Alta Francia in camper: le zone interne

Logo SitoDopo aver fatto tutta la costa dell’ Alta Francia in camper, partendo da Berck Plage sino a Dunkerque (vi invito a leggere il predente articolo), ora ci accingiamo a percorrere un po’ le zone interne scendendo verso sud.       Visiteremo città importanti come Arras, Amiens, Saint Quentin ecc., castelli come Pierrefonds, antiche Abbazie e luoghi in memoria della guerra e molto altro.

Abbiamo trascorso la notte in una area ad Estaires, in Rue Aimé Coupet, piccola  3 posti ma graziosa, divisa da siepi con dietro tavoli pic-nic, gratuita con servizi, molto comoda di passaggio.  Gps 50°38’33.9″N 2°43’11.6″E

Riprendiamo il cammino verso BETHUNE, 70 Km a sud-est di Calais.   Una città con un ricco patrimonio architettonico e storico; nella sua grande piazza pavimentata si erge un campanile (francese: “Beffroi”) del XIV secolo di 41 metri (133 gradini) e 36 campane che suonano ogni ora.      La Cattedrale al suo interno ha delle vetrate colorate davvero magnifiche oltre ad un imponente organo.  Non c’ è una area sosta ma diversi parcheggi in città per la visita.

Dopo circa 35 km ecco al Memoriale dei Corpi Canadesi a VIMY.  Ci accoglie un imponente e commovente Monumento, dalle splendide sculture, omaggio alla memoria dei cittadini canadesi che hanno combattuto la prima guerra mondiale, che domina dall’ alto la pianura di Douai.  Gps 50°22’47.5″N 2°46’11.2″E

E’ una grande area dove poter vedere i crateri dei bombardamenti, le tombe, le trincee, il Tunnel e il Museo, meditando sui fatti accaduti.

Logo SitoA soli 10 km c’ è ARRAS, cittadina conosciuta per le sue belle piazze, la Grand’Place e la Place des Héros, quasi confinanti e circondate da molte abitazioni in stile barocco fiammingo.   La seconda è circondata da gallerie coperte dove sedersi al bar o curiosare tra i negozi, sovrastata dalla Torre campanaria del Municipio.

All’ interno del Municipio si trovano le figure dei “Giganti di Arras” alte 4 metri, legati alla tradizione; al nord ogni città ha i suoi Giganti costruiti dai cittadini e vengono utilizzati durante alcune feste per le vie della città.     Segnaliamo di interesse storico c’ è poi anche la cattedrale di Notre-Dame-et-Saint-Vaast e l’  l’abbazia di Saint-Vaast.

AREA-PARCHEGGIO 7 posti GRATUITI – Rue des Rosati,  Arras – SERVIZI – supermercato 100 m. – centro 500 m. – Gps 50°17’40.4″N 2°47’16.6″E  Noi abbiamo sostato in parcheggio normale lungo i viali vicino al centro.

Eccoci ad AMIENS, una bella città da visitare. Capoluogo della Piccardia vanta la più grande Cattedrale gotica di Francia, un vero capolavoro all’ esterno e ricca di magnifiche sculture al suo interno; importante la completezza delle rappresentazioni iconografiche, che comprendono quasi tutti gli episodi dell’Antico e del Nuovo Testamento. La Cattedrale è anche famosa per ospitare una importante reliquia, il cranio di San Giovanni Battista, anche se la cosa è molto dibattuta. Tutte le sere in estate poi la sua facciata prende vita e colore con la rappresentazione di luci.

Ma Amiens non è solo questo: molto carino il vecchio quartiere dei pescatori (St. Leu), i ristorantini lungo la Somme, la Rue Metz-l’Eveque e le sue caratteristiche case, il Teatro delle Marionette, il Beffroi, la Maison de Jules Verne.

Tre le zone verdeggianti importanti: 1) L’ Imbarcadero des Hortillonnages che vi permetterà a bordo di piccole imbarcazioni di scoprire Amiens attraverso i vari canali che la percorrono 2) Il Parco Saint Pierre dove fare una bella passeggiata tra laghetti e stagni 3) Le Jardin des plantes.

E non dimenticate di assaggiare i MACARONS D’ AMIENS, una specialità del luogo !

Purtroppo in città non c’ è una vera e proprio area sosta, ma solo dei parcheggi misti dove anche i camper possono sostare, ma non sempre facile trovare posto.

Boulevard du Général Faidherbe

Parking Parc Moulin Saint Pierre – Rue Massey,  Amiens – centro a 500 m. – fermata bus – Gps 49°54’00.5″N 2°  -8’42.0″E

Parking Blv Faidherbe – Boulevard du Général Faidherbe,  Amiens – centrale – Gps 49°53’39.6″N 2°17’11.8″E (noi abbiamo dormito qua con altri camper)

CAMPING PARC DES CYGNES – Avenue des Cygnes 111,  Amiens –  Aperto: 1/4 – 14/10 – Tel.: +33322432928  – centro a 5 km – fermata bus – o 10 minuti in bici – Gps 49°55’14.4″N 2°15’34.2″E

A seguire poi a circa 40 km da Amien, precisamente a PERONNE, potete visitare l’ Historial de la Grande Guerre de la Somme 1914-18.

AREA SOSTA MUNICIPALE – Boulevard du Fort Caraby,  Peronne – GRATUITA CON SERVIZI – centro a 500 m. – vicino al Parc de loisir du Camp – Gps 49°55’34.6″N 2°55’35.8″E

SERVIZI CAMPER – 88 Rue Georges Clémenceau,  Péronne –  2 EURO – servizi esterni al CAMPEGGIO MUNICIPALE DE L’ ETANG – Centro a 500 m. – Gps 49°56’03.1″N 2°56’28.5″E

 Altro parcheggio misto possibile dove noi abbiamo trascorso la notte è vicino al laghetto in Boulevard des Anglais (49°53’39.6″N 2°17’11.8″E

Logo SitoSAINT QUENTIN è un’ altra piacevole cittadina, soprattutto per il suo bellissimo centro. Gioiello del XVI secolo, il municipio la cui splendida facciata in stile gotico fiammeggiante dà sulla grande piazza centrale di gusto fiammingo, è decorato con 173 sculture finemente scolpite, raffiguranti scene di vita della città! Sormontato da tre frontoni e da un carillon di 37 campane. Inoltre è irrinunciabile una visita della basilica gotica di Saint-Quentin.

Nei mesi di luglio e agosto, la piazza del municipio si trasforma in stazione balneare, con tanto di spiaggia di sabbia fine, palme, sdraio, piscina, piscina per bambini, trampolino, campo per il beach volley e giochi per i più piccoli, per piacevoli momenti di svago e relax da passare con la propria famiglia o gli amici.

Noi siamo capitati di sabato, giorno di mercato, e girando per le bancarelle ecco che incontriamo due suonatori di antico organetto con i loro cagnolini, in particolare guardate la foto di sinistra; solo in francia si vedono certe meraviglie.

Logo SitoAssolutamente consigliato poi visitare sempre a SAINT QUENTIN in Rue de la Fere n. 5 le “Village des Metiers d’ Antan e il vicino Museo MOTOBECANE”. Il secondo per noi donne forse meno interessante, ma bellissimo il primo con tantissimi ambienti ricostruiti con la vita di un tempo di queste zone, un tuffo nel passato ricco di oggetti preziosi e ricordi. Ne abbiamo visti altri del genere, ma questo è veramente una dei più belli e completi che abbiamo visto sino ad ora.

PARCHEGGIO MISTO – Avenue du Général de Gaulle,  St. Quentin – gratuito – SULLA RIVA DEL FIUME – centro a 600 m. – vicino a stazione di Polizia – Gps 49°50’34.5″N 3°17’51.8″E

NUOVA AREA – Rue Lamartine,  St. Quentin – A PAGAMENTO 3 euro – servizi – proprio accanto al centro ricreativo De Bul (piscina, pista di pattinaggio e bocce) – lungo il canale e una bella pista ciclabile – centro 500m – Gps 49°50’18.2″N 3°17’09.6″E

AREA SOSTA CAMPER PRESSO HYPER AUCHAN – 10 POSTI – gratuita con servizi – possibile pernottamento – Gps 49°51’27.2″N 3°15’07.9″E

CAMPING LE CHAMP NEUF – 8 rue de Champ Neuf,  St. Quentin – Aperto: 1/4 – 31/10 – Centro 5 km – Tel.: +33322250794  –  piscina coperta con scivoli e area giochi all’aperto con castelli gonfiabili  – sauna e palestra – buone piazzole delineate da siepi – Gps 50°16’04.6″N 1°36’11.1″E

E si continua…..eccoci a LAON, una città d’Arte e di Storia un tempo apprezzata dallo scrittore Victor Hugo che ne cantò le lodi e che ha un centro medievale costruito in cima a una collina e circondato da sette chilometri di mura. 

Arrivando nel fine settimana alla sera ci troviamo inaspettatamente davanti lacattedrale allo spettacolo di SON E LUMIERES, che per una mezz’ ora fa prendere vita alla facciata della stessa con suoni e colori.

Difficile circolare nel centro col camper pertanto consigliamo due parcheggi: il primo sotto le mura in Promenade de la Couloire (Gps 49°33’42.3″N 3°37’36.2″E), oppure continuando sulle stessa strada a salire il Parking de la Plaine (Gps 49°33’51.4″N 3°37’45.1″E) ancora più comodo per la visita. – GRATUITI – NO SERVIZI.

Logo SitoUna sosta poi di passaggio a SOISSON dove sinceramente la cittadina ci ha ispirati poco, anche se con molto verde e ciclabile, l’ abbiamo trovata un po’ trascurata. Da vedere comunque la bellissima cattedrale dei Santi Gervasio e Protasio, la bella e mistica Abbazia di San Giovanni delle Vigne, l’ Abbazia di San Medardo che ospita le reliquie di molti re Merovingi.

Parcheggio gratuito camper, anche se lungo fiume, non è in buona posizione, in pendenza, rumoroso e con servizi poco accessibili, non consigliato. Gps 49°22’59.5″N 3°19’47.7″E

CAMPING MUNICIPAL DU MAIL – Avenue du Mail,  Soissons – Aperto: 1/4 – 31/10 – BUONE PIAZZOLE – VICINO AL CENTRO – vicino a piscina – Gps 49°23’34.4″N 3°19’36.5″E

Nel pomeriggio ci spostiamo a SEPTMONTS, un piccolo villaggio dove si possono visitare gratuitamente i resti del castello, il suo alboreto, ma soprattutto salire in cima al suo altissimo DONJON.

Parcheggio proprio di fronte in centro paese Gps 49°20’04.3″N 3°21’31.2″E

L’ indomani ci spostiamo a PIERREFONDS per visitare il castello, bello e imponente all’ esterno ed il cortile, proprio il castello delle fiabe; l’ interno invece è alquanto spoglio, restano importanti i due camini nelle sale maggiori.     Parcheggio misto a 100 metri – Gps 49°20’48.9″N 2°58’37.9″E

CAMPEGGIO LE COEUR DE LA FORET – 34, rue de l’Armistice, Pierrefonds – Aperto dal 18/03 al 27/10 – a 1km dal lago – wifi – tel. +33 344428083 – Gps 49°21’15.4″N 2°58’32.7″E

Logo SitoCOMPIEGNE a soli 15 km  invece è stata una vera rivelazione e la consigliamo assolutamente. Partirei subito col parlarvi della magnifica Residenza reale, il castello di Compiègne, edificato nel XVIII secolo da Luigi XV e Luigi XVI.

Al suo interno ospita appartamenti reali e imperiali molto ben arredati: lo scalone, il salone con lampadari preziosi, la decorazione dei soffitti e il pregio dei pavimenti, le camere da letto, la biblioteca, la cucina ecc. tutto costituisce un insieme unico, un sito storico che, al fianco di Versailles e Fontainebleau, è uno delle tre più importanti residenze reali e imperiali francesi.    Da scoprire, all’uscita del palazzo, il parco sempre aperto gratuitamente e il viale dei Beaux-Monts per una gradevole passeggiata.

