Natale in Provenza in camper

Logo SitoVivere il Natale in Provenza in camper vuol dire scoprirne le tradizioni, i riti, come Santa Lucia e le sue lanterne,  tra dolci caratteristici, prodotti artigianali, presepi e statuine.

Il periodo dell’ Avvento è un periodo molto sentito in Provenza che inizia l’ultima domenica di novembre e termina al solstizio d’inverno.  

In questo periodo di Avvento cadono importanti feste, molto sentite nel sud della Francia, come la festa di Santa Barbara. In terra provenzale è ancora molto diffusa l’usanza di seminare del grano in tre piccoli piattini (3 simbolo della Trinità) sopra un sottile strato di cotone. Grazie al calore e alla costante umidità, imbevendo il cotone con l’acqua, il grano cresce giusto in tempo per il Natale.

Secondo la tradizione, se il grano cresce bene, l’anno che verrà porterà gioia e prosperità; se invece il grano non cresce rigoglioso tribolazioni sono previste per il nuovo anno.

Molto sentita è anche la Festa della Luce, la festa di Santa Lucia del 13 dicembre, giorno in cui le giornate iniziano ad allungarsi. Per celebrare questo ritorno alla luce, era usanza illuminare muri, balconi, finestre con lanterne e candele sino all’arrivo del Natale.

Ma la tradizione più forte è sicuramente quella dei SANTONS o statuine del Presepe.   L’ artigiano li realizza partendo da uno stampo solitamente di gesso, che rappresenta vari personaggi popolari provenzali che il santonnier (l’artigiano che li realizza) lascia seccare prima di dipingere con un tipo di tempera.     Il primo Santon era originario di Marsiglia.  

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Santons_della_Provenza

Nel presepe ovviamente tutti questi personaggi circondano Gesù bambino, Maria, Giuseppe e i Re Magi che vengono aggiunti il 6 gennaio.  Fanno da contorno poi anche tutti quei personaggi che si ispirano alla tradizione e al folklore, vengono riprodotti i mestieri di un tempo come il fornaio o il pescatore con la rete da pesca, la lavandaia, l’ oste ecc.

LE TRADIZIONI DEL NATALE A TAVOLA

Le tradizione del Natale in Provenza sono davvero molto sentite anche a tavola.

Una di queste è LE GROS SOUPER, il tradizionale pasto del veglione di Natale.  Esso è un pasto magro che ha una sua rappresentazione particolare. Intanto il tavolo deve essere ben decorato  con piccoli rami di agrifoglio con bacche rosse, a volte da rose di Gerico e dal grano di Santa Barbara.

https://fr.wikipedia.org/wiki/Gros_souper

La Trinità è evocata dalle “tre tovaglie” bianche che coprono il tavolo e dalle tre candele.  I tredici pani posti al centro tavola ricordano la Cena con i dodici apostoli e Gesù.   Inoltre viene sempre riservato un coperto viene riservato ad uno sconosciuto, è il “coperto del povero”. 

Si preparano sette piatti magri (le sette piaghe di Gesù) che variano a seconda della zona, ma comunque abbondanti come segno di fortuna e prosperità in futuro.

Ecco poi i  TREDICI DESSERT, simbolo di Gesù e i dodici apostoli.   Anch’ essi possono variare da zona a zona e vengono mangiati al ritorno dalla messa di mezzanotte e rimarranno sulla tavola nei tre giorni seguenti.    Secondo la tradizione, ognuno deve mangiare un po’ di ogni dessert, accompagnandolo con del vin brulé, per assicurarsi buona fortuna per tutto l’anno.

http://www.alimentipedia.it/le-tradizioni-di-natale-in-provenza.html

 DOVE ANDARE A NATALE IN PROVENZA E COSA VISITARE

Io direi di iniziare passando da GRIGNAN dove troverete uno dei più grandi villaggi provenzali in miniatura che nel periodo natalizio diviene ancora più bello.      Il villaggio in miniatura si estende su una superficie di 400 mq occupata da diverse case, con oltre 1000 soggetti animali e personaggi.

Tutti i colori della Provenza sotto i vostri occhi. La vita di un villaggio provenzale a cavallo del secolo attraverso il mercato, chiesa, scuola.

 

_______________________________________________

Ma dai primi di novembre sino a febbraio potrete anche ammirare  ben 300 presepi (creches) da tutto il mondo.   

Possibilità di ristorazione in loco. Bella passeggiata per gli amanti della Provenza e delle sue tradizioni

La Petite Tuilière – Route de Valreas – Grignan  Tél. 04 75 46 91 68 –  PARCHEGGIO Coordinate 44°24’38.8″N 4°55’03.8″E 

http://www.horizon-provence.com/provence-noel/creche-noel-grignan.htm

http://www.horizon-provence.com/provence-noel/creche-noel-grignan.htm

https://www.france-voyage.com

Cos’ altro visitare a GRIGNAN ?   E’ un villaggio medievale circondato nel periodo estivo dai campi di lavanda.   Si può visitare il castello e le terrazze con vista sul villaggio. Poi c’ è la Collegiata di Saint-Sauveur famosa per i suoi concerti d’organo. Essa ospita la tomba di Madame de Sévigné.    Rimane ancora il museo della tipografia.

 

https://www.france-voyage.com

PARKING ROCHECOURBIERE – Parcheggio misto Gratuito – 1 km dal centro – ombreggiato – no servizi –  Gps 44°24’42.8″N 4°54’03.0″E

____________________________________________________________________________

IL NATALE AD AVIGNON

Scendendo ecco che si passa vicino ad Avignon che  dal 5 dicembre a gennaio 2018 indossa gli abiti della festa, quando entrano in scena i Mercatini di Natale, i più grandi di tutta la Provenza, tra luci colorate e bancarelle nel centro della città, a iniziare dalla famosa Place de l’Horologe. 

Per la gioia di grandi e piccini sono numerosi gli eventi che costellano il calendario, dai presepi animati alle sfilate tra danze e melodie natalizie.

ATTENZIONE: leggendo un sito francese pare che nel 2017 i mercatini di Natale in città non avranno luogo – è da verificare Ufficio del Turismo Tel.  +33 4 32 74 32 74 – in ogni caso  molti eventi avranno luogo nella città per tutto il mese di dicembre.

Avignone poi si sa città storica offre molti tesori da visitare, a cominciare dal  Palazzo dei Papi il più grande palazzo gotico d’Europa, residenza dei sovrani pontefici nel trecento.  (vedi altro articolo).

AREA SOSTA a pagamento con carta bancaria – servizi – Chemin de la Barthelasse, Avignon – centro a 1 km circa – Aperto: 5/3 – 1/11         Gps 43°57’20.5″N 4°47’56.4″E attenzione l’ area è chiusa in inverno

CAMPING BAGATELLE – Allee Antoine Pinay 25,  Avignon – Tel.: +33490863039 aperto tutto l’ anno – ben posizionato per visitare la città – Gps 43°57’08.2″N 4°47’57.6″E

_____________________________________________________________________________

Scendendo ancora di circa 30 km vi invito a fermarvi a BAUX DES PROVENCE, in Route de Maillane,  per una mostra molto particolare in una vecchia miniera “CARRIERES DE LUMIRES”, che solitamente si tiene da marzo a inizio gennaio. Ci si immerge in uno spettacolo di immagini e musica dove digitalizzati vengono proiettati su 5000 mq e su pareti fino a 14 metri i capolavori di diversi pittori in una atmosfera davvero magica e surreale.        Le cave si trovano a 800 metri dal Chateau de Baux, a 15 km nord-est di Arles e 30 km sud da Avignone.  Tel +33 4 90 54 47 37   orario dalle 9,30 alle 19.

Si parcheggia lungo la strada D27  Gps 43°44’56.9″N 4°47’47.2″E

Sito ufficiale http://carrieres-lumieres.com/

foto di Luisella Aliprandi

A 10 km a LE PARADOU si trova un altro bel  VILLAGGIO PROVENZALE con altre bellissime riproduzioni in miniatura della vita provenzale quotidiana con più di 400 statuine di creta fatte a mano in maniera eccezionale.    Parcheggio 43°43’15.3″N 4°46’38.0″E

 

____________________________________________________________________________

IL NATALE AD ARLES

Dopo circa una ventina di km ecco ARLES; anche qui il periodo che precede il Natale si veste a festa.   Il municipio, diversi monumenti e le strade della città si illuminano grazie a 150 spettacoli di luci e suoni montati da compagnie professionali, che lasceranno a bocca aperta grandi e piccini.

È il Salon Provence Prestige, alla fine del mese di novembre, a segnare l’inizio dei preparativi natalizi. Questo salone dell’arte di vivere in Provenza raggruppa ad Arles 150 espositori, debitamente selezionati per la qualità dei loro prodotti: statuine, biscotti, focacce, navettes (biscotti tipici a forma di piccole navi), marmellate, miele, salumi, formaggi, caffè, tè, spezie, cioccolato, dolciumi, olive, decorazioni, arte della tavola, ceramiche, tessuti provenzali… tutto ciò che si fabbrica di bello e di buono in Provenza è esposto qui, in una cornice fatata e incantevole.

http://www.arles-agenda.fr/?id=8321

http://www.arles-agenda.fr/?id=6285

http://www.le-grand-pastis.com

Ad Arles non ci sono dei veri e propri mercatini di Natale ma si tengono due eventi importanti.     I primo chiamato “les Droles de Noel” che si terrà per 3 giorni dal 22 al 24 dicembre,  un vero festival delle arti di strada, immerge giovani e vecchi nella magia del Natale. 80 spettacoli gratuiti  in 3 giorni di festival: 22 aziende , circo, burattini, canzoni, magia, giochi musicali, racconti e illuminazione sul programma di questa  13a edizione .

https://guillaumesarrouy.com

http://www.toutma.fr

http://us.france.fr

Il secondo è il e il SALON INTERNATIONAL DES SANTONNIERS dedicato agli artigiani delle statuine del presepe provenzale che si svolgerà nel chiostro della chiesa di Saint Trophine, dal 18 novembre 2017 al 14 gennaio 2018.

http://salondessantonniers.over-blog.fr

http://salondessantonniers.over-blog.fr

La quinta FIERA  AUX SANTONS si terrà a fianco al Salone sopra citato, a  l’espace Van-Gogh, sabato 18 NOVEMBRE e domenica 19 dalle ore 9 alle 19,  Tra gli stand veri artigiani Santon che saranno presenti in entrambe le giornate, il pubblico potrà godere di  numerose attività: laboratori creativi, stampaggio, verniciatura, Demos, Musica, cori, costumi di Arles,  danze tradizionali. Ingresso gratuito

Inoltre CONSERVATOIRE DU SANTON PROVENÇAL, una collezione eccezionale e rara, aperta tutti i giorni tranne il martedi, dalle ore 10 alle ore 19, ROND POINT DES ARENES 14.       Un Museo associativo guidato dal santonnier Henri Vezolles che ripercorre la storia del Santon della Provenza dalle origini fino ai giorni nostri.      In una casa del XVIII secolo si possono ammirare le opere dei più grandi santonnieri provenzali del passato e del presente. 
Circa 2.000 statuine vengono presentate da diverse santonniers.   Ingresso: 3, 50 €, 2 € (gruppi), gratuito per i bambini sotto i 14 anni .

http://www.activargile-provence.fr

COSA ALTRO VISITARE AD ARLES
Città fondata dai Romani sul fiume Rodano conserva tutto il fascino e i colori delle cose di un tempo perduto: i caffè colorati che hanno ispirato tra i più celebri quadri di Van Gogh (che qui visse a lungo), il lungo fiume (molto romantico al tramonto) su cui si affacciano antiche case, le piazzette affollate che si animano durante le feste.        E poi si possono vedere Les Arenes, il teatro antico, gli Aliscamp, i Criptoportici, le Terme di Costantino, la chiesa di Saint-Trophine, il Museo Arlatem, l’ Abbazia di Montmajour e tutto quello che di Van Gogh resta cioè i luoghi, i colori e le atmosfere che permeano la città e che sono impresse nelle sue tele.

DOVE SOSTARE AD ARLES

AREA SOSTA a pagamento (5 euro dalle 20 alle 8) +  servizi gratuiti – in QUAI DE TRINQUETAILLE ma accessibile solo da AVENUE DE LA CAMARGUE – Gps 43°40’37.2″N 4°36’57.2″E 

Il Camping City in inverno rimane chiuso

_____________________________________________________________________________

35 km dopo e siamo a SAINTES MARIES DE LA MER, nel cuore della Camargue.    Cittadina splendida in estate dove si possono scoprire le meraviglie della Camargue con I fenicotteri nelle saline, le passeggiate a cavallo, le spiagge bianche e i bellissimi tramonti, ma perché no, piacevole anche in inverno sempre con il fascino del mare.

Se poi si riesce a godere di alcune giornate soleggiate senza forte vento anche a dicembre, ecco che diventa davvero piacevole passeggiare lungo la strada che porta al Faro di Gacholle, o nell’ entroterra dove nei campi si possono comunque scorrere i bianchi cavalli o i neri tori di questa terra, e perchè no guardare un bel tramonto in riva al mare.

Dal 25 novembre al 4 febbraio 2018 anche qua ritroviamo una Esposizione del Presepe Provenzale e Camarghese di  Mme Arlette Bertello al Relais Culturel . Aperto tutti i giorni dalle ore 10 alle 12 e dalle ore 14,30 alle 17 (chiuso il 25 dicembre mattina e il 1 gennaio tutta la giornata).  ENTRATA GRATUITA

http://www.santounette.fr/

Oltre alla cittadina anche in inverno è possibile visitare  IL PARCO ORNITOLOGICO DELLA CAMARGUE , sulla RD 570 a Pont de Gau,  5 km da Les Saintes-Marie de la Mer. PARCHEGGIO 43°29’17.5″N 4°24’15.5″E

Aperto tutti i giorni dell’anno, il parco ornitologico di Pont de Gau è il luogo ideale per scoprire, guardare e fotografare molte specie di uccelli, tra cui centinaia di fenicotteri nel loro ambiente naturale.     Oggi il parco è di 60 ettari e più di 7 chilometri di passeggiate nella natura incontaminata e di una vicinanza senza pari agli uccelli.

Il tempo di visita dipende dalla scelta di piste, da considerare una media di 1 ora / 1:30 ; i cani non sono possono entrare per non disturbare gli animali del parco. I biglietti d’ingresso (pagamento in contanti) sono validi per tutto il giorno e permettono di personalizzare la visita in base al vostro programma.    Picnic sono ammessi.      Sito http://www.parcornithologique.com/fr/la-visite/le-plan.html

Per visitare il parco, non è necessario prenotare i biglietti in anticipo, si può prendere in loco al momento dell’arrivo e si può affittare il binocolo.     

L’accoglienza del parco è aperto tutti i giorni (eccetto il 25 dicembre):

Dal 1 °  aprile al 30 settembre dalle 9 alle 19
Dal 1 °  ottobre al 31 marzo dalle 10 alle 18

AREA SOSTA Plage Est – a pagamento (13 euro nel 2016)- Rond Point de la Vallee des Lys,  Saintes Maries de la Mer – servizi – fronte mare e non lontana dal centro – no ombra – Gps 43°27’13.1″N 4°26’12.6″E

CAMPING DE LA BRISE – Rue Marcel Carrière,  Saintes Maries de la Mer – (a fianco area sopra indicata) –  centro a 500 m. – Tel.: +33490978467 – Gps 43°27’20.7″N 4°26’10.1″E

Apertura fino al 13/11/2017 e dal 14/12/2017 al 07/01/2018 – Riapertura il 10/02/2018 
Orario di accoglienza: 8h30-19h00 / Juillet-Août: 8h-20h30

Altra AREA SOSTA Plage Ovest – a pagamento (13 euro nel 2016)- D38,  Saintes Maries de la Mer – servizi – centro a 2 km – fronte mare – no ombra – Gps 43°26’59.9″N 4°24’14.5″E

AREA SOSTA a pagamento (13 euro)- servizi – A l’entrée route d’Arles, au rond-point Fourcade – inizio paese non su spiaggia – su asfalto – no ombra – Gps 43°27’21.5″N 4°25’39.6″E

CAPODANNO A SAINTES MARIES DE LA MER

E perchè già che ci siamo non fermarci qua anche per Capodanno ? Non aspettatevi però grandi festeggiamenti come da noi in Italia, in Francia non si usano botti e schiamazzi.

Infatti al 30 alle ore 18 ci sarà la SFILATA DEI CAVALIERI, mentre il 31 dicembre potrete assistere  alle 19 ai fuochi d’ artificio.

foto Tullio Passarella

Resta comunque un fine anno in una bella atmosfera vicino al mare, in una cittadina caratteristica……e si può comunque sempre mangiare e bere in buona compagnia di altri amici camperisti !!!!

foto di Tullio Passarella

ECCO IL PROGRAMMA COMPLETO

Dal 23 dicembre al 7 gennaio: celebrazioni di Natale e Capodanno

Le mostre e le animazioni seguenti sono permanenti

MANEGES di Natale (Place des Gitans, accanto all’Ufficio del Turismo e di fronte all’Arena).
PRESEPE provenzale della signora Bertello al relay culturale dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 17.00. (Chiuso il 25 maggio e il primo giorno tutto il giorno)
Arca di Noè nella Camargue nell’Arena. Ingresso gratuito da 10h a 17h.
Passeggiata sul Pony  a beneficio dell’Associazione “un cavallo, un sorriso, una speranza” di fronte all’Arena dalle 10 alle 17.
Mercato dell’arte, esposizione e vendita di opere di Sophie Dumas al Relay Culturale dalle 10h alle 12h e dalle 14h30 alle 19h.
Mercatino di Natale sulla piazza della chiesa, Giovanni XXIII dalle 10 alle 20:30.

Spettacoli e intrattenimento sulla strada

Il 24: 22:30, davanti e in chiesa, per la vigilia di Natale, Presepe vivente e il Pastrage  (una cerimonia provençale per la messa di natal dove i pastori vanno a messa in costumi, con le loro pecore, e canti provenzali)…e poi la Messa di mezzanotte.

25: 10:30 alla Chiesa, solenne Messa di Natale.

Dal 27 al 30: dalle 14:00 alle 17:00 Atelier de Maquillage, Cabanne <-> Maison des jeunes (Casa dei giovani)

26: 14h30 Cinema – Relazione culturale, “Coco”, film animato di Walt Disney gratuito per tutti.

27: dalle 15h alle 17h presso l’Ufficio del Turismo, presentazione e degustazione dei 13 dessert.

27: nelle strade del paese alle 11 e alle 16 (2 volte 50 min)  Noël Enchanté.

28: nelle strade del paese alle 11 e alle 16 (2 volte 50 minuti) Bobsleigh Team & DJ snow.

28 e 29: Salone del Gusto di Camargue presso il Relay Culturale, concorso di cucina per bambini e adulti, ateliers, dimostrazioni, animazioni, degustazioni ….

29: nelle strade del paese alle 11 e 16 (2 volte 50 min) Il Chtousss.

30: nelle strade del paese alle 11 e 16 ore (2 volte 50 min) Les Papillotes.

A 18h00, Défilé des Cavaliers 
(Départ Capitainerie, avenue Théodore Aubanel, avenue Van Gogh, rue de la République, rue Joanin Audibert, route de Cacharel, Arrivée au niveau de l’Hôtel «le Fangassier») suivie de l’ Abrivado aux Flambeaux(Départ : Au niveau de l’Hôtel « le Fangassier », route de Cacharel, rue Joanin Audibert, rue de la République, avenue Van Gogh, avenue Théodore Aubanel, Arrivée Capitainerie).

31: nelle strade del paese alle 17:00 (1:30) La Fiesta Mediterranea.

Il 31: alle 19:00, All’ Hotel de Ville o Comune, Spettacolo di Suoni e Luci,
a seguire  POT di amicizia al Relay Culturale.

GENNAIO 2018

Le 1er : A 12h00, 1ère Abrivado de l’année suivie de Calèches.
Départ : Capitainerie, avenue Théodore Aubanel, avenue Van Gogh, rue de la République, Rue Joanin Audibert, route de Cacharel, Arrivée : Bouvaù d’Aubanel

03: 14:30, Cinema al relay culturale, “Jumenji: Benvenuti nella giungla” Film Avventura, gratuito per tutti.

Il 4: “Mattina” club Taurine Mireille, colazione, abrivado con i cavalli…   questa giornata merita assolutamente  – A 11h30, abrivado. (Capitainerie – Route de Cacharel).

 

foto Renzo Lesica

foto Renzo Lesica

foto Carla Galdabino

tramonto di Roberto Salini

BUONE FESTE E BUON  ANNO A TUTTI !

Logo Sito

4 pensieri su “Natale in Provenza in camper

  1. Marisa

    Molto interessante, immagino che ognuno possa inserirsi in determinate giornate, non necessariamente per tutto il periodo. Comunque quei luoghi sono magici, visti in estate mi viene voglia di tornarci in inverno… Grazie Manuela.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.