Alta Francia in camper: Pas de Calais e il Nord

Logo SitoDopo aver attraversato la Somme ed esserci caricati di tante emozioni con bellissime cittadine, le alte bianche scogliere e soprattutto le foche nel loro habitat a BERCK PLAGE (leggete il precedente articolo nel blog per i dettagli), ecco che il nostro viaggio in camper prosegue puntando sempre più verso il nord della nostra amata Francia.

Eccoci quindi a MONTREUIL SUR MER; dominata dalla fortezza e circondata da 3 km di mura, la città è stata chiamata la “Carcassonne del Nord” anche se forse per noi il paragone è un po’ eccessivo; all’ interno la cittadella accoglie antiche dimore, strade pittoresche con negozi di artigiani, chiese e cappelle.       Ogni estate c’ è uno spettacolo di luci e suoni.

AREA SOSTA municipale – gratuita – servizi – Avenue de Garennes,  Montreuil  – Gps 50°27’33.2″N 1°45’34.3″E

Poco distante vi segnalo l’Abbazia di VALLOIRES e i suoi bellissimi giardini, i ornati di una moltitudine di piante, fiori e arbusti, ad Argoules – Gps 50°20’56.7″N 1°49’12.2″E

LE TOUQUET PARIS PLAGE è un luogo molto turistico che gode sia di una bella pineta che della presenza del mare e delle dune; farà felici gli appassionati del Carro a Vela e degli amanti delle passeggiate. Adatta alle famiglie, a chi vuole rilassarsi, a chi ama lo sport, lo shopping o fare festa.

AREA SOSTA MUNICIPALE – Avenue Jean Ruet,  Le Touquet Paris Plage –  a pagamento 17 euro con servizi – vicino alla Base nautica e al Parco – dietro le dune – centro a 2 km – Parco Acquatico Gps 50°32’09.2″N 1°35’34.3″E

Logo SitoRiprendiamo il cammino sulla D940  ed ecco che ci fermiamo lungo la strada (Gps 50°32’09.4″N 1°37’28.5″E) per visitare il CIMITERO MILITARE  a  ETAPLES. Nel Nord-Pas de Calais rimane oggi un patrimonio ricco e poco noto della Prima Guerra Mondiale. Necropoli militari, memoriali e vestigia sono testimoni, strazianti e silenziosi, degli eventi che hanno caratterizzato questo conflitto. 

Proseguiamo verso il CHATEAU D’ HARDELOT, tra la foresta e il mare, ai bordi della riserva naturale  du marais de Condette.   Ha nove torri circondato da due grandi fossati e bei giardini; la visita dura circa una ora e ci sono alcune stanze ammobiliate.   PARCHEGGIO  in 1 Rue de la Source,  Condette.

Logo SitoLa voglia di trascorrere una giornata in tutto relax vicino al mare ci porta poco dopo ad EQUIHEN PLAGE, dove troviamo una comoda sosta vicina alla spiaggia di Le Crevasse, sopra le scogliere selvagge, dove è possibile passeggiare lungo il sentiero dei doganieri.

AREA SOSTA in Rue Du Beurre Fondu,  Equihen-Plage – 8 euro carta bancaria – servizi – ingresso con sbarra – centro a 50 m. – c’ è  vicino un depuratore acque un po’ rumoroso ma noi ci siamo abituati – fornaio non distante –  Il ristorante Le Bouquet a 10 minuti a piedi – Gps 50°40’47.7″N 1°34’05.7″E

Ristorati il giorno dopo proseguiamo superando Boulogne sur Mer.  Se interessati Boulogne-sur-Mer è sia una Città d’Arte e Storia che una città marittima. La città alta vanta bastioni che proteggono il castello-museo, la basilica e la torre campanaria. La parte bassa, invece, offre porti per i pescherecci, porti commerciali e turistici. Nausicaà, Centro nazionale del Mare, è dedicato al mare e agli oceani.

AREA SOSTA Bd Ste Beuve [D 940], Boulogne sur Mer – a pagamento 8,10 euro – servizi – barriera d’ ingresso – centro a 2 km – vista sulla spiaggia – fermata bus 300 metri – Gps 50°44’38.9″N 1°35’51.0″E

PARKING CASINO – Place de la République, Boulogne-sur-Mer – gratuito – al porto – centro 500 m. – pare non sia il massimo ma magari per una sosta di passaggio – Gps 50°43’18.3″N 1°35’58.9″E

Logo SitoAd AUDINGHEN c’ è il Museo e le batterie Todt della guerra 1939-45.  Il museo è stato allestito in uno dei quattro bunker della “Todt Battery”.      Ci si immerge nella storia scoprendo la vita dei soldati tedeschi in uno dei 7 più grandi edifici del Terzo Reich appunto la batteria Todt .   Diverse migliaia di pezzi del 1939/1945 sono esposti in più di 10 stanze su 3 livelli.

 All’esterno, invece c’ è un pezzo unico in Europa: un cannone tedesco “K5” su una linea di artiglieria Navy da 280 mm con una portata massima di 86 km. PARKING Gps 50°50’42.8″N 1°36’13.2″E

A soli 4 km CAP GRIS NEZ insieme a CAP BLANC sono due siti imperdibili della Costa d’ Opale; se vi trovate in una giornata di pieno sole si possono vedere le bianche scogliere di Dover, ma purtroppo per noi era foschioso con qualche nuvola.

Vicino al Faro di Cap Gris Nez c’ è un comodo PARCHEGGIO Gps 50°52’10.1″N 1°35’14.1″E.      Da qui partono sentieri dove esplorare i dintorni,  il principale è lungo la costa che domina le scogliere alla vetta più alta a 134 metri.

Logo SitoLa cima di queste scogliere e colline gessose, ha conservato una brughiera particolarmente esposta agli spruzzi salini trasportati dai vigorosi venti del Nord e dell’Ovest. Erbe e prati erbosi ospitano mandrie, che sono ancora visibili vicino ai crateri delle bombe della Seconda Guerra Mondiale.      In cima alla vetta di Cap Blanc si erge un imponente obelisco, un omaggio ai combattenti canadesi.

Purtroppo verso Cap Blanc il parcheggio è solo per auto, infatti c’ è una sbarra.  Nelle vicinanze c’ è però il CAMPING COTE D’ OPALE LE BLANC NEZ – 18 Rue de la Mer,  Escalles – dove è possibile prenotare un posto Telefono / Fax: 03 21 85 27 38 – 400 m. dalla spiaggia – aperto da fine marzo a fine ottobre – Gps 50°55’06.5″N 1°42’37.3″E

Per la notte noi ci siamo fermati all’ AREA SOSTA WISSANT – Avenue Georges Clémenceau, D940, Wissant – gratuita – servizi gratuiti – in estate molto affollato – spiaggia 500 m. – Gps 50°53’12.0″N 1°40’12.8″E

CAMPING MUNICIPALE WISSANT – Rue de la Source,  Wissant – economico – 400 posti – centro paese vicino – spiaggia a 900 metri – aperto da 15 marzo a 15 novembre – Gps 50°53’01.8″N 1°39’29.7″E

Logo SitoGiungiamo il giorno dopo a CALAIS, primo porto trasporto passeggeri in Francia; da qui si raggiungono facilmente le coste inglesi e poi ricordiamo il Tunnel della Manica. Gode anche di una bella spiaggia da dove col bel tempo si vedono le scogliere di Dover.                     Spicca il Faro costruito di fronte a una chiesa, con i suoi 271 gradini che salendoli si può godere una vista completa della città e sul porto.   

Molto bello il Municipio, costruito secondo canoni del rinascimento fiammingo, di fronte la bella Statua in bronzo raffigurante “Les Bourgeois des Calais, sei cittadini locali che fecero una strenua resistenza all’ esercito inglese, a cui cedettero le chiavi della città dopo otto lunghi mesi di assedio.

In Place d’ Armes troviamo la TOUR de GUET, una particolare torre di guardia.  Nelle vicinanze ci sono le attrattive, come il Museo delle Belle Arti e del Merletto, il Museo della Dentelle e della Moda, in quanto Calais ha una conoscenza unica del pizzo e la sua arte di tessitura è conosciuta in tutto il mondo.

Poi ricordiamo ancora  il Forte Risban, la Cittadella e il Museo della Seconda guerra Mondiale all’ interno del bunker dove aveva sede il quartier generale della marina tedesca.

Abbiamo ancora visitato la bella Chiesa di Notre Dame, costruita durante l’ occupazione inglese; in questa chiesa il futuro presidente francese Charles de Gaulle sposò sua moglie Yvonne Vendroux originaria della città nel 1921.

AREA SOSTA – Bd Charles de Gaulle / Rue d’Asfeld,  Calais – a pagamento 10 euro – servizi – barriera all’ ingresso – 10 minuti dalla spiaggia – Gps 50°57’34.1″N 1°49’57.9″E

CAMPING MUNICIPALE LE GRANDE GRAVELOT – Rue d’Asfeld 275, Calais – vicino ai traghetti – aperto dalle 7 alle 21 – aperto dal 1 aprile al 31 ottobre – Tel.: +330391915234 – Gps 50°57’34.2″N 1°49’57.6″E

Logo SitoPer la notte ci spostiamo di poco verso  GRAVELINES, circondata dalla Riserva Naturale du Platier d’ Oye, con immense dune e varie specie di uccelli. L’anello della riserva della spiaggia di Oye-Plage è l’ideale per una gita in famiglia, procuratevi un binocolo. Con una lunghezza di 3,80 km, il percorso è accessibile a persone con sedie a rotelle a 1,5 km. Poi troviamo un sentiero di sabbia disegnato nelle pinete.   Divieto per i cani.    Questa è stata anche una zona di battaglia infatti si trovano facilmente resti di bunker.

PARCHEGGIO CAMPER AUTORIZZATO Lungo una strada tranquilla – Route des Dunes, Gravelines – GRATUITO – spiaggia a 300 metri – centro a 500 metri – Gps 50°59’50.0″N 2°03’19.9″E

foto tratta da http://www.cote-dopale.com/tourisme/le-platier-de-oye-plage-reserve-naturelle

Circondata da bastioni e da fossati alimentati dalle acque dell’Aa, la città di Gravelines invita alla scoperta del suo patrimonio fortificato. Le gite in barca o in pattino che vengono proposte attorno ai bastioni sono un modo ottimo per scoprire le fortificazioni rivisitate da Vauban.

Logo SitoDa visitare anche il Museo del Disegno e della Stampa originale, situato nell’ex polveriera del castello-arsenale, che ripercorre la storia e le tecniche della stampa.  Girando per la città e intorno ad essa troverete ancora il Mulino di Briez, il Corpo di Guardia del 1774, bei giardini, diverse sculture, la Chiesa Saint Willibrord…..insomma merita certamente una sosta.

Ho letto che gli autobus sono gratuiti per tutta la città.

AREA SOSTA LUNGO IL CANALE – PARKING DES ISLANDAIS – a pagamento carta bancaria euro 4 o 7,50 – passa panettiere ore 9 – Gps 50°59’17.6″N 2°07’20.9″E – i servizi sono a circa un km in RUE DE LA GENDARMERIE Gps 50°59’36.7″N 2°07’54.6″E

Altra possibilità AREA DU PARC DE L’ Aa – Saint Georges sur l Aa /Rue du Guindal, Gravelines –  GRATUITA – 15 posti – no servizi – centro 2 km pista ciclabile – Gps 50°58’10.0″N 2°07’54.2″E

Ed ora una chicca!!    Sapete io faccio sempre molte ricerche in internet ed avevo scoperto che in Alta Francia c’ è un signore appassionato di fiori che, oltre nel proprio giardino, si è dilettato lungo la strada a creare delle sagome di animali completamente ricoperti di fiori. Mi ero ripromessa che se fossi passata di là sarei andata a vedere !!! Ebbene oggi l’ ho fatto e l’ ho anche conosciuto di persona !!   Nelle foto non ci sono tutte le sue creazioni.

A sud di Dunkerque dovete andare verso Saint Folquin imboccare la Rue Audruicq che è piuttosto lunga e poco dopo il cartello di MANNEQUEBEURRE sulla strada ecco comparire questa meraviglia. Mi diceva che quest’ anno il tempo pazzerello non lo ha certamente aiutato nella fioritura

Logo SitoDUNKERQUE è il terzo porto francese e città del famoso corsaro Jean Bart. Essa possiede una ricca storia marittima. Il museo portuale, situato nell’ex magazzino dei tabacchi, racconta la storia del porto di Dunkerque. Questo luogo propone anche la scoperta di tre battelli: il tre alberi Duchesse Anne, la chiatta Guilde e il battello-faro Sandettie.

Dunkerque possiede due torri campanarie riconosciute dall’UNESCO come patrimonio dell’umanità: quella della chiesa di Saint Éloi e quella del municipio. LE PETIT TRAIN vi propone due percorsi .

Ricordiamo anche il Memoriale della battaglia di Dunkerque operazione Dinamo del 1940.

Nonostante sia una grande cittadina la circolazione è facile e intorno al centro si possono trovare alcuni parcheggi.

La bella spiaggia di sabbia fine e bianca della città nel quartiere di Malo-les-Bains è soprannominata “la regina delle spiagge del Nord” e guardando le foto capirete perchè.

Logo SitoC’ è il divieto cani e divieto camper, rimangono solo parcheggi auto fronte spiaggia.     Proprio alla fine però, diciamo negli ultimi 100 metri, è tollerata la sosta infatti noi siamo rimasti per due giorni con vicino qualche altro camper (attenzione però in piena giornata si riempie di auto).   Qua in fondo i cani vengono tranquillamente portati in spiaggia in quanto terminata la passeggiata ed iniziano le dune e non è sorvegliata ma libera. Passeggiando sulla sabbia scoprirete i resti di molti bunker della guerra; nella foto ne vedrete uno che è stato tutto ricoperto da un mosaico di specchi.

E poi alla sera che meraviglia potersi godere un magnifico tramonto dal proprio camper !!

CAMPEGGIO LA LICORNE – Boulevard de l’Europe 1005,  Dunkerque Malo les Bains – Aperto da 1 aprile a fine ottobre – Tel.: +33328692668 – area giochi – passaggio di dune x la spiaggia  chiuso dopo le 22 – Gps 51°03’05.5″N 2°25’14.2″E

Una decina di km dopo BERGUES è una cittadina fortificata circondata da bastioni e canali, dominata dal profilo della sua torre campanaria che possiede un carillon con ben 50 campane. 

L’abbazia benedettina di San Winoc, fondata nel 1022, benché distrutta durante la Rivoluzione francese, ha le sue due torri che sono ancora oggi un elemento importante della città.   Bella la facciata del vecchio Monte di Pietà, edificio di mattoni e pietra fiamminga rinascimentale, che ospita il museo comunale.

PARCHEGGIO CAMPER  GRATUITO – Rue Maurice Cornette,  Bergues – NO SERVIZI – comodo per la visita ma se piove fangoso – ai piedi delle mura – centro 250 m. – Gps 50°57’56.9″N 2°26’09.1″E

Molto comoda per i servizi l’ AREA SOSTA CAMPER presso il Supermercato CARREFOUR a BRAY DUNES, dove trovate anche benzinaio e lavanderia. Gps 51°03’46.2″N 2°31’18.6″E

Logo SitoEd ora eccovi un’ altra rarità che sono andata a scovare facendo ricerche su cosa visitare: il CAFE’ DES ORGUES A HERZEELE (Gps  50°53’10.7″N 2°32’09.9″E).    In questo locale ci sono tre antichi organi meccanici imponenti di circa 4 metri di altezza, sono veri e propri capolavori, gli ultimi testimoni del marchio Mortier d’Anvers (ce ne sono una ventina circa nel mondo). 

Dei tre l’organo più antico risale al 1912. Il sistema meccanico è identico a quello dell’organo cilindrico: i pezzi d’epoca in lunghi fogli di cartone perforato (ne hanno ben 500) passano attraverso il meccanismo sul retro con aria che arriva attraverso dei mantici, (visibile il meccanismo su richiesta al proprietario.).

Aperto solo la domenica pomeriggio dalle 16 alle 22 queste rarità fanno ballare su tutte le melodie e nel frattempo si può gustare una buona birra ! Un posto davvero unico che mi ha dato tanta emozione da un’altra epoca, una cosa che difficilmente vi capiterà di rivedere.  Noi abbiamo sostato in una via laterale.

Se volete vedere un filmato andate nel nostro canale YouTube cliccando il link https://youtu.be/Ek6bk7fWqV0

Ecco a voi la mappa interattiva del viaggio :

Ma quante cose abbiamo visto in questo viaggio e molte di queste anche particolari, e non dimenticheremo mai certi tramonti e le corse dei nostri cuccioli in spiaggia.   Ma come sempre il viaggio non finisce qui ! Nel prossimo articolo iniziamo a scendere verso l’ Italia e tanto ancora dobbiamo raccontarvi, per questo vi chiediamo di seguirci e di prendere appunti.

AVVERTENZE:
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.