Bretagna in camper: Finistere costa sud

Logo SitoContinua il nostro viaggio in camper percorrendo il Finisterre, dove si trova la vera essenza della Bretagna, tra scogliere e fari, prati verdi e foreste, villaggi pittoreschi o siti archeologici ecc.

Arriviamo a  QUIMPERLE’ che è quasi ora di pranzo e sostiamo in un parking misto, anche perchè il paese non è molto grande, con anche viuzze lastricate e non ci sono molte possibilità di sosta.  Gps 47°52’26.1″N 3°32’48.3″W

AREA SOSTA MUNICIPALE – Rue du Viaduc,  Quimperle – GRATUITA – servizi gratuiti – 3 posti – Gps 47°51’58.3″N 3°32’36.6″W

Pensate che però da qui partono 100 km di sentieri, sulle rive dei fiumi nella foresta fino al mare; come sito naturale troviamo la Foresta di Carnoet di 750 ettari, che conserva numerosi resti megalitici e medievali.

I monumenti più importanti sono l’ Abbazia di Saint Colomban, la Casa degli Arceri, il ponticello medievale fiorito, la Chiesa Saint Croix, il Convento delle orsoline e la Chiesa Notre Dame de l’  Assomption.

PONT AVEN è la nostra prossima tappa. Questo delizioso porto e città ricca di mulini a vento è uno dei villaggi assolutamente da visitare in Bretagna, tanto da diventare nel passato rifugio per gli artisti parigini in fuga dal chiasso della città e alla ricerca dll’ispirazione rurale.

Diversi i percorsi a piedi da fare che ci fanno scoprire le sponde fiorite del corso d’ acqua, case pittoresche, il piccolo porto, antichi lavatoi e i mulini a vento. Da non dimenticare i famosi biscotti Les Galettes di Pont Aven.

AREA SOSTA CIRCUITO PASS’ ETAP – CAMPING CAR PARK Rue Louis Lomenech – a pagamento 13,60 euro – servizi ed elettricità gratuiti – 400 m. dal paese – Gps 47°51’13.4″N 3°44’37.4″W

AREA SOSTA PARCHEGGIO MISTO – Rue des Abbe Tanguy,  Pont Aven – GRATUITO – NO SERVIZI – centro a 200 metri – Gps 47°51’24.0″N 3°45’10.0″W

Per la notte ci spostiamo di 8 km all’ AREA SOSTA di NEVEZ  GRATUITA- Route de Port Manec’h,  Nevez – servizi – panetteria 5 minuti – no ombra – vicino a Stadio Municipale – Gps 47°48’56.5″N 3°47’21.8″W

Logo SitoL’ indomani pronti a visitare l’affascinante villaggio di KERASCOET, distante 3 km, testimone di un tempo, con le sue case dal tetto di paglia, il quale una volta era fatta di paglia di segale, oggi è stato sostituito dalla canna.    PARCHEGGIO Gps 47°47’41.1″N 3°46’32.7″W

Dopo altri 3 km ecco KERCANIC con casette dalle stesse caratteristiche, cioè di pietra col tetto di paglia, e intorno tanti fiori.

Sentiamo il mare vicino e quindi ci spostiamo lungo la costa che dista solo 2 km, dove troviamo una serie di magnifiche spiagge, collegate tra loro da sentieri dove fare belle passeggiate e con possibilità di parcheggi camper.  Impossibile non fermarsi !!

