anno solare + dicembre dell’anno precedente + gennaio dell’anno successivo) ed è valido per tutti i veicoli a motore, i rimorchi e i caravan fino ad un peso totale di 3,5 t. ed ha un costo di euro 38,50 nel 2016.

 Dove acquistare i contrassegni in Italia

I contrassegni possono essere acquistati presso gli Automobile Club Provinciali.

E’ possibile trovarli anche in prossimità della frontiera con la Svizzera, in tutti gli uffici doganali e nelle stazioni di servizio autostradali.

Attenzione anche al peso del camper a volte vengono fatti controlli.

 

  RAGGIUNGERE LA FRANCIA ATTRAVERSO L’ AUSTRIA E LA GERMANIA

Anche il sistema autostrale austriaco è a pedaggio e prevede l’ utilizzo di una speciale vignetta acquistabile con vari tipi di validità temporale. In aggiunta è da segnalare un pedaggio suppletivo, incassato tramite barriere autostradali, per alcuni punti in cui il costo di manutenzione dell’infrastruttura è particolarmente oneroso; tipicamente in tratti montagnosi o ricchi di gallerie.

(tratto da https://it.wikipedia.org/wiki/Autostrade_in_Austria)

Anche in Germania, dove sino ad ora la maggior parte delle autostrade erano gratuite, ma le cose pare cambieranno con l’ entrata in vigore del pagamento di una vignetta.

Recentemente infatti la Germania ha varato una legge che introduce dal 2019, per tutti gli automobilisti, un pedaggio sotto forma di bollino, tipo quello svizzero. Necessario averlo per poter viaggiare sui 13.000 chilometri della rete autostradale tedesca. Pedaggio anche per loro, quindi, che si può pagare sotto forma di bollino annuale o temporaneo dalla validità di 10 giorni, con prezzo che varia in funzione delle emissioni della propria vettura. Tuttavia i cittadini tedeschi riceveranno una riduzione sulla tassa di circolazione.

ATTENZIONE: ABBIAMO TRATTATO UN ARTICOLO A PARTE CIRCA IL BOLLINO AMBIENTALE in Francia divenuto d’ obbligo in alcune città, ma soprattutto a Parigi !!

               

6 pensieri su “In camper in Francia: viabilità, equipaggiamento e trafori

  1. Denasi Massimo

    gran bell’articolo, dettagliato , utile per conoscere e non cadere in spiacevoli inconvegnenti. Sono ormai sette anni che passo le vacanze nel territorio Feancese e tutte le volte scopro territori nuovi, sempre accoglienti e attrezzati . grazie Massimo

    1. camper_admin Autore dell'articolo

      intanto grazie – certo anche per noi la francia è magica e quando è possibile ci trascorriamo anche alcuni mesi – presto metterò altri articoli in merito

    2. camper_admin Autore dell'articolo

      la Francia è magica e non si finisce mai di scoprirla – io vorrei condividere nei miei prossimi articoli le nostre esperienze sperando possano esservi utili per programmare voi una bella vacanza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *