Colle del Moncenisio e Tunnel Frejus

Logo SitoIl Colle del Moncenisio in camper e il Tunnel del Frejus sono due percorsi maggiormente seguiti in camper per raggiungere soprattutto il centro-nord della vicina Francia.   

Geograficamente il Colle del Moncenisio si trova già in territorio francese; situato sulla via Francigena era attraversato dagli eserciti, dai nobili, dai pellegrini e dai mercanti per entrare o uscire dalla Francia.

Dopo aver fatto un tratto di tangenziale intorno alla città di Torino si può prendere proprio lo svincolo a destra che indica la E70 o FREJUS, per fermarsi poco dopo al casello con un costo di euro 1,50.   Il consiglio è di proseguire sino all’ uscita AVIGLIANA OVEST, evitando così dopo 1000 m. un ulteriore casello e una ulteriore spesa, ma proseguendo lungo la provinciale SP24.

Ad AVIGLIANA, se volete fare una tappa, trovate una buona AREA SOSTA – Via Giovanni Suppo, 21 – Piazzale Grande Torino – 12 piazzole su asfalto – costo 10 euro – 1 Camper Service automatico – 12 prese energia elettrica con pagamento a consumo – completamente recintata, illuminata e videosorvegliata – per qualunque necessità – potete telefonare al 339-7206439 – Gps 45°04’23.8″N 7°23’25.3″E

Logo SitoQuesta area è a poca distanza dal Parco Naturale dei Laghi. A chi piace c’ è la possibilità di pescare o andare in canoa. Al lago Piccolo troverete una area pic-nic, possibilità di barbecue, un bar e servizi igienici.  Nel lago Grande c’ è la possibilità di balneazione.   E ancora con una breve passeggiata di circa 1 km potete raggiungere il centro storico della cittadina.

Se amate la birra perchè non andare al BIRRIFICIO LAVAL, Piazza del Popolo 2 Avigliana, dove potrete degustare dell’ ottima birra artigianale, 100%, prodotta con materie di alta qualità, che si accompagna al cibo di qualità ed ai prodotti del territorio. 

Nelle vicinanze da visitare c’ è poi la bella SACRA DI SAN MICHELE,  un’antichissima abbazia costruita tra il 983 e il 987, simbolo della Regione Piemonte e luogo che ha ispirato lo scrittore Umberto Eco per il best-seller Il nome della Rosa. Turisti, pellegrini e fedeli vengono in questo luogo da tutta Europa sia per il valore storico e spirituale, ma anche per il paesaggio che la circonda. L’ accesso è possibile anche per le persone disabili in quanto è dotata di passerelle e ascensori.   Per ulteriori info consultate il seguente link https://sacradisanmichele.com/it/

In estate c’ è una navetta che parte dal paese – In vigore dal 01/04 al 31/10 – Sabato, Domenica e Festivi – Non è consentito l’accesso agli animali di qualunque taglia. –  per info consultate il seguente pdf con orari – http://www.tincar.it/temp/AviglianaLaghi/img/Navetta.pdf

Seconda AREA CAMPER DORA RIPARIA – anche in Via dei Testa circa nr.37 –  Avigliana – per il solo camper service viene consigliato di scegliere questa area –  ACCESSO ADATTO PER CAMPER > 7.5m – 20 piazzole – 30m da centri commerciali, bar, tavola calda, McDonald’s – Gps 45°05’17.6″N 7°24’24.9″E

Spero non ne abbiate mai bisogno ma se fosse vi segnalo ad Avigliana, Corso Torino, 6/O, ALEX CAMPER (Telefono: 338 740 4667), una officina riparazioni camper di Alessandro Signori, un vero amico dei camperisti; qui trovate professionalità, cortesia e buoni prezzi.

Una decina di km più avanti, soprattutto se passate in settimana in quanto nei weekend è molto frequentato, vi consiglio un ‘ altra sosta presso il PARCO DEL GRAVIO (Borgata Poisatto 68 Condove), distante dal centro abitato 800 metri e adiacente parco avventura e rafting.   COSTO 10 EURO Da marzo a ottobre, il parcheggio è a pagamento nei giorni di sabato e domenica.– solo 8 posti – SERVIZI compresi anche elettricità – bar e tavoli pic nic – 30 barbecue – nel verde vicino a un torrente – Gps 45°07’00.6″N 7°17’44.0″E

Dopo 8 km  AREA SOSTA VILLAR FOCCHIARDO – Via Fratta, 15,  Villar Focchiardo TO – piccola ma curata – nel verde – Recintata e illuminata è dotata anche di pozzetto di scarico per cassette, di pozzetto e di due rubinetti – 10 euro – elettricità 3 euro – Gps 45°06’47.6″N 7°13’25.7″E  Non arrivate dal paese alcune strade sono strette – arrivate dalla SP24 via Antica di Francia girate in via fratta quando trovate le indicazioni dell’ area.

Logo SitoMa proseguiamo per una quindicina di km sino alla cittadina di SUSA prima di salire verso il Passo.  Una città antica, con un importante passato celtico e romano, che nonostante le sue piccole dimensioni, vanta un numero incredibile di edifici e luoghi di interesse storico, culturale e archeologico: Arco di Augusto, Castello della Contessa Adelaide, Anfiteatro Romano, Cattedrale di San Giusto, Porta Savoia, Chiesa del Ponte, Acquedotto Romano, Altare celtico.

AREA SOSTA COMUNALE – Via Luciano Couvert Susa – 7 euro – servizi gratuiti – Gps 45° 8′ 20″ N 7° 3′ 14″ E

Riprendiamo la  SS25 e si inizia a salire verso il Colle del Moncenisio; il lato italiano devo dire sale molto, con diverse curve e senza possibilità di sosta lungo il percorso, al contrario del lato francese molto più dolce.   Dopo circa 20 km eccoci al confine per proseguire poi sulla D1006 per un’ altra decina di km verso il lago, affrontando i tornanti più impegnativi, ma arrivati in cima lo spettacolo è davvero unico, soprattutto in una bella giornata di sole.

Logo SitoInizio lago si vede subito la grande diga nei pressi della quale è anche possibile sostare.   Come vedete c’ è un sentiero che permette di fare una bellissima passeggiata intorno al lago e dove potrete ammirarne tutte le sfumature, circondati dai colori della fioritura e dai fischi delle marmotte.  In totale credo siano 17 km possibili da fare anche in bici calcolando però che per buona parte sono su sterrato a volte anche sconnesso.

Poco più avanti ecco inconfondibile una grande piramide costruita insieme alla diga in omaggio alla campagna in Egitto di Napoleone, al suo interno si trova una chiesa ed un museo.  A finco d’ essa ci sono alcuni parcheggi, tavoli pic-nic, due ristoranti, un bar e una rivendita pane, dolci, formaggi e salumi.

In alcune foto vedrete un po di nebbia dovuta allo sbalzo tra le temperature notturne e quelle diurne; di notte copertina e a volte si accende anche la stufa !

I camper solitamente sostano proprio fronte lago scendendo  in direzione del Rifugio Toet per una stradina sulla sinistra subito dopo la piramide.   Riuscite a vedervi qua sdraiati su una copertina nel prato a leggere un bel libro in totale relax?  E alla sera guardando il cielo vi sembrerà di toccare le stelle con un dito.  Gps 45°14’42.3″N 6°55’55.2″E

Tra le varie escursioni possibili ci sono quelle verso i tanti Forti costruiti in questo punto strategico, ma che caddero velocemente in disuso con il tempo, infatti già all’epoca della seconda guerra mondiale non risultavano più in funzione se non in alcuni casi come deposito e magazzino.    Oggi si sta cominciando a recuperarli e a metterli in sicurezza per le visite degli escursionisti, comunque quello meglio tenuto è il FORT DE RONCE; il sentiero inizia proprio dove c’è la piramide, dall’altra parte della strada, è ben segnalato e si arriva in una oretta.

Mucche al pascolo

In questi alpeggi si produce davvero dell’ ottimo formaggio, infatti noterete gironzolando per il colle diverse mucche pascolare liberamente indisturbate. Si producono delle ottime tome, il Beaufort definito spesso anche ‘il principe dei Gruyères’, il cremoso Roblochon, dell’ ottimo burro, ma soprattutto il famoso BLEU del Moncenisio la cui pasta è morbida e fondente, di colore avorio con cavità riempite di blu.

Ma dove acquistare tali bontà? Ebbene riprendendo la strada D1006 superato il lago, si inizia a scendere e subito dopo sulla sinistra ecco una vecchia  costruzione dalle persiane blu “ La Musette du Berger” Fromagerie du Mont Cenis dove è d’ obbligo fermarsi.   Gps 45°16’02.3″N 6°53’52.3″E

Proseguendo la strada in questo versante francese come detto è davvero piacevole da fare e dolce la discesa.

Il primo paese che si incontra dopo circa 10 km è Lanslebourg-Mont-Cenis (oggi conglobata con altri 4 comuni nel nome VAL-CENIS); rimanendo sulla statale alla vostra sinistra c’ è un comodo PUNTO SERVICE con carico-scarico – Gps 45°17’04.2″N 6°52’17.4″E

Logo SitoProseguendo per venti km prima di Modane sulla destra imponenti si scorgono i FORTI D’ ESSEILLON, una serie di cinque fortificazioni costruite su uno sperone roccioso per proteggere il Piemonte da una eventuale invasione francese. 

In realtà sono comprende quattro forti e una ridotta, che portano i nomi di membri della famiglia dei Savoia. La RIDOTTA MARIA TERESA sorge sul versante sinistro della spettacolare Gola dell’ Arc; è un’ opera nata come sbarramento della strada Reale del Moncenisio.

A poca distanza dal forte Carlo Felice in direzione Aussoix, sì può visitare il cimitero militare sardo, sconsacrato nel 1876, formato da tre cappelle semicircolari addossate su un lato del muro di recinzione. – Nell’ area limitrofa al Forte Vittorio Emanuele e al Forte Carlo Felice ci sono molti casolari, recentemente restaurati e abitati, sono le caserme ufficiali, genio, pompieri, ecc. La visita è gratuita e mi raccomando scarpe comode.  Gps 45°12’28.1″N 6°44’11.4″E

Ci sono due percorsi,quello un po’ più avventuroso vi condurrà al ponte di ferro, possibilità di vivere l’esperienza della carrucola che vi permette di attraversare il canyon bellissimo.

Inoltre a fianco si trova il PARCOBRANCH DU DIABLE, il più grande percorso avventura forestale della Savoia.

Sempre proseguendo sulla D1006 vi segnalo questa area semplice ma che potrebbe essere utile per una pausa.   AREA SOSTA a LA CHAMBRE – Grande Rue (D76) – GRATUITA con servizi a pagamento – prato davanti con tavoli pic-nic e un barbecue – a pochi metri ottima Cooperativa dove comprare buon formaggio – Gps 45°21’45.5″N 6°17’49.4″E.

Cinquanta km dopo c’ è un delizioso borgo antico che vi consiglio di visitare CONFLANS (Albertville)  Importante per la Grande-Place fiorita, al centro della quale si trova una fontana; la Maison Rouge (Casa Rossa), bell’edificio in mattoni del XIV secolo oggi sede del Museo di Etnografia e Storia; la via principale, con abitazioni dalle facciate ornate di insegne in ferro battuto; la chiesa barocca, con il bel giardino protetto dalla torre Sarrazine.    AREA SOSTA  GRATUITA – servizi gratuiti – Gps N 45°40’26” E 6°23’50”

Ora vi segnaliamo altre possibili soste nel tragitto fino a CHAMBERY, sempre percorrendo la D1006.

Ad esempio a SAINT-PIERRE-D’ ALBIGNY – 230 Rue du Marais Sandre – PARCHEGGIO GIORNO-NOTTE – 10 posti – presso il laghetto di Carouge con zona balneabile sorvegliata – tavoli pic-nic barbecue e giochi bimbi – si paga solo la sosta diurna 3 euro fino alle ore 19 – Gps 45°33’22.0″N 6°10’10.0″E   Se preferite c’ è anche un piccolo CAMPING DU LAC DE CAROUGE con piscina – Gps 45°33’32.4″N 6°10’09.9″E

Riprendendo la D1006 prima di Chambery ecco un altra possibilità di sosta dove noi a volte ci fermiamo magari solo per pranzo. 

Un altro campeggio adeguato per una sosta di passaggio è nei pressi del laghetto DI SAINT ANDRE’  ed è il CAMPING LA FERME DU LAC – vi accoglie in un ambiente tranquillo, verdeggiante e ombreggiato e in un’atmosfera familiare – dal 15 aprile al 15 settembre – piscina riscaldata – pista ciclabile dal Lac St André (300 m dal campeggio) al Lac du Bourget (situato a 25 km dal campeggio) – possibilità di pesca – Gps 45°29’45.6″N 5°59’38.0″E

PARKING CAMPER A CHALLES LES EAUX – E’ solo un Parking gratuito per camper senza servizi, nei pressi di un laghetto con parco giochi x i bambini – potete fare una passeggiata con il vostro cane — Gps 45°33’22.6″N 5°58’40.7″E

Piazzola Campeggio

Challes-les-Eaux è un accogliente centro termale e turistico, con un casinò, un castello del XV secolo, un centro di volo a vela e un lago.  Qua si può venire e fare il pieno di salute e forma fisica. 

Quindi se preferite c’ è un buon campeggio – a 5 chilometri dal centro di Chambery raggiungibile in bici in 20 minuti – CAMPING MUNICIPAL LE SAVOY – Avenue du Parc 119 – Challes Les Eaux – a 5 minuti dalle Terme – ampie piazzole con acqua ed elettricità – molto ben attrezzato (lavatrice, asciugatrice, ferro da stiro, microonde, forno elttrico ecc) – aperto tutto l’ anno – Gps 45° 33′ 5″ N 5° 59′ 3″ E

 Ormai siamo nei pressi di Chambery e del LAGO DI BOURGET, il più grande lago naturale della Francia, uno spazio naturale unico con le montagne che calano a picco nell’acqua dai colori turchesi. 

AREA SOSTA CAMPING CAR PARK del circuito PASS ETAPES quindi con (card per entrareche si può fare anche all’ ingresso) – Rue des Goelands 5 – a pagamento euro 14,00 compreso servizi, elettricità e wifi – ombreggiata – Gps 45°41’47.6″N 5°53’19.8″E    Terreno poco adatto in certi punti se piove o in inverno.
Basta attraversare la strada e si è su un grande prato dove potersi rilassare fronte lago, con una bella passeggiata alberata, con giochi per i bambini e bar, ciclabile. In questa zona non ci si può bagnare. 

Se preferite invece un campeggio sul lago di Bourget c’ è il Campeggio L’ ILE AUX CYGNES – 501 Boulevard Ernest Coudurier,  Le Bourget-du-Lac – Aperto da Aprile a Ottobre – piazzole ombreggiate – con piccola spiaggia privata                        Oppure  ancora AREA SOSTA vicina all’ ingresso camping – Sentier du Camping, Le Bourget du Lac – a pagamento 7,20/13,50 euro – servizi 2 euro – centro 500 m. – Gps 45°39’11.5″N 5°51’47.4″E

Logo SitoNei pressi del lago mi sento di consigliarvi di visitare un delizioso villaggio CHANAZ, sulle rive del canale Savieres, che mette in comunicazione il lago di Bourget con il fiume Rodano.   Per raggiungerlo vi consigliamo di costeggiare il lago dal lato est, dopo Aix Les Bains, sulla statale D991.

Passeggiando scoprite le botteghe di artigiani, ristoranti lungo il corso dell’ acqua, un’ antica torrefazione e il mulino costruito nel 1868 con i suoi prodotti (è possibile assistere all’estrazione di olio di noce o nocciola).   Inoltre è possibile affittare un battello elettrico o fare una gita sul più grande Bateau-canal attraverso la chiusa, e ancora prendere la bicicletta per seguire uno dei tanti percorsi possibili.

Parcheggio misto a pagamento diurno 6 euro dalle ore 9 alle ore 19 – Gps 45°48’47.0″N 5°47’16.1″E – nei giorni festivi molto affollato arrivare presto o alla sera.

Campeggio Municipale comodo con belle piazzole – Chemin de Cavettaz,  Chanaz – carico e scarico fuori dal Camping a disposizione di tutti i camper – per gettoni reception campeggio – Gps 45°48’41.0″N 5°47’21.3″E – Buon ristorante di fronte.

Una ultima indicazione di sosta se, invece di andare verso il lago di Bourget, superate Chambery verso Lione trovate il LAGO DI AIGUEBELETTE, dove nel PARKING N.3 è possibile sostare col camper.  Gps 45°34’31.6″N 5°48’01.9″E

E’ un lago naturale e il suo nome significa “belle piccole acque”, con una parte balneabile; il panorama offre una cornice di boschi che degradano a riva, il colore smeraldo, un grande silenzio, tra il verde qualche chiesina savoiarda.

CAMPING BELLEVUE – Chemin de Lavy – Saint-Alban-de-Montbel – Aperto da metà aprile a metà settembre – cani ammessi – fronte lago  – spiaggetta -. parco giochi bimbi – Gps 45°33’19.4″N 5°47’31.2″E      http://bellevuecamping.com/

CAMPING PEUPLIERS – Route d’Aiguebelette-le-Lac, Lépin-le-Lac – aperto da1 aprile a 1 ottobre – Adagiato sulle sponde del lago Aiguebelette, nel cuore delle montagne della Savoia, il campeggio Les Peupliers vi accoglie in un territorio con 154 piazzole e 2 chalet. Questo campeggio dall’atmosfera familiare, gestito dalla stessa famiglia da 60 anni, ha accesso diretto al lago per la gioia di grandi e piccini – Paese a 3 km – cani ammessi – Gps 45°32’16.7″N 5°47’58.1″E Cliccate il link x ulteriori info http://www.camping-lespeupliers.net/fr/accueil-sp7.php

Logo SitoDa qui ora potete proseguire o attraversando in centro la Francia oppure puntare verso il nord, Parigi, Normandia o Bretagna.   Noi avendo tempo solitamente proseguiamo su statali e spesso usiamo le nazionali indicate con la N, essa a tratti possono divenire anche a 4 corsie quindi scorrevoli, o ancora mettendo le opzioni del Navigatore o di Google Maps su SI AUTOSTRADE ma NO PEDAGGI, ecco che così si possonoi percorrere anche tutte quelle autostrade gratuite che verso nord sono davvero molte.

Tenete comunque presente che la strada del Colle proprio il tratto dal confine italiano e del Lago viene chiuso in inverno solitamente da NOVEMBRE a META’ MAGGIO 

MA SE INVECE DI FARE STATALI E IL COLLE DEL MONCENISIO VOLESSIMO PASSARE DAL TUNNEL DEL FREJUS ?  Magari proprio nel periodo invernale ?

Anche questo è un percorso che facciamo spesso in quanto comodo, veloce e che non troviamo poi così esoso se calcoliamo il tempo e le curve risparmiate soprattutto per superare le Alpi.

Per attraversare il Tunnel da Torino potete sempre fare la tangenziale intorno a alla città e poi entrare nello svincolo con indicazione proprio verso Bardonecchia e il FREJUS, imboccando la autostrada E70 per giungere al Tunnel dopo circa 85 km (costo intorno ai 16 euro)

Tutti i camper entro i 35 q.di qualsiasi altezza  passano come classe due e dal lato italiano il pedaggio è di euro 64,50. (anno 2022)     Se fate un viaggio breve e rientrate entro le ore 24:00 del settimo giorno dopo quello dell’emissione biglietto il costo Andata e Ritorno è di euro 81,10                            Abbonamento 8 transiti validità 2 anni: € 204,30

In questo tratto se arrivate da lontano e volete sostare prima di entrare nel Tunnel potete seguire le indicazioni già date sopra verso il Colle.     Una ulteriore sosta invece che trovate verso la fine dell’ autostrada è a BARDONECCHIA.

AREA ATTREZZATA X CAMPER presso il Campeggio Valle Stretta in località Pian del Colle.  (Bardonecchia) – A partire da metà giugno fino a metà settembre e da Natale a Pasqua è presente una navetta gratuita che collega l’area camper al paese ed alle piste da sci; si tratta della Linea 3 Melezet – Pian del Colle – Rifornimento acqua potabile, camper service scarico acque grigie e nere, collegamento elettricità – COSTO 15 EURO – .Gps      Oppure c’ è a fianco il CAMPING VALLE STRETTA 

Logo SitoTerminato il Tunnel potete decidere se magari uscire a Modane e continuare sulla statale D1006 indicata sopra, oppure fare ancora un tratto di autostrada A43  magari fino dopo Chambery e Lione (circa 200 km costo intorno ai 20 euro) proprio per evitare il caos di quest’ ultima grande città, proseguendo poi sulle comode statali o Nazionali.

Speriamo che anche questo nostro articolo vi possa essere di aiuto per programmare il vostro percorso vacanze.

UNA NOTA – Il piacere di condividere con gli altri le nostre esperienze mi ha spinto a scrivere i nostri diari di viaggio e i consigli; se avete apprezzato il mio lavoro e può esservi stato utile, visto che oltre a tutto il mio caffèimpegno  il blog ha un costo annuale in continuo aumento, ringraziandovi anticipatamente, se volete potete sostenermi offrendomi anche solo un caffè cliccando il seguente link : https://www.camperviaggiareinsieme.it/contatti

Logo Sito

 

8 pensieri su “Colle del Moncenisio e Tunnel Frejus

  1. Lia De Togni

    Non so ancora cosa faremo questa estate io e Gianfranco, tutto dipende dalla mia salute, però sto pensando che potrei godermi un po di fresco in queste zone che non abbiamo ancora esplorato. Grazie per l’itinerario minuzioso che mi sarà molto utile. Apprezzo da anni i tuoi programmi Manuela e l’anno scorso avevo fotocopiato alcuni spunti per la Bretagna e Normandia nonostante ci fui già stata molti anni fa. Purtroppo l’estate scorsa è saltato il viaggio tanto desiderato dopo la pandemia. Ora sono stata operata e spero tanto di godermi anch’io un po di serenità. Grazie per quello che fai insieme ai tuoi collaboratori. Un caro saluto nella speranza un giorno di poterti incontrare.

  2. Roberta

    Ciao. Siamo camperisti da poco. Grazie per questa minuziosa descrizione. Solamente a vedere le foto mi sono innamorata di quei posti. Archivio l’articolo nella speranza di poterlo utilizzare a breve. Buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.