Il primo è un parking misto in Rue des Îles,  Névez; su asfalto fronte mare ma su scogli,  Gps 47°47’20.2″N 3°48’05.0″W    Il secondo PARKING MISTO è sulla Route de la Corniche fronte spiaggia – Gps 47°47’39.3″N 3°48’36.8″W   

 Il terzo PARKING CAMPER poco dopo Gps 47°47’50.7″N 3°49’48.5″W    Attenzione sono tutti senza servizi

Noi ci siamo fermati in un quarto PARKING CAMPER – Sulla Plage de Trescal,  Trégunc – attenzione perchè sulla strada c’ è un divieto camper che inganna, ma entrando sono delineati 6 posti x camper, no servizi……una zona davvero stupenda!! Gps 47°47’54.2″N 3°50’18.5″W

Logo SitoDopo due giorni ristoratori in questo paesaggio stupendo dobbiamo continuare il percorso, prossima tappa CONCARNEAU.    Prima decidiamo di visitare il Castello di Keriolet, a soli 3 km dal centro città, dimora della Principessa russa Imperiale Zenaide Narischkine-Youssoupov e di suo marito il Conte di Chauveau.

Oggi in parte abitato quindi non tutto visitabile, ha il suo punto forte nelle cucine rimaste intatte. Parcheggio all’ interno del castello lungo il viale. Gps 47°53’04.7″N 3°54’23.5″W

 

CONCARNEAU è  la VILLE CLOSE (città chiusa) tra le mura con la Torre dell’ orologio.

Questo è uno dei luoghi più visitati della Bretagna, per cui in estate è meglio andarci di mattina. Su un isolotto lungo 350 m e largo 100 m, si farà notare per il suo bel campanile e per la sua meridiana.

Due piccoli ponti vi condurranno alle porte delle mura. Rue Vauban, l’arteria principale, è costeggiata da deliziose case con insegne in armonia con l’atmosfera della città. Ai lati, si possono percorrere dei vicoli lastricati che conducono al porto dei pescatori. Mentre passate di lì, non perdete la bella fontana in place Saint-Guénolé.                 E ovviamente tanti negozi con prodotti tipici assolutamente da assaggiare come i Kougn amann o dolce di burro, specialità bretone.

Se siete da queste parti a metà agosto c’ è il Festival del FILETS BLUE (le reti da pesca azzurre), celebrato da più di un secolo, una sfilata autentica di moda bretone con costumi, danze e giochi multicolore. A quei tempi, le banchine di Concarneau si coprivano ogni estate di reti azzurre che i marinai utilizzavano per catturare le sardine.

AREA-PARCHEGGIO a pagamento con servizi – Avenue de la Gare, Concarneau – comodo per visitare la città – bus navetta per la città centro 500 m – 47°52’43.0″N 3°55’14.0″W

CAMPING LES SABLES BLANC – Avenue du Dorlett 17,  Concarneau – spiaggia 200 m-speciale tariffa forfettaria per il camper, eccetto luglio e agosto-  Aperto: 1/4 – 31/10 – centro 1 km – Tel.: +33298971644 – Gps 47°52’55.0″N 3°55’44.9″W

Logo SitoCi spostiamo di una quindicina di km fino a CAP COZ (Fouesnant), una lunga lingua di terra che chiude parzialmente la parte settentrionale della baia di La Forêt.   Davanti a noi un’ ampia spiaggia incontaminata di sabbia fine che permette lunghe passeggiate.   Se poi volete assaggiare delle ottime moules si consiglia la creperie/ristorante Le Corisco.    Ovviamente con la bassa marea non può mancare chi pratica la pesca a piedi o “peche a pied”.

Noi siamo passati verso metà giugno quindi nessun problema per parcheggiare, credo che in agosto ci siano più controlli e che la sosta sia molto più limitata per i camper, anche se per un tratto lungo il viale sotto le piante non abbiamo visto divieti.

Se volete un’ altra spiaggia selvaggia con parcheggio gratuito per camper basta spostarsi 8 km; non ci sono servizi e fate attenzione se piove perchè siete su erba. Gps 47°51’05.1″N 4°02’47.9″W

Riprendiamo la strada per fermarci poco più avanti alla BISCOTTERIA DE BENODET (114 Avenue de Fouesnant,  Bénodet), tipica bretone dove oltre ai tanti souvenirs e prodotti al burro si può assaggiare anche il Kougin Salato. Gps 47°52’37.8″N 4°05’20.4″W

QUIMPER è grande cittadina d’ arte e di storia.     Bello visitare la cattedrale, scoprire le botteghe degli artigiani e i molti negozi, girare per le piazze caratteristiche e le vie con le case a PAN DE BOIS o a graticcio, passeggiare lungo il fiume…..sicuramente una cittadina da non perdere.

Non ci sono aree per i camper ma è possibile sostare anche di notte nei parcheggi lungo fiume nei pressi dell’ ufficio del turismo. Gps 47°59’34.1″N 4°06’25.3″W

Camping Municipal Le Bois du Séminaire – Avenue des Oiseaux,  Quimper – Aperto tutto l ‘ anno – economico – non lontano dalla città – Gps 47°59’24.0″N 4°07’14.5″W

Logo SitoAncora voglia di oceano ed ecco un’ altra bella sosta su spiaggia a COMBRIT – (SAINTE MARINE) – divieto cani ma se non in pieno agosto o domenica sono tollerati ai bordi spiaggia (guardate le foto siamo al 4 di luglio eppure è tutta libera). Bellissimo sentiero che costeggia il mare con panchine lungo il percorso che raggiunge la Baia di Sainte Marine.   Parcheggio Gps  47°51’55.4″N 4°07’18.2″W

PONT L’ ABBE’ è il capoluogo del Pays Bigouden, la regione si caratterizza per il forte attaccamento alle tradizioni.      Il nome Bigouden deriva probabilmente dal bretone bigou o beg, che significa “punto” e fa riferimento ad un piccolo fermaglio a punta utilizzato nei copricapi femminili.

Ogni anno a metà luglio celebra in due giorni la festa des Brodeuses con 1000 costumi bretoni e bande musicali che sfilano la domenica mentre al sabato sfilano ben 300 bambini, e poi stand caratteristici e danze del luogo, assolutamente imperdibile. Da visitare anche il piccolo Museo Bigouden.

Logo SitoE noi siamo arrivati proprio in occasione di tali festeggiamenti, due giornate ricche di tante emozioni !   I loro costumi sono davvero magnifici !  La coiffe bigoudène si caratterizza per la sua altezza di oltre 30 centimetri.      Pare che tale innalzamento ricordi un fatto storico, ovvero un atto di protesta contro re Luigi XVI che aveva fatto abbattere le guglie dei campanili, protesta durante la quale le donne avevano sollevato le loro coiffes.
Oggi questo copricapo è ancora indossato da un centinaio di donne.

 

Inoltre ho avuto la fortuna di conoscere girando per le bancarelle la signora Alexia Caoudal quasi centenaria , emblema proprio di queste traduzioni, infatti vi capiterà di vederla spesso sulle cartoline della Bretagna e in varie pubblicità.

Bello il MONUMENTO BIGOUDEN; esprime il dolore delle donne bigouden pensando agli uomini pescatori persi durante la tempesta – vestite con abiti tradizionali bigouden degli anni 1910.

GRANDE PARCHEGGIO misto ADIBITO PER CAMPER  – Gps 47°52’03.9″N 4°13’36.7″W

AREA PARCHEGGIO – Avenue de la Gare,  Pont l’Abbe – gratuito con servizi – pochi posti – Gps 47°52’15.6″N 4°13’27.5″W da verificare se c’ è ancora

AREA PER CAMPER PRESSO centro commerciale E. LECLER – Route de Saint-Jean-Trolimon,  Pont l’Abbe – gratuita – Centro a 1,5 km – servizi – lavanderia – Gps 47°51’50.0″N 4°14’12.1″W

Logo SitoE’ arrivato nuovamente il sole e allora ecco quest’ altra meraviglia di spiaggia con sabbia fine e acqua cristallina a LOCTUDY – VILLA DES SABLES BLANCS Parcheggio su erba-sterrato – dietro le dune da sogno – no servizi Gps 47°48’00.9″N 4°12’03.4″W     I nostri cagnolini ringraziano felici (divieto alta stagione ma con discrezione a mio avviso si portano)

Il vicino paese di LESCONIL si raggiunge anche in bici attraversando il ponte – bel mercato al porto.

Se occorrono i servizi a LOCTUDY città c’ è una nuova AREA SOSTA (circuito Pass’Etapes ) – a pagamento  € 11,36 / € 13,76 – servizi gratuiti – elettricità gratuita – a 200 m. da  Plage de Langoz – Gps 47°49’42.5″N 4°09’54.7″W

LE GUILVENEC è il primo porto francese di pesca artigianale.
Il suo porto e le banchine prendono vita intorno alle quattro del pomeriggio, quando le navi tornano dalla pesca ed è quindi possibile vedere i pescatori scaricare pesci freschi.

Potrete inoltre visitare l’ Eglise Sainte-Anne, la Cappella Saint Tremeur, l’ antico forno a granito del XVI secolo e il cimitero delle barche.   Il mercato è molto famoso, ricco di colori e profumi di prodotti freschi e artigianali locali e di altre regioni, il martedi e la domenica.

Anche la peche a pied è molto praticata, chiedere sempre all’ Ufficio del Turismo gli orari delle maree per non trovarvi in difficoltà.

AREA SOSTA parcheggio misto – Rue Jaques de Thezac,  Guilvinec – a pagamento 5 euro – servizi scarico gratuito, acqua 4 euro – Gps 47°47’46.1″N 4°16’49.1″W

Di seguito a PENMARC’ H troviamo una bella spiaggia. Bella e particolare poi in paese “ l’ Eglise della Nonna” – aperta al pomeriggio per le visite.

AREA SOSTA – notte costo 5 euro passa incaricato – no servizi – docce sulla spiaggia e wc e lunga ciclabile che segue la costa – Pe-nmarch, Rue de la Grande Grève  Gps 47°48’02.4″N 4°19’05.3″W

CAMPEGGIO LE GRAND BLUE – Rue de l’École de Voile,  Penmarch – piccolo campeggio vicino al mare tra El Guilvernec e Kerity – negozio campeggio – Ristorante – Supermercato 1km – centro 1km – aperto da 09 apr al 15 set – Gps 47°47’56.3″N 4°19’36.9″W

Logo SitoLungo la costa eccoci al Faro d’ Eckmuhl, una delle principali attrazioni della zona e sul quale si può salire fino in cima; a fianco troverete un piccolo museo delle barche da salvataggio e la chiesetta NOTRE DAME DE LA JOIE.        PARCHEGGIO MISTO Gps  47°47’59.3″N 4°22’24.8″W

Poco più avanti vi segnaliamo anche l’ AREA DU VIBENRue de la Plage – Penmarch Finistère – Parcheggio non pavimentato riservato ai camper, con 30 posti, vicino al mare.  Gps 47°49’25.2″N 4°22’15.3″W 

Una buona posizione per visitare la penisola di Saint Guenolè, ricca di scogli dalle mille forme, les Roches de Saint Guenolè, evocanti personaggi, animali ecc. ma anche testimonianze di molti naufragi e tragedie, e poi raggiungere l’ altra bella spiaggia di Kermabec e la Pointe de la Torche.

In paese poi potete visitare il museo della conserveria e acquistare qualche specialità culinaria come la soupe de poisson, zuppa di pesce. E non dimentichiamo che è il quarto porto delle sardine in Francia.   

Tra i monumenti c’ è la torre quadrata di Saint-Guénolé , risalente al xv °  secolo 37 . E ‘il residuo di una chiesa costruita nel 1490 dai capitani mercantili.

Ecco la mappa interattiva di questo percorso:

Certo che ogni angolo di Bretagna ti conquista ed è proprio per questo il nostro viaggio non può finire qui ma continua…..seguiteci nel prossimo articolo sempre lungo la costa ovest sempre del Finistere !

AVVERTENZE:
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.