Centro Valle della Loira in camper

Logo SitoIl Centro Valle della Loira in camper in Francia è una zona che viene spesso percorsa per diversi motivi: per visitare i suoi meravigliosi castelli, per i suoi parchi e giardini, per i suoi 900 km di piste ciclabili, per i suoi pregiati vini, per la sua storia e per il ricco patrimonio delle città.   E per questo potrete leggere gli altri nostri diari di viaggio scritti in precedenza.

Ma la Loira è una regione che si attraversa semplicemente anche per raggiungere la Bretagna e la Normandia o per arrivare fin sulla Costa Atlantica.  Ecco in questo articolo vi raccontiamo un percorso diverso, fatto soprattutto di belle aree sosta, comode anche solo di passaggio (spesso gratuite), o di piccoli borghi che potrete scoprire lungo la strada, quasi inaspettati e altri luoghi che spesso sembrano usciti da un libro di fiabe.

Noi partendo da Torino per entrare in Francia ovviamente ci dirigiamo verso la valle di Susa, per proseguire poi o ancora su statale sino ad arrivare al Colle del Moncenisio (un po più impegnativo) oppure tramite il Tunnel del Frejus (al costo di circa 63 euro), più veloce e davvero molto comodo.   

Per ulteriori dettagli in merito alle varie possibilità di percorso verso il centro-nord della Francia vi invito a leggere il seguente articolo cliccando il link : https://www.camperviaggiareinsieme.it/quale-percorso-fare-verso-il-nord-della-francia

Inoltre altro diario utile è quello che tratta la Regione Rodano-Alpi, primo tratto dopo il confine, pertando cliccate questo altro link: https://www.camperviaggiareinsieme.it/la-regione-rodano-alpi-in-camper

Una prima piacevolissima sosta, nel dipartimento dell’Allier della regione dell’Alvernia-Rodano-Alpi, che noi utilizziamo spesso è a LURCY-LEVIS, presso il laghetto o Etang di Sezeaux, (in agosto nel fine settimana è più difficile trovare posto). Rue de Fontgroix, LURCY LEVIS (Alvernia) – GRATUITA – 10 posti – servizi con acqua con gettone da prendere in paese – possibilità di passeggiate tutto intorno al lago – giochi bambini – mini golf – in estate affitto pedalò – negozi 10 minuti a piedi – toilettes – Gps 46°44’16.4″N 2°56’18.9″E     Consigliato pranzare presso la brasserie del piccolo paese “Cafè de l’ Universe brasserie” di Eric e Christine.

Salendo di soli 30 km ecco APREMONT SUR ALLIER, un affascinante borgo medievale sulle rive del fiume Allier, non lontano dalla confluenza della Loira, tra i più belli di Francia. Sulle belle case adornate di fiori, tipiche del Berry, torreggia un castello, vestigia di una formidabile fortezza anglo-borgognona, appartenente dal 1722 alla stessa famiglia, in linea femminile.

PARKING CAMPER – appena inizio paese (non si può andare in centro col mezzo) – no servizi – possibilità pernottamento – Gps 46°54’27.7″N 3°02’45.7″E

Logo SitoCreato da Gilles de Brissac nel 1977, il Parc floral d’Apremont, classificato come “Giardino straordinario”, ti offre una passeggiata fuori dal tempo.

Una cascata che canta, aiuole traboccanti di fiori dai colori sgargianti, piccole case perfettamente integrate, alberi rari, parti esotiche, volte di glicini profumati conferiscono a questo parco il suo carattere magico.

Otto pannelli che raccontano il viaggio nel mondo dei “Pulcinelli” adornano l’interno del Belvedere. Sono opera della fabbrica di terracotta Montagnon di Nevers e hanno richiesto più di 10 anni di lavoro.

Dati di apertura  : dal 1 aprile al 2 ottobre – Biglietteria aperta tutti i giorni dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 18:30.

Ma compreso nel biglietto è possibile anche visitare le vicine scuderie, interamente pavimentate, che dispongono di 12 stalle sormontate dal nome di ogni cavallo, 3 box e un ampio capannone.

Queste scuderie ora ospitano una mostra annuale e una collezione unica di 9 carrozze trainate da cavalli del XIX secolo.   Attualmente era esposta una collezione di abiti da cerimonia meravigliosi.

Distante solo 50 km eccoci a BOURGES.  La cattedrale di Saint-Étienne è rinomata soprattutto per le sue belle vetrate e le sculture del portale centrale; le cappelle laterali, la cripta e tombe, e la torre nord sono visitabili.

Si può continuare la visita verso  il famoso palazzo Jacques-Coeur, edificio civile del XV secolo in stile gotico fiammeggiante visitabile anche all’ interno.   Passeggiate poi nel centro storico nelle viuzze lastricate contornate da circa 400 case a graticcio.

PARKING misto gratuito in  Rue du Pré Doulet – vicino una pista di pattinaggio e ad altro ampio parcheggio in un centro commerciale – acqua con carta di credito – direi poco ideale la notte – centro 2km – Gps 47° 4′ 59″ N 2° 22′ 59″ E

CAMPING ROBINSON – Boulevard de l’Industrie 26 – centro A 1,5 KM – Supermercato a 1 KM – Gps  47° 4′ 20″ N 2° 23′ 42″ E

Se invece proseguite di soli 15 km fuori città ecco un altro posticino tranquillo dove fare una sosta anche solo x la notte a MEHUN SUR YEVRE – Quai du Canal.       In pratica è un parcheggio sotto gli alberi con solo 6 posti fronte al canale de Berry, tavoli pic-nic , servizi (attualmente fuori uso) – panetteria a 200 m. – ciclabile. Gps 47°08’39.1″N 2°12’36.0″E
Se i posti non bastano c’ è chi si parcheggia dalla parte opposta del ponte in uno spiazzo sempre fronte canale.

 

Il paese per le sue radici nel Medioevo; prendetevi il tempo per passeggiare nei giardini del duca Jean de Berry attraverso il quale scorre il fiume Yèvre. Ammirate le maestose rovine del castello di Re Carlo VII. Continuate la vostra passeggiata per le vie acciottolate per scoprire la chiesa collegiata di Notre-Dame, e la torre dell’orologio.
Rinomato il Museo della porcellana e prendetevi il tempo x visitare Pillivuyt, la più grande fabbrica di porcellana in Francia, i cui prodotti sono esportati in tutto il mondo.                     Mercato medievale nel mese di luglio.

Se vi serve un’ altra sosta breve, (noi ad esempio l’ abbiamo già utilizzata 2 volte solo per pranzare) salendo di 50 km vi segnaliamo questa a VILLEFRANCHE SUR CHER – Avenue du Val du Cher – GRATUITA – tranquilla vicina al Canal du Berry – gettone x servizi presso panetteria, macelleria o birreria nelle vicinanze – tavoli pic-nic e giochi x bambini – ciclabile…….i miei cuccioli si sono fatti tante belle corse nel prato. Gps 47°17’30.6″N 1°46’04.3″E

Ancora circa 50 km ed ecco un’ altra AREA SOSTA che merita davvero a TOUR EN SOLOGNE – Rue de la Mairie (Vlle della Loira) – GRATUITA – toilette e lavandini – per servizi occorre gettone che si trova presso stazione di servizio, fornaio o il Comune – tanti prati intorno con panchine e tavoli pic-nic – Gps 47°32’15.3″N 1°30’00.5″E.    Vicino c’ è una bella chiesetta del XII secolo da visitare.

E poi combinazione al giovedi sera arriva un furgone per la pizza fatta con forno a legna – certo sono più care delle nostre e gli ingredienti molto diversi ma ci siamo lanciati ad assaggiar eil calzone e ve lo consiglio non era male. 

Logo SitoA soli 2 km dall’ area di sosta  è possibile visitare il CASTELLO DI VILLASAVIN, costruito da Jean le Breton, signore di Villandry e di Villesavin, segretario delle tasse sotto Francesco I e incaricato dal re di controllare la costruzione e il pagamento degli operai del castello di Chambord.    Dopo Jean le Breton, il castello ospiterà alcune grandi famiglie nobili.    Non dovete aspettarvi grandi stanze sontuose in quanto è una grande Villa che rispecchia la vita di tutti i giorni. Troverete anche una colombaia (simbolo del potere nel Rinascimento) e diverse carrozze.    PARCHEGGIO INTERNO – 47°32’49.3″N 1°30’50.1″E

Ma c’ è una bella sorpresa all’ interno del castello: il Museo de MARIAGE o matrimonio. Ci sono voluti più di 35 anni per riunire questa importante collezione di 1.500 oggetti, iniziata con l’acquisto dei globi che contengono gli ornamenti.

In questo museo scoprirai la ricostruzione dei momenti importanti delle nozze grazie a figure di cera. Dalla preparazione del corredo alla camera nuziale , rimarrai stupito dai costumi d’epoca, che vanno dal 1850 al 1950 .

Alle ragazze veniva fornito un corredo con vari oggetti di valore, con lenzuola, asciugamani e altra biancheria generalmente cucita e ricamata a mano.
La visita al museo termina con la sala dei globi , una sorta di trofeo, con le corone nuziali all’interno, tra cui oltre 350 modelli in mostra. Queste corone erano il simbolo dei desideri della madre per la coppia della figlia:
La foglia di quercia, simbolo della longevità della coppia, l’edera, l’attaccamento e la colomba, la pace della coppia.   Sono capolavori magnifici e merita vederli !!

Ecco un’ altra sosta piacevole e utile attraversando il Centro-Valle della Loira: SULLY SUR LOIRE, dominata dal suo castello, vera fortezza medievale, con le sue torri, il torrione, il camminamento interno delle antiche ronde e i fossati, costruito nel XIV secolo.

Il suo interno non è molto ammobiliato (noi non siamo entrati), troverete quadri e arazzi, ma anche una superba armatura del XIV secolo. Intorno al castello il piacevole parco alberato è ideale per stupende passeggiate.