Ma non è finita qua in quanto, sempre all’ interno del Palazzo, troverete un interessantissimo Museo dell’Automobile e del Turismo e il Museo del Secondo Impero. 

Logo SitoAnche la città ha il suo patrimonio storico, a cominciare dal bel  Municipio tardo gotico che vanta una torre campanaria con una delle più antiche campane di Francia. La sua facciata è impreziosita da una statua equestre di Luigi XII. Nella parte superiore del campanile che custodisce il “Bancloque”, uno dei più antichi orologi comunali in Francia, i 3 Picantin: Langlois, Lansquenet e Flandrin segnano le ore con le loro mazze.   

Di fianco c’è l’ originale Museo della Figurina Storica con una collezione di oltre 100.000 miniature militari o civili raggruppate in scene viventi.

Poi ancora c’ è la Chiesa Saint-Anoine, che ha una magnifica facciata fiammeggiante gotica, la Chiesa di Saint Jacques dove Giovanna d’ Arco venne a pregare la mattina della sua cattura, il Teatro Imperiale tra i migliori al mondo,  le case a graticcio, e molto altro.

Purtroppo non c’ è nè una area sosta nè un campeggio, comunque c’ è un  PARCHEGGIO MISTO GRATUITO  lungo fiume, dove noi abbiamo anche dormito, comodo per visitare a piedi tutta la città – ATTENZIONE che a fianco ce n’ è un’ altro con un cartello ingannevole all’ ingresso che dice 1 euro al giorno ma non è così, solo per i residenti che fanno un abbonamento. Gps 49°25’20.0″N 2°49’43.8″E

Stavolta ci spostiamo un po’ di più, circa 60 km verso BEAUVAIS, cittadina anch’ essa interessante.   Rinomata per la sua bella Cattedrale con il coro più alto al mondo ricco di vetrate colorate. E poi al suo interno potete ammirare lo splendido orologio astronomico formato da 90.000 pezzi, 15 motori e 52 quadranti (non conviene pagare per vederlo in funzione in quanto è molto poco quello che si muove è già meraviglioso così).

Nella piazza del Municipio le fontanelle dal pavimento rinfrescano i bambini che giocano. In Rue de 27 juin vedrete le antiche case a graticcio e nella piazza vicino ritrovate le statue dei marescialli.

Parcheggio SAINT QUENTIN con posti camper e toilettes – oppure AREA SOSTA  – Rue Aldebert Bellier, Beauvais – GRATUITA- servizi gratuiti – un po’ fuori paese su terreno sconnesso strada accesso ripida – Gps 49°25’27.4″N 2°04’48.7″E

Ed ora spostandoci di 25 km ecco un villaggio da sogno, soprattutto per gli amanti di fiori in particolare delle rose, GERBEROY.     Qui si potranno fare passeggiate veramente incantevoli: stradine lastricate, antiche abitazioni del XVII e XVIII secolo, rose rampicanti, glicini, migliaia di piante e fiori.

Affascinato da questi luoghi, il pittore Henri Le Sidaner vi creò un giardino eccezionale, aperto dal 1 maggio al 30 settembre, tutti i giorni dalle ore 11 alle 18, cani al guinzaglio.  Un paese assolutamente da visitare! Peccato noi essere passati verso fine agosto quando ormai le rose sono quasi un ricordo, vista anche la stagione particolare e poco favorevole di quest’ anno.    

AREA PARCHEGGIO gratuito – Rue du Faub Saint-Jean,  Gerberoy – su prato in parte in pendenza – non adatto se piove – vicino ingresso villaggio – no servizi – è possibile pernottare – Gps 49°31’53.2″N 1°50’54.6″E

Ecco a voi la mappa interattiva del percorso:

Siamo ormai nei pressi di ROUEN, splendida cittadina che merita sicuramente una visita e per questo vi rimando ad un nostro altro diario di viaggio, attraverso le zone interne della Normandia, cliccando su questo link:  https://www.camperviaggiareinsieme.it/per-le-strade-di-normandia-in-camper

AVVERTENZE :
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

 

 

 

 

2 pensieri su “Alta Francia in camper: le zone interne

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.