Le possibili soste in camper in Portogallo

Logo SitoIn questo articolo esaminiamo quali sono le possibili soste in camper in Portogallo: le aree, la sosta libera  e come sono i campeggi.

La sosta libera fino alla fine del 2020 era generalmente ben tollerata e senza particolari problemi segnalati. Ovviamente sempre antifurto, mai cose preziose in vista, non isolati, ma come d’ altronde anche in Italia o in altri Paesi.

Chi desidera visitare il Portogallo in camper deve sapere però che la sosta libera è soggetta ad una legislazione recentemente aggiornata dall’ inizo 2021.     In poche parole in Portogallo è vietato restare all’interno di un camper parcheggiato se questo si trova al di fuori delle aree di sosta espressamente autorizzate.

Ovvero lo si può parcheggiare per andare al ristorante, ma dopo cena lo si deve spostare per andare verso un campeggio o un’area attrezzata. Non perché si corrono dei pericoli nel visitare il Portogallo in camper, anche perché è il paese più sicuro d’Europa, e merita una sosta.

Il divieto di permanenza all’intero di un camper o simile è inserito nel nuovo Decreto Legge n° 102-B/2020 entrato in vigore il 9 gennaio 2021:

-sono vietati il ​​pernottamento e la sosta dei camper o simili al di fuori dai luoghi espressamente autorizzati a tal fine
–sono vietate la sosta o il parcheggio di veicoli che occupano uno spazio superiore al perimetro del parcheggio
–con la dicitura camper o simili si intende un veicolo attrezzato per l’abitazione e il soggiorno. che sia classificato come “autocaravan”, “mezzo speciale”, “camper” o “roulotte”  dalla Motorizzazione del paese di immatricolazione
–per pernottamento si intende che un camper o simile, sia in sosta con occupanti al suo interno, tra le 21:00 e le 7:00

Infrangere il decreto legge costa caro. Normalmente le multe vanno dai 60 ai 300 euro. Ma se l’infrazione avviene all’interno di un parco naturale o di un’area di “Natura 2000” le sanzioni salgono dai 120 ai 600 euro. Ricordiamo che è usanza delle forze dell’ordine portoghesi predisporre il pagamento immediato della multa, anche con l’utilizzo di carte di credito.

Fatto sta che nel frattempo le due federazioni portoghesi, portavoce della categoria dei camperisti, hanno presentato congiuntamente un ricorso e staremo a vedere se ci saranno dei cambiamenti in merito.

L’ Algarve, maggiormente turistica, rimane la zona soprattutto nel periodo estivo con più controlli e quindi anche spesso con allontanamento forzato da parte della polizia.        Nel periodo di bassa stagione le limitazioni diminuiscono sensibilmente.                                                                  

E’ invece da sempre tassativamente vietato il pernottamento nei parchi naturali.

Le aree sosta, che scarseggiavano sino a poco tempo fa, iniziano anche qua poco a poco ad aumentare, anche se molte sono poco più di un parcheggio, spesso su sterrato.         Potrete trovare aree sosta  sprovviste di servizi  ma altre aree invece ben attrezzate, anche con docce e lavanderia.    I prezzi delle aree sono piuttosto bassi e a volte risultano anche gratuite.

In Portogallo fate attenzione ai rifornimenti idrici alle fontane pubbliche, in quanto spesso si tratta di acqua non potabile, comunque sempre segnalate. Disponibili, a basso prezzo, taniche da 5 lt, di acqua minerale naturale.

I campeggi di alto livello non sono molti, anche qui l’ Algarve è la zona più attrezzata ma anche la più costosa.      Comunque ne trovate in tutta la costa (anche se non sempre vicino al mare) con prezzi simili ai nostri in alta stagione, che si abbassano inevitabilmente in quella bassa. 

foto di Paolo Basso

Le prese elettriche.

In molti campeggi in Spagna si usa la stessa presa di corrente italiana, ma in alcuni casi potrebbe essere richiesta la presa SHUKO che potete reperire direttamente sul posto, ma visto che viene usata anche in altri stati Europei vi consiglierei di procurarvela già in italia e di portarla sempre con voi.

Se avete trovato interessante questo articolo lasciate pure un commento sottostante e potete anche condividerlo nel vostro profilo facebook o con i vostri amici.

Logo Sito

4 pensieri su “Le possibili soste in camper in Portogallo

  1. Enzo

    Buongiorno, io e mia moglie siamo camperisti da poco tempo e purtroppo mia moglie è disabile abbiamo un camper fatto su misura per lei. Quello che vorrei sapere in Portogallo si puo utilizzare il contrassegno disabili per parcheggiare? Ci sono problemi parcheggiare con un camper nei posti disabili?
    Distinti Saluti

    Enzo

    1. camper_admin Autore articolo

      ciao anche io ho il tagliando invalidi e lo uso spesso nei parcheggi x invalidi – per la sosta notturna però dipende dalle zone – in Portogallo da gennaio sono cambiate le regole di sosta come avrai letto nell’ articolo – è una legge nuova bisogna capire ancora come si comporteranno – al solito a luglio ed agosto ci sono sempre più controlli – in altri mesi sono più tolleranti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.