Bretagna in camper: Morbihan la costa

Logo SitoIniziamo il nostro viaggio in camper in Bretagna partendo da sud, quindi dal Morbihan, il cui golfo, classificato come Parco Naturale Regionale e inserito tra le più belle baie del mondo, è un piccolo mare interno di 5 km di larghezza e 21 km di lunghezza. 

Questo magnifico territorio è il paradiso di diverse specie di uccelli o di fauna selvatica; composto da calette e isolotti, belle spiagge e verdi prati, grazie anche al suo clima mite e soleggiato, è  grande meta di vacanzieri.

LA ROCHE BERNARD è una  piccola città di carattere, con un affascinante porto e un interessante centro storico. L’ oceano si trova a una ventina di km.

La storia di La-Roche-Bernard, adagiata su un promontorio roccioso, è strettamente correlata al fiume Vilaine che domina la zona e che è stato sia luogo di ingresso per le invasioni, ma anche punto nevralgico per il commercio.

Passeggiando ammirerete i palazzi, le vecchie case e i magazzini del sale, ricordando il suo passato di commercianti e marinai.

Camping Municipale che mette anche all’ ingresso a disposizione una zona come AREA SOSTA 15 posti – pagare alla reception – vicino al vecchio porto – pane fresco alla reception – tariffa include doccia / WC – Wi-Fi gratuito – Aperto: 3/4 – 12/10 Prezzo da 7 a 11 euro – Gps N 47°31’12”, W 2°18’18”

Ci spostiamo per la notte di circa 40 km e raggiungiamo la costa, appena dietro le Dune, in un luogo tranquillo.  AREA SOSTA 20 posti – Chemin du Marais, SARZEAU – euro 5,70 – no servizi – cani ammessi in spiaggia dal 15/09 al 15/06 – a fianco al Camping la Gree Pervins – Gps 47°29’50.4″N 2°41’06.4″W – per i servizi sulla D199, all’ uscita di Pervins, in direzione Vannes al cimitero.

Logo SitoNon lontano volendo c’ è da visitare lo Château de Suscinio, un bellissimo castello medievale, vecchia residenza dei Duchi di Bretagna,  che sembra uscito da una favola con le sue torrette appuntite e riccamente decorato con draghi, serpenti e creature mitologiche.    Suggestive le sale che raccontano la leggenda di re Artù e la tavola rotonda, buon percorso anche per famiglie con bambini. In estate viene effettuato uno spettacolo notturno con proiezioni ed effetti speciali (dalle 20 alle 23)

Non è adatto per le persone che come me hanno difficoltà a deambulare in quanto si devono affrontare numerose scale a chiocciola ripide e un po’ strette, e per questo noi non ci siamo fermati.   Parcheggio gratuito misto Gps 47°30’52.7″N 2°43’44.8″W    Poco dopo all’ angolo della strada c’ è però una ottima biscotteria bretone e qua invece è d’ obbligo fermarsi.

Avevamo letto un volantino che parlava del Musèe des Arts, Metiers et Commerces – 7059 Rue de  Largueven- Saint Gildas de Rhuys,  sulla D780. (Gps 47°31’55.5″N 2°50’27.1″W)   La nostra passione sono proprio questi luoghi dove il tempo sembra essersi fermato, ed essendo distante solo 20 km ci siamo andati.

Alcuni oggetti sono un po’ messi alla rinfusa in certe stanze, forse non proprio curatissimo, ma in questi Musei si trova sempre qualcosa da ammirare. Qua troverete nella vecchia scuola molti oggetti interessanti, e poi vecchi mestieri, la farmacia ben allestita, i numerosi giocatili antichi, ecc ecc. 

Ma quello che mi ha davvero affascinato sono i costumi bretoni, le cuffie, i pizzi, gli abiti da cerimonia, davvero meravigliosi.

Logo SitoIl richiamo del mare è forte e quindi puntiamo di nuovo verso la costa, facendo solo 3 km, dove si susseguono alcune belle spiagge, vicino alle quali ci sono 2 buone soste camper o campeggi municipali

Sostiamo vicino la PLAGE DE KERVERT , peccato il tempo non sia dei migliori; trovate un sentiero per passeggiate tutto lungo la costa.AREA SOSTA municipale – luogo detto Le Kerver, a St. Gildas de Rhuys – a pagamento da 1/06 al 1/11 sono 8,00 euro – servizi – spiaggia 200 metri – vicino al Camping Municipale du Kerver – Gps 47°31’21.9″N 2°51’30.6″W

Oppure AREA SOSTA DE KERMOR – Avenue de Kerlun,  Arzon – a pagamento 9 euro – servizi ed alcune colonne elettricità gratuiti – spiaggia 200 m-SUPER U 300 m – Base bella per passeggiate a piedi o in bicicletta – Gps 47°32’20.9″N 2°52’51.7″W

Rientriamo di circa 40 km, per raggiungere VANNES, la vecchia capitale della Bretagna, quindi con un passato storico importante.   Si vedono ancora parte delle mura fortificate, il castello dell’ HERMINE con i magnifici giardini, i vecchi lavatoi e la maestosa cattedrale, che meritano certamente una visita. 

 Il consiglio rimane quello di partire dall’ ufficio del turismo che vi darà tutte le informazioni sia su cosa vedere che su dove sostare.   Da qua partono anche crociere per il Golfo di Morbihan.

AREA CAMPER A PAGAMENTO – del circuito Pass’ Etapes (vedi nostro articolo in FRANCIA-CONSIGLI DI VIAGGIO-CONSIGLI UTILI PER VIAGGIARE IN FRANCIA) –  Avenue du Marechal Juin 188, Vannes – Spiaggia 200 metri -Trasporti pubblici a 50 m. –  centro a 3 km – Gps 47°37’58.8″N 2°46’48.5″W     A fianco volendo c’ è il Flower Camping le Conleau.

Logo SitoDopo soli 20 km eccoci ad AURAY, delizioso borgo ricco di fascino. Ex porto di pesca e commercio, Saint-Goustan è una delle zone più popolari di Auray. Prende il nome dal santo protettore dei marinai e pescatori e risale agli inizi del XVII secolo.

Passeggiando per la città potrete ammirare il municipio, la cattedrale di Notre-Dame-de-Lourdes-XIX secolo, il ponte di San Goustan, e la Cappella degli Ospitalieri dello Spirito Santo, oltre alle tante botteghe di artigiani.

Per la visita visto le strade strette è consigliato un parcheggio misto sopra il porto Gps 47°39’50.9″N 2°58’23.8″W

Spostandosi di soli 15 km verso sud si arriva a CARNAC,  dove c’ è il più grande sito preistorico del mondo, diviso in tre campi principali: gli Alignements du Ménec (1099 pietre), de Karlescan (555) e de Kermario (1029), oltre al Tumulus de Kercado e il Tumulus Saint-Michel.                  Vi consigliamo di fare il giro in senso circolare e si possono anche seguire visite guidate che vi permetteranno di comprendere in maniera più approfondita.           Parcheggio misto Gps 47°35’29.4″N 3°04’58.5″W.

Logo SitoGli allineamenti più imponenti sono quelli di Menec Kermario e Kerlescan. I menhir furono eretti da 3000 a 5000 anni a.C. molto prima dei Galli. Si possono visitare gratuitamente a piedi o in bicicletta con una comoda passeggiata che li circonda, oppure con il trenino o la carrozzella trainata da cavalli a pagamento.

Percorso del Piccolo Treno

Accanto al sito dei menhir, sulla strada che porta al borgo, si trova il Tumulus di Saint Michel, una collina usata nell’antichità come luogo di sepoltura. Da lassù un bel panorama che spazia fino all’oceano e alla penisola di Quiberon.

CARNAC non è solo megaliti e dolmen, ma una cittadina da scoprire…..guardate la sua Chiesa Saint Cornely magnifica all’ interno, con soffitti decorati  oppure l’ Abbazia Benedictines.

Comodo in città parcheggio misto gratuito con servizi Gps 47°35’06.8″N 3°04’57.5″W

Da qui bisogna assolutamente raggiungere la vicina Logo SitoPENISOLA DI QUIBERON che offre 14 chilometri di un’enorme varietà di paesaggi che conquistano immediatamente.

La costa ovest più selvaggia e frastagliata  si estende dal castello di Turpault (non visitabile) sino alla Pointe du Percho, se poi ci si ferma  sulla Pointe de Beg-er-Goalennec il panorama sul mare e su Belle-île è splendido.   La penisola è anche uno dei luoghi più belli per praticare surf in Bretagna. 

C’ è poi il sentiero della Grande Randonnée che fa il giro della penisola offrendo un meraviglioso spettacolo e ancora i circuiti per passeggiate in bicicletta (circa 40 km) solcano tutta la penisola.

Per gli amanti del pesce potranno gustare frutti di mare, pesce affumicato e le famose conserve di sardine.  Per i golosi di dolci oltre alle crepes ci sono i biscotti di Quiberon o il salidou (caramello al burro salato). 

Ma la particolarità sono i Niniches, leccalecca in 50 gusti diversi.    Si inizia facendo sciogliere lo zucchero di canna con il glucosio, il burro fresco e il sale di Guérande. Poi si aggiunge il latte concentrato per i niniches al caramello o delle essenze naturali per i niniches alla frutta e si termina la lavorazione; pensate che nel 1946 sono stati premiati come miglior caramella di Francia.     In questo sito potete trovare i vari negozi e i prodotti acquistabili anche da internet: http://www.maison-armorine.com/

Noi abbiamo sostato in libera sulla Plage de Penthievre (Saint Pierre Quiberon Gps 47°32’16.9″N 3°08’20.3″W), dove, nonostante il divieto, essendo il mese di giugno è possibile pernottare. 

 In fondo alla spiaggia si staglia LE FORT PENTHIEVRE con il vicino Museo della guerra e il monumento omaggio alla Resistenza.

E poi alla sera godetevi dei tramonti straordinari ….. Difficile venir via da posti così !!

CAMPING MUNICIPALE DE  PENTHIEVRE – Avenue Duquesne – Penthièvre,  Saint-Pierre-Quiberon – Tel. +33 2 97 52 33 86 – grande 753 piazzole – fronte spiaggia e dune – animali ammessi – vicino al paese –  Apertura Camping: dal 09/04 al 26/09 Area di servizio: dall’08 / 04 al 30/09 – Gps 47°33’16.6″N 3°07’54.6″W

AREA SOSTA Rue de Port Kerne,  Quiberon – 100 POSTI – tra la strada costiera e Campeggio –  – Centro 2,5km – vicino al sentiero escursionistico –  euro 6,40 e servizi – Gps 47°29’30.1″N 3°08’22.4″W    ACCESSO SERVIZI ESTERNO utile anche di passaggio

Logo SitoRientrando di una trentina di km ci dirigiamo a SAINT CADO, nel cuore del fiume Etel.      Ecco una minuscola striscia di terra dove è stata costruita nel 1894 una graziosa casetta dalle persiane blu, del guardiano del parco ostricolo, che sembra galleggiare nell’ acqua.   PARCHEGGIO GRATUITO misto inizio paese – Gps 47°40’58.8″N 3°11’00.7″W

Nell’ isolotto c’ è una piccola chiesetta, un Calvario e adorabili casette di pescatori . Graziosa poi la fontana con i personaggi in costume bretone.  Ricordatevi di assaggiare l’ostrica del fiume Etel, orgoglio della regione.      Appuntamento estivo da non perdere è la festa del tonno, al suon di cornamuse e bombarde.

CAMPING SAINT CADO – 3 Rue Pen Perleieu, (Saint Cado) Belz – in buona posizione, di fronte a piccola spiaggia e al borgo, sulla Ria d’ Etel – economico – Telefono: +33 2 97 55 31 98 – Aperto 1 aprile al 15 ottobre – cani ammessi –  Gps 47°40’57.7″N 3°11’19.1″W

La Ria d’Etel, golfo marino alimentato da diversi corsi d’acqua, punteggiata da diversi isolotti, mentre in fondo alla foce c’ è un grande banco di sabbia sempre in movimento, il tutto cambia al ritmo delle maree.   In un pomeriggio siamo passati dal cielo più cupo ad un sole splendido che ci hanno fatto ammirare tutti i colori di questa zona.

Vicino la cittadina di Etel c’ è il Camping Municipal de la Barre dove si trova  un PARKING CAMPER – Rue de la Barre,  Etel – 8 euro con servizi gratuiti – tra mare e dune – Gps 47°39’01.1″N 3°12’06.1″W

Decidiamo di attraversare la Ria d’ Etel per raggiungere la punta dalla parte opposta, le dune e le grandi spiagge sabbiose. Una meraviglia assoluta, da togliere il fiato.

Durante il giorno è possibile sostare in camper nei vari parcheggi misti (Gps 47°38’48.3″N 3°12’52.0″W oppure Gps 47°39’11.1″N 3°12’39.6″W e ancora Gps 47°39’34.1″N 3°12’52.5″W), ma c’ è il divieto notturno. 

 A LE MALGOUER si trova un piccolo cimitero delle barche.

Logo SitoVi invito davvero a scoprire ogni angolo, ogni insenatura di questa zona unica; passeggiando di sera abbiamo trovato presso LOCQUENIN un’ altra casetta di ostricoltori (NOHIC) immersa nel fiume, mentre con la bassa marea si scoprono i filari di ostriche e le persone si cimentano nella “peche a pied”.       A Locquenin ci sono resti gallo-romani di Manè -Vechen.

L’ indomani decidiamo di andare ad esplorare la  vicina PENISOLA DI GAVRES, percorrendo una lunga strada dritta, la D158, che costeggia un’ altrettanto lunga spiaggia di sabbia fine, una zona assolutamente selvaggia. 

Un primo parcheggio misto sulla D158 e su spiaggia Gps 47°41’05.6″N 3°16’56.4″W – questo il secondo Gps 47°41’32.1″N 3°18’35.4″W

 Tutta la zona è molto bella: un sentiero vi farà scoprire tutta la costa tra bunkers, scogliere, spiaggette di sabbia bianca e fine, le piccole casette bianche con le persiane blu, le ortensie …..questa è la Bretagna !!

AREA SOSTA fronte spiaggia su erba – Rue des Filets Blues – Gavres – a pagamento 6,50-8,80 – Gps 47°41’42.5″N 3°21’03.7″W – chiusa in luglio e agosto ma sono a disposizione due campeggi : de JONCS euro 9,50 oppure DE LA LANDE euro 10.

Logo SitoQuesti sono i posti che piacciono a noi, così selvaggi, così veri, dove ti senti un tutt’ uno con la natura, con l’ oceano, dove la tavolozza dei colori cambia in continuazione,  tra fiumi blu, foreste verdi e rive di sabbia dorata.

E la vacanza continua  verso PORT LOUIS, .una cittadina fortificata su una penisola sull’ estuario del fiume Blavet, di fronte alla città di Lorient. 

La cittadella è una opera difensiva a forma di triangolo dove al suo interno cannoni sono rimasti intatti; essa  ospita il Museo della Marina.

AREA SOSTA MUNICIPALE – Avenue de la Cote Rouge,  Port Louis – A pagamento euro 7-11  con carta bancaria – servizi ed elettricità gratuiti – accesso a spiaggia – Gps 47°42’31.1″N 3°20’36.8″

AREA DES REMPARTS – Prom. Henri Francois Buffet,  Port Louis – a pagamento 11 euro con carta bancaria – servizi ed elettricità gratuiti – a fianco campeggio municipale – Gps 47°42’17.8″N 3°21’21.6″W

Camping Municipal des Remparts – Rue des Récollets PORT LOUIS – tél. : 02 97 82 47 16 – Situato vicino alla spiaggia e alla cittadella di Port Louis. Campeggio familiare, tranquillo e rilassante, vicino al centro della città – Aperto Dal 15/06/2017 al 03/09/2017 – Gps 47°42’21.3″N 3°21’24.0″W

Superiamo la cittadina di Lorient e riprendiamo il lungo mare dove ritroviamo incredibili sfumature nonostante il cielo minaccioso, da Fort Bloquè verso GUIDEL PLAGE.         Anche qui non manca nulla: una serie di spiagge da sogno, le scogliere, i sentieri fioriti. l’ oceano, i bunker della guerra, gli stagni salati ….cosa chiedere di più? Forse un po’ di sole.


PARCHEGGI GRATUITI per camper tutto lungo la costa NO SERVIZI- primo a 250 m. dalla spiaggia Gps 47°45’01.6″N 3°30’21.0″W – secondo Parking 12 posti – Gps 47°45’23.6″N 3°30’54.5″W  e ancora Gps 47°45’29.5″N 3°31’11.5″W 

Ci sono anche due campeggi – CAMPING DE LA PLAGE (Gps 47°44’31.9″N 3°30’03.9″W) e CAMPING PEN ER MALO ( Gps 47°44’47.3″N 3°30’11.5″W)

Cosa ne dite di questo inizio di Bretagna? Non ci sono parole vero per descriverla!!  Ma molto c’ è ancora da vedere …..e la magia continua nei prossimi diari.

Ecco una mappa interattiva del percorso sopra descritto:

AVVERTENZE :
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.