COMODA AREA SOSTA GRATUITA – SERVIZI GRATUITI – a due passi dalla Loira e all’ inizio del parco che vi conduce al castello – Gps 47°46’16.1″N 2°23’02.2″E

Circa 60 km ed eccoci a MEUNG SUR LOIRE, cittadina con un ricco passato.  Il castello, situato accanto alla chiesa collegiale, era la residenza di campagna dei vescovi di Orléans. Sotto il castello ci sono sotterranei, una cappella e vari strumenti di tortura medievali, tra cui uno usato per la tortura dell’acqua. Una visita piacevole. 

AREA SOSTA GRATUITA – SERVIZI – ombreggiata – possibilità di ricarica bici elettriche – centro a 250 metri – giochi x bambini – piscina comunale di fronte – Gps 47° 49′ 23″ N 1° 41′ 54″ E

Siamo ormai nei pressi dei castelli più famosi come le Chateau de Chambord, di Blois o d’ Amboise che però noi abbiamo già visitato in precedenza e descritto in altri diari.             Pertanto percorriamo la D951 che vi consigliamo in quanto costeggia il fiume Loira e ci regala davvero dei bellissimi paesaggi ed è molto scorrevole.

A 2 km da Amboise ci colpisce una costruzione diversa e scopriamo che si tratta del PARC MINI-CHATEAUX.      E’ un parco a tema x tutta la famiglia, dove passaggiando scoprirete la riproduzione in miniatura di 45 castelli, mentre i vostri bambini si divertiranno anche alla guida di antiche mini-auto in un circuito, oppure cavalcando divertenti cavalli meccanici o saltando e rimbalzando nei percorsi dei gonfiabili adatti a tutti.    Comodo parcheggio con tavoli pic-nic Gps 47°23’33.9″N 1°00’13.5″E

Proseguendo di soli 5 km ecco un altro sito interessante: la PAGODA DI CHANTELOUP in un parco di 14 ettari. Il suo alto profilo di 44 metri si riflette nello specchio d’acqua a mezzaluna che si stende ai suoi piedi dove è possibile fare un giro in barca.     Invece  per godere della vista della Valle della Loira che offre, potete salire i suoi 149 scalini che vi condurranno fino in cima,un’architettura unica con i suoi sette piani costruiti in una cupola e montati con 16 colonne e 16 colonne.      Fu il primo ministro di Luigi XV, duca di Choiseul, che la fece costruire per ricevere i suoi illustri amici, infatti la gente veniva dai confini dell’ Europa per ammirarla.   Ingresso a pagamento dalle ore 10 alle ore 18 – fine marzo a novembre  

Troverete anche il piccolo giardino cinese di Fû Hsi, le cui panchine e le essenze orientali sono un vero e proprio invito al relax e alla meditazione.  Noi l’ abbiamo vista solo dall’ esterno ma c’ è un Parcheggio dedicato ai camper. Gps 47°23’29.1″N 0°58’45.3″E

Logo SitoNoi siamo sempre alla ricerca di piccoli villaggi caratteristici, infatti a 25 km ci fermiamo a CHEDIGNY definito il “villaggio giardino“.   Dovete sapere che il suo ex sindaco, Pierre Louault, e sua moglie, appassionati di rose antiche e giardini, desideravano da tempo rendere il villaggio più conviviale e attraente e ci sono riusciti.   

Lungo le case del borgo troverete diversi piccoli giardini dove è rigogliosa la rosa rampicante, pensate circa 1000 cespugli di rose di cui 270 specie diverse e più di 3000 piante perenni.     Si può visitare anche il Giardino del Presbiterio ricreato in modo identico a un giardino sacerdotale del XIX secolo, con alberi da frutto, piante officinali, un orto con verdure e una piccola aia.

Pensate che in luglio ed agosto, dal venerdi alla domenica, siete invitati da “Chez Jeanne”, dove assaggiare i prodotti locali quali salumi di paese e  formaggi di capra, frittate, frittelle , gelati e succhi di frutta naturali, e degustare i vini della Valle della Loira o la birra alla spiana locale, il tutto accompagnato da concerti musicali.

Invece l’ ultima settimana di maggio si tiene il “Festival delle rose” con numerosi vivaisti, artigiani legati all’ orto,  espositori, laboratori di artisti, gallerie espositive, pittori di strada.

COMODO PARKING MISTO vicino al paese con tavoli pic-nic Gps 47°12’31.9″N 0°59’48.6″E

Siamo a soli 10 km da LOCHES, la “CITTA’ REALE” che assolutamente bisogna visitare.   Ricca di storia nella parte alta potrete ammirare il mastio alto 36 metri che è uno dei meglio conservati di Francia, e poi la Torre di Sant’ Antonio, il castello, la Collegiata romanica che custodisce la tomba di Agnese Sorel, la porta Reale ecc. ecc.

Mentre passeggiate tra i negozi caratteristici alzate la testa e ammirate le insegne colorate scolpite a mano, sono davvero deliziose.

AREA CAMPER PARKING 2 – Avenue de la Gare,  Loches – Parcheggio gratuito – centro a 400 m. – Gps 47°07’58.9″N 1°00’00.8″E – CONSIGLIATO

CARICO-