Alsazia-Borgogna che percorso fare?

Dopo aver percorso da nord a sud la meravigliosa regione d’ Alsazia in camper e aver assaporato la sua magia, tra case a graticcio, vie medievali, balconi fioriti, insegne meravigliose, vetrine colorate, ristorantini tipici ecc (vi invito a leggere gli altri articoli nel blog), ecco che ci accingiamo a raggiungere la Borgogna, per poi rientrare in italia.

Imbocchiamo dopo Mulhouse una delle statali sempre molto scorrevoli, quindi senza pedaggio, per giungere a BELFORT; se doveste avere fretta potete percorrere l’ autostrada A36. 

La città di Belfort, capoluogo del Territorio di Belfort, è il simbolo stesso della resistenza eroica che le ha evitato l’annessione alla Germania. Oggi la città propone ai visitatori di andare alla scoperta del suo passato eroico visitando la cittadella di Vauban edificata fra il 1687 e il 1703 e il Leone, scolpito da Frédéric-Auguste Bartholdi, a commemorazione di tale resistenza.

Questo monumento, lungo 22 metri e alto 11, fatto di arenaria rosa, si trova ai piedi della cittadella. Con un PASS di soli 5 euro potrete visitare: la Cittadella, i sotterranei, il Leone, il Museo d’ Histoire e lo Spazio dedicato a Bartholdi, e un altro museo in città.

Passeggiando tra le vie de la Vieille Ville scoprirete molti altri simboli di leone; inoltre la città è ricca di opere come la cattedrale e il suo magnifico organo, l’ ultima opera di Bartholdi, il monumento des TROIS SIEGES, il mercato coperto, la fontana, la stazione ecc. ecc.

Davvero molto bella, una cittadina che lascia il segno e che di notte si illumina !!

AREA SOSTA L’ EPIDE – Avenue de la Miotte,  Belfort – GRATUITA – servizi ed elettricità gratuiti – vicina alla cittadella – centro città 1,2 km – Gps 47°38’31.0″N 6°51’56.6″E

CAMPING L’ ETANG DE FORGES – Rue du General Bethouart,  Belfort – Aperto: 7/4 – 30/9 – centro 1, 5km – campeggio tranquillo – ben posizionato ed economico – Gps 47°39’12.2″N 6°51’51.5″E

https://www.france-voyage.com/frankrijk-steden/evette-salbert-35670.htm

A soli 6 km da Belfort vi segnalo il lago e la spiaggia (aperta da fine aprile a fine settembre) di MALSAUCY che offre molte attività a tutta la famiglia.

GRANDE PARCHEGGIO in RUE LALLEMAND – SERMAMAGNY

Gps N 47° 40′ 58.677”
E 6° 48′ 57.161”

Noi proseguiamo ma di soli 25 km circa in cerca di una sosta a MONTBELLIARD, anch’ essa riconosciuta come una città ricca d’ arte e di storia.

Subito si ammira il castello dei duchi di Wurtemberg, fiancheggiato da due grandi torri circolari, che ospita un museo di archeologia, storia e storia naturale.

Le strade pedonali sono fiancheggiate da case con facciate colorate, mentre in Place Saint-Martin ritroviamo la Chiesa protestante più antica di Francia, il municipio, il mercato coperto, casa Forstner o palazzo Beurnier-Rossel e il Museo d’Arte e di Storia.     Fate anche una passeggiata nel bellissimo Parc du Prè la Rose.

PARCHEGGIO MISTO (zona posteriore per camper) – Rue du Mont Bart,  Montbeliard – gratuito – no servizi – non accessibile sabato mattina per mercato – centro a 500 m. – Gps 47°30’20.3″N 6°47’34.3″E

AREA DI SERVIZIO PER CAMPER – gratuita – RUE DU CHAMP DE FOIR – servizi a gettone presso ufficio del Turismo

Gps N 47° 30′ 23.7”
E 6° 47′ 29.004”

Nella vicinissima  Sochaux, in Carrefour de l’Europe, se siete appassionati di motori, è possibile visitare le fabbriche e il museo del famoso produttore francese di automobili Peugeot. 

Comodo parcheggio Gps  N 47° 30′ 24.906”  E 6° 48′ 31.98”  ( 47.516835, 6.831588)

Ecco il Sito per ulteriori informazioni : http://www.museepeugeot.com/fr/musee-de-laventure-peugeot.html

Procediamo per una settantina di km a BESANCON, cittadina anch’ essa dominata dall’imponente profilo della sua cittadella. Capolavoro sempre dell’ingegnere Vauban, la cittadella di Besançon è una testimonianza notevole dell’architettura militare del XVII secolo. Oltre alle fortificazioni e alla splendida vista sui tetti della città e sulla valle del Doubs, la cittadella vanta anche diversi musei.

La visita di Besançon continua andando alla scoperta del centro storico, ai piedi della cittadella. La cattedrale di Saint-Jean e il suo orologio astronomico sul retro, composto di 30.000 pezzi, è assolutamente straordinario (la visita viene fatta ad orari precisi in base al movimento dell’ orologio – ingresso sul retro della cattedrale nel campanile).

E poi ancora troviamo le vivacissime Grande-Rue e Place de la Révolution; palazzo Granvelle, magnifico edificio rinascimentale che oggi ospita il Museo del Tempo, dedicato all’orologeria, visto e credete davvero interessante.

Sul lungofiume Vauban  si affacciano abitazioni porticate con vista sul Doubs; poi ritroviamo la casa natale del celebre scrittore Victor Hugo e dei fratelli Lumieres, e ancora i bei palazzi dei secoli XVI, XVII e XVIII sono tutti luoghi e monumenti che è possibile ammirare durante la passeggiata. Molti anche gli spazi verdi in questa città che ci ha particolarmente colpito.

Sosta gratuita in PARKING DE LA RODIA – vicino ponte pedonale per il centro città o da dove potete anche prendere il bus 27 che vi porta direttamente alla Cittadella– no servizi – Gps  47°13’53.2″N 6°02’21.7″E

AREA SOSTA – Quai Veil Picard,  Besancon – A PAGAMENTO 7 EURO – servizi gratuiti – centro a 500 metri – Gps 47°14’16.6″N 6°00’56.4″E

Altri 50 km per giungere a DOLE, una cittadina con una piacevole zona fiorita lungo il fiume, come la piccola passeggiata che costeggia il canale dei Tanneurs, dove trovate anche romantici ristorantini.

Dole inoltre ha dato i natali nel 1822 Louis Pasteur,  inventore del vaccino contro la rabbia, la cui casa è oggi un museo che ripercorre la vita e le opere del celebre scienziato. 

Il centro storico ben conservato è classificato settore protetto con la bella collegiata di Notre-Dame del XVI secolo.

E alla sera le luci della cittadina si riflettono nelle acque del fiume, ricreando una magica atmosfera.

PARKING DE LAHR – Avenue de Lahr,  Dole – vicino centro città e gratuito – no servizi – Gps 47°05’25.8″N 5°29’52.1″E

Alcuni camper sostavano subito dietro lungo fiume in zona meno trafficata, vicino passerella che attraversa il fiume. Gps 47°05’21.2″N 5°29’57.9″

 PARKING DE L’ AQUAPARC  – Allee des Pres Buffard, Dole – aperto 07/06-01/09 – GRATUITO – SERVIZI GRATUITI – vicino a questo grande Parco Acquatico con scivoli e fiume artificiale ideale per i bambini – centro a 3 km – Gps 47°04’24.0″N 5°29’12.0″E

Ecco la mappa interattiva del percorso:

Capitale della Borgogna Bresse, eccoci a LOUHANS, un’antica città fortificata chiamata anche “Città di Archi”. Infatti, Louhans ha ben conservato 157 archi che fiancheggiano su più di 400 metri della Grande Rue.   

 La visita del centro storico permette, inoltre, di andare alla scoperta della chiesa di Saint-Pierre, sormontata da un tetto di tegole smaltate o dell’antica farmacia dell’ospedale, dove all’ interno troverete gli splendidi e antichi vasi italo-ispano moreschi.

Al lunedi mattina importante mercato agricolo dal XIII secolo.

AREA SOSTA PORT FLUVIAL – Rue du Port,  Louhans – in inverno gratuita – servizi – in posto tranquillo nel verde – area pic-nic – centro 500 m. -Gps 46°37’47.0″N 5°12’49.2″E    Possibilità di passeggiate.

PER I VOSTRI BAMBINI…MA NON SOLO !

A soli 6 km da Louhans e precisamente a SAINT-USUGE, in Chemin des Vernays, nel cuore del villaggio, ci sono due bei Musei da visitare: il Musèe du Velo e la Maison de la Pupè, GRATUITI.

Il Museo della bicicletta è dedicato principalmente alle leggende del Tour de France, raccoglie a storia del ciclismo dal 1890 ad oggi.   Aperto tutti i giorni, dalle ore 10 alle ore 18, dal mese di giugno a settembre.

La casa delle bambole invece è una preziosa raccolta che va dal 1870 ai nostri giorni. Anch’ esso aperto da giugno a fine settembre dalle ore 10 alle ore 18.

___________________________________________________________________________

LES ANUMAUX DES PETITES BOIS – GLI ANIMALI DEL PICCOLO BOSCO – una mostra agricola su 12 ettari con oltre 150 specie di animali: pollame, capre, pecore, maiali, mucche, lama, razze a volte molto rare, originali e inusuali. Raccolta di attrezzature agricole e strumenti di altri tempi. Attività nei fine settimana e durante le vacanze scolastiche, giornate tematiche (informarsi). Sul posto, troverete un bar, fast food, giochi per grandi e piccini (strutture gonfiabili, pedalò, giochi da fiera …).

Aperto dal 31/03/2018 al 04/11/2018, CON ORARI E GIORNI DIVERSI DIPENDE DAI MESI.  Indirizzo: 555, route des Petits Bois SAGY – Tél : 03 85 74 05 77          Sito per ulteriori info e prezzi: http://www.lesanimauxdespetitsbois.com/

Per rientrare in Italia il nostro percorso procede nel cuore della Borgogna passando da :

-CHALON SUR SAONE – Parcheggio vicino al fiume – Promenade Sainte Marie,  Chalonsur Saone – servizio navetta gratuito ogni 15 minuti- 500 m. dal centro – Gps 46°47’03.1″N 4°51’47.0″E   Carico e carico gratuiti in punta alla strada. Gps 46°47’03.3″N 4°51’43.1″E

-TOURNUS – PARCHEGGIO MISTO GRATUITO – Quai de la Marine,  Tournus – SERVIZI (ACQUA 5 EURO) – 500 m. dal centro – lungo fiume – Gps 46°34’03.3″N 4°54’40.3″E

MACON – PARCHEGGIO in ottima posizione sulle rive del fiume Saone, vicino a 2 grandi parchi e pista ciclabile  – NO SERVIZI –  Gps 46°19’08.0″N 4°50’35.6″E

Per ulteriori dettagli del percorso in Borgogna vi invito a leggere il seguente articolo completo:

http://www.camperviaggiareinsieme.it/borgogna-in-camper-prima-parte

Per informazioni sui vari percorsi possibili dall’ Italia verso il nord della Francia e viceversa, se fare autostrada o statali, i passi gratuiti o i tunnel a pagamento, vi invito a leggere il seguente articolo:

http://www.camperviaggiareinsieme.it/quale-percorso-fare-verso-il-nord-della-francia

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *