La regione Rodano-Alpi in camper

La regione Rodano-Alpi in camper viene spesso attraversata dagli italiani in quanto confina con la Valle D’ Aosta ed il Piemonte ed è quindi comoda per andare verso il nord della Francia così come per il rientro.  Ma può anche essere semplicemente una buona meta per una breve ma bella vacanza vicino all’ Italia.

Rhône-Alpes offre paesaggi davvero suggestivi, tra montagne, vigneti e dolci vallate, inoltre ha ben otto parchi naturali e siti unici quali il Monte Bianco e le Gole dell’ Ardeche.   

Partendo da Torino ecco che anche per noi è un territorio attraversato diverse volte, alcune tramite statali  passando dal Moncenisio e il suo lago,  altre attraversando il Tunnel del Frejus a pagamento.   Volendo poi ci sarebbe anche il Tunnel del Monte Bianco che porta in questa zona.

La scelta del percorso dipende molto dai giorni che avete a disposizione, dalla stagione e dal costo delle autostrade e dei tunnel. 

La prima volta noi ci siamo diretti verso Susa e poi al Lago del Moncenisio; un percorso in salita ovviamente essendo montagna, pieno di curve nel versante italiano, molto più dolce scendendo verso la Francia.

Certo il paesaggio che ci presenta il lago è davvero magnifico, e volendo si può anche sostare sulle sue rive, ricordando che le temperature qua in alto sono sempre basse spesso con vento, ed in inverno questo tratto è chiuso per la neve.

Al ritorno sappiate che il camper prende molta velocità nel versante italiano e non ci sono zone di fermata ai lati, pertanto se avete mezzi un po’ vecchiotti attenti al surriscaldamento dei freni.

Se vi occorre un servizio di carico e scarico lungo la strada lo trovate subito dopo 10 km a LANSLEBOURG MONT-CENIS Gps 45°17’04.1″N 6°52’17.3″E.

Ma alcune volte abbiamo anche usato un tratto di autostrada, pagando il Tunnel del Frejus (euro 59,80), ma molto comoda e scorrevole, uscendo subito poco dopo il confine a Modane  e proseguendo poi sempre sulle statali.

Proseguiamo quindi tranquillamente sulla D1006, passando appunto da Modane e attraverso diversi paesini, sino a giungere a CHAMBERY.   Ex capitale della Savoia ha un centro storico dominato dal castello dei duchi di Savoia, con il gioiello della Sainte-Chapelle.

© G. Garofolin Chambéry Tourisme & Congrès

Sparsi per il centro troverete numerosi palazzi nobiliari, i portici, la cattedrale, con la più grande raccolta di pitture a trompe-l’oeil d’Europa, la Fontana degli Elefanti.

C’ è poi il Gran Carillon con 70 campane, uno dei più grandi al mondo, costruito nel 1993 e installato nella Torre Yolande, che  si può ascoltare il 1° e 3 ° sabato del mese alle ore 17:30.          Il teatro Charles Dullin è una replica della Scala!

Per sostare in città c’ è un parcheggio misto gratuito a 1,5 km dal centro, dove spesso però i camper sono alquanto ammucchiati, con servizi gratuiti. Gps 45°33’47.3″N 5°55’57.7″E

____________________________________________________________________

A soli 2 km, precisamente a ST. ALBAN LEYSSE, passiamo davanti AU MARCHE’ SAVOYARD, un grande supermercato con prodotti tipici della Savoia freschi e non, e perchè non farci un giretto !

A circa 40 km da Chambery verso ovest a LES AVENIERES, si trova il PARC D’ ATTRACTION WALIBI – Aperto da maggio a ottobre – 1380 Route de la Corneille – Gps 45°37’08.1″N 5°34’12.0″E    E’ un parco completo per cui il costo non è basso. 

Questo il sito ufficiale per ulteriori info: https://www.walibi.fr/fr

l’ ‘ideale per trascorrere una giornata di relax e svago con la famiglia o gli amici. Le numerose attrazioni terrestri per grandi e piccini, il parco acquatico di 13.000 metri quadrati – L’Isola dei Pirati – con scivoli, piscina con le onde e piscine a tema, la mini fattoria e gli spettacoli per i più piccoli, come lo Show delle Otarie, offre momenti spensierati ricchi di emozioni, brividi e grandi risate!

____________________________________________________________________________

Proprio a due passi da Chambery invece verso nord ecco che c’ è il lago di Bourget, il più grande lago naturale di origine glaciale di Francia, circondato dalle Alpi che si specchiamo nelle sue acque cristalline, mentre sulle sue rive si estende la cittadina di Aix les Bains, seconda stazione termale francese.   

 Bello passeggiare nel lungolago costellato da platani, dal piccolo al grande porto o nel parco dell’Esplanade, una vasta area verde proprio di fronte, luogo ideale per famiglie con bambini e per una sosta rilassante.

AREA CAMPING-CAR PARK – Rue des Goelands 5,  Aix les Bains – a pagamento 13,36 euro – ombreggiato – belle piazzole con acqua ed elettricità – wifi gratuito – seguire le indicazioni per “le petit port” – Lago a 100 m. – centro città a 2 km – (occorre pagare con  carta Pass’étapes acquistabile su internet o sul posto seguendo istruzioni del terminale POS) – Gps 45°41’47.7″N 5°53’19.6″E

Campeggio L’ ILE AUX CYGNES – 501 Boulevard Ernest Coudurier,  Le Bourget-du-Lac – Aperto da Aprile a Ottobre – piazzole ombreggiate – con piccola spiaggia privata

oppure AREA SOSTA vicina all’ ingresso camping – Sentier du Camping, Le Bourget du Lac – a pagamento 7,20/13,50 euro – servizi 2 euro – centro 500 m. – Gps 45°39’11.5″N 5°51’47.4″E

campeggio con piazzole fronte lago e spiaggetta

Dalla parte opposta del lago abbiamo scoperto un borgo davvero delizioso, CHANAZ, di quelli che dici “meno male che l’ ho scoperto”, sulle rive del canale Savieres, che mette in comunicazione il lago di Bourget con il fiume Rodano.  

Per raggiungerlo vi consigliamo di costeggiare il lago dal lato est, dopo Aix Les Bains, sulla statale D991.

Davvero grazioso, passeggiando in questo villaggio persino trovato alcune graziose case palafitta, molti locali e ristoranti lungo il corso dell’ acqua, diverse botteghe di artigiani, un’ antica torrefazione ecc. ecc.

Non bisogna poi dimenticare il mulino costruito nel 1868 e restaurato nelle regole dell’arte nel 1995, che è ancora in attività; Il mugnaio condividerà la sua passione e spiegherà il suo lavoro dal vivo. È possibile assistere all’estrazione di olio di noce o nocciola e si possono gustare appena usciranno! Questo mulino è aperto tutti i giorni da febbraio a novembre. Ingresso libero.

E perché non affittare un battello elettrico o fare una gita sul più grande Bateau-canal attraverso la chiusa, e ancora prendere la bicicletta per seguire uno dei tanti percorsi possibili. 

Parcheggio misto a pagamento diurno 6 euro – Gps 45°48’47.0″N 5°47’16.1″E – nei giorni festivi molto affollato arrivare presto o alla sera.

Campeggio Municipale comodo con belle piazzole – Chemin de Cavettaz,  Chanaz – carico e scarico fuori dal Camping a disposizione di tutti i camper – per gettoni reception campeggio – Gps 45°48’41.0″N 5°47’21.3″E

Raggiungibile in battello dal porto grande di Aix Les Bains o in camper percorrendo una strada panoramica a mezza costa sulla montagna, l’Abbazia di HAUTECOMBE  si trova a soli 10 km da Chanaz, monastero adibito a luogo di sepoltura di principi e principesse della Casa Savoia.   Infatti decidiamo di andare a visitarla e vista la sua bellezza abbiamo fatto davvero bene !!

ATTENZIONE PERCHE’ IL NAVIGATORE CI HA FATTO FARE UNA STRADINA DENTRO UN PAESINO NON PER I CAMPER, SEGUITE LA SEGNALETICA STRADALE, state sul lungo lago prima sulla D18 e poi sulla D914 e poi nuovamente sulla D18. Gps 45°45’10.6″N 5°50’16.7″E

Di tutto il complesso in realtà è visitabile solo la chiesa, ma credetemi è spettacolare, le foto non rendono giustizia (3,50 Euro il biglietto d’ingresso, compresa audioguida, anche in italiano, chiusura il martedì).

Circa ogni mezzora fanno entrare a gruppi, e seguendo le indicazioni dell’ audioguida consegnata all’ingresso, si possono apprezzare i punti più significativi di volta in volta illuminati durante il percorso. Altri particolari di rilievo sono i molti cenotafi dei nobili Savoia, che decorano le navate e molto suggestive le 120 statuette delle piangenti, meste figurine femminili in pietra che decorano i pilastri.

Uscendo si passa direttamente al negozio ricco di prodotti alimentari come miele, caramelle, sciroppi e distillati, provenienti oltre che da Hautecombe da altre abbazie francesi.

Ci spostiamo verso est di circa 40 km per andare nei pressi di un altro bellissimo lago, quello di ANNECY.     Battezzato anche “Lago blu”, il lago di Annecy offre, nel cuore delle montagne della Savoia, un grande numero di attività in aria, nell’acqua e sulla neve. Un quadro molto apprezzato dai ciclisti, dai windsurfisti e dai sub venuti ad ammirare i suoi siti lacustri unici. Al di là del paesaggio eccezionale, può vantarsi di essere uno dei laghi più puliti e puri al mondo.

Il lago di Annecy è anche il luogo ideale per le passeggiate in bicicletta o in rollerblade. È stata sistemata una pista ciclabile che costeggia il lago per più di 46 km.

Vi basterà solo passeggiare per le strade del centro storico di Annecy per innamorarvi della città.

Attraversate Rue Sainte-Claire con i sui romantici portici dei secoli passati e poi dirigetevi verso Rue Royale per lo shopping cittadino e l’aperitivo serale.

Non perdetevi il mercatino d’antiquariato la Brocante o i numerosi bistrot presenti ad ogni angolo. I giardini Europei con il loro parco di Champ de Mars diventano inoltre un ottimo motivo di pausa per i piedi più stanchi, ma prima attraversate il romantico Pont des Amours, una passerella situata sul canal de Vassé, sul lago di Annecy.

Sempre in zona vi accorgerete di quanto questa città abbia da offrire al visitatore. Non ultimo, si ha anche modo d’incontrare il Palazzo Imperiale, con la sua spiaggia pubblica, la Plage d’Albigny, e il casinò.

E’ una cittadina molto turistica tutto l’ anno, oltre al periodo estivo ad esempio a febbraio c’è un bellissimo carnevale veneziano e per Natale l’ atmosfera diventa davvero magica, pertanto per soggiornare bisogna prenotare molto per tempo o magari arrivare almeno di vanerdi.

AREA SOSTA COLMYR – Chemin de Colmyr,  Annecy – GRATUITA MA SOLO 10 POSTI – servizi gratuiti – Gps 45°53’26.6″N 6°08’20.9″E

PARKING PLACE DES ROMAINS – Parcheggio misto gratuito molto affollato – ben posizionato per visitare il centro –  martedì dalle 6 alle 21 divieto è il Giorno del Mercato – Gps 45°54’28.5″N 6°07’19.6″E

CAMPING MUNICIPALE LE BELVEDERE – Route du Semnoz 8,  Annecy – Aperto: 25/3 – 9/10 – Tel.: +33450454830 – campeggio a terrazze tranquillo su una collina – centro 1 km  ripida strada – Gps 45°53’25.0″N 6°07’54.1″E

CAMPING L’ ALOUA – 492 Route de Piron,  Sevrier – Aperto: 15/4 – 30/9 – Tel.: +33450526006 – Spiaggia 200 m- centro Sevrier 2 km – Annecy a 6 km – Gps 45°50’38.5″N 6°09’12.7″E

Ecco un sito dove trovare gli altri campeggi sul lago di Annecy: 

https://it.lac-annecy.com/dove-dormire/campeggi.html

Direttamente ad Annecy si può arrivare dall’ Italia anche attraverso il Tunnel del Monte Bianco a pagamento oppure gratuitamente facendo il passo del Piccolo San Bernardo in inverno chiuso.

Continuiamo lungo le statali per goderci il panorama per un centinaio di km verso Bourg en Bresse.

Vi segnalo strada facendo un altro piccolo lago con una area sosta sulle sue rive cioè Le LAC DE NANTUA. 

AREA SOSTA MUNICIPALE – Route de Port,  Nantua – A pagamento 8 euro – servizi – Aperto: 1/4 – 31/10 – posizione tranquilla ai margini del Lago di Nantua – bagno pubblico – mattina recuperati di denaro – Centro 100m – Gps 46°09’17.6″N 5°35’47.9″E

Ma eccoci a BOURG EN BRESSE  e al MONASTERO REALE DI BROU.   Costruito agli inizi del XVI secolo da Margherita d’Austria, duchessa di Savoia, per perpetuare l’amore che nutriva nei confronti del marito defunto, Filiberto il Bello, il Monastero Reale di Brou rappresenta un capolavoro del gotico fiammeggiante.

Sormontata da un tetto in tegole smaltate policrome, la chiesa, vero mausoleo principesco, custodisce nel coro le tombe di Filiberto II di Savoia, Margherita d’Austria e Margherita di Borbone. Uno splendido insieme, con dettagli finemente scolpiti, realizzato dai migliori artisti locali e fiamminghi dell’epoca!

Nelle sere d’ estate la facciata prende vita con i colori e i suoni degli spettacoli in Lumieres, trenta minuti di grande emozione.

PARCHEGGIO CAMPER A FIANCO DEL MONASTERO –  Gps 46°11’54.1″N 5°14’17.2″E – I servizi si trovano invece in Place Jean Rozet.Tra l’ altro abbiamo scoperto

Abbiamo scoperto che a Bourg en Bresse, a soli 2,5 km dal Monastero, c’ è un piccolo lago con un Parco divertimenti Bouvent di 56 ettari, aperto da metà maggio ai primi di settembre, con ingresso a pagamento ma economico (bambini 1,80 adulti 3,50).    Ciclabile, passeggiate, sport acquatici, piscina per bambini fino a 6 anni, piccola spiaggia custodita e prato erboso, area giochi, area pic-nic, ristorazione. Orario dalle ore 6 alle ore 22 in estate.

Indirizzo parcheggio: Chemin de Curtafray, Bourg-en-Bresse- Gps 46°11’33.3″N 5°15’38.3″E

https://www.bourgenbressetourisme.fr/

ECCO LA MAPPA INTERATTIVA:

Da qua poi si può proseguire in diverse direzioni:

ALSAZIA: Bourg en Bresse-Dole-Besancon-Belfort-Mulhouse-Colmar

PARIGI (e Normandia): Bourg en Bresse-Macon-Beaune-Auxerre- Parigi o proseguire ancora verso  la Normandia

CASTELLI DELLA LOIRA (Bretagna e Normandia): Bourg en Bresse-Macon-Paray le Monial-Moulins-Bourges-Chambord…….oppure proseguendo ancora verso La Mans-Fougeres e Mont Saint Michel e la Normandia oppure Dinan e Saint malo e la Bretagna

PERIGORD E COSTA ATLANTICA: Bourg en Bresse-Macon- Moulins-Limoges….a seguire in base alla vostra destinazione vacanze.

Per questo vi invito a leggere un altro nostro articolo dettagliato anche come soste su “QUALE PERCORSO FARE VERSO IL NORD DELLA FRANCIA” ? :

https://www.camperviaggiareinsieme.it/quale-percorso-fare-verso-il-nord-della-francia

__________________________________________________________________________

Se poi non avete fretta di proseguire verso altre mete vi consiglio un’ altro villaggio grazioso a  25 km da Bourg en Bresse, CHATILLON SUR CHALARONNE. 

Passeggiando tra le vie del centro scoprirete tanti piccoli angoli caratteristici come la via degli Artigiani, le case a graticcio, la grande Halle in legno, il Ponticello fiorito ecc. 

Quello che ci è anche molto piaciuto è stato il MUSEO DEI TRENI IN MINIATURA, un plastico ricco di dettagli che appassionerà grandi e piccini!

Ma ancor più siamo rimasti affascinati dal Musèe Tradition e Vie, che mostra diverse scene della vita quotidiana degli inizi del 1900, con 55 manichini a grandezza naturale e molteplici oggetti e vestiti tradizionali dell’ epoca, un tuffo nel passato davvero emozionante.  Indirizzo: 15 Place Saint-Vincent de Paul.   Aperto dal 1/04 al 30/09 orario 14-18 chiuso il lunedì. prezzo adulti da 2 a 4 euro – gratuito sino a 16 anni.

AREA MUNICIPALE ( parcheggio misto) – GRATUITA – con servizi gratuiti – Avenue Raymond Sarbach,  Chatillon sur Chalaronne- tranquilla – sabato mercato a 100m. – Gps 46°07’09.9″N 4°57’36.7″E

E allora cosa aspettate a partire ??

AVVERTENZE
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

2 pensieri su “La regione Rodano-Alpi in camper

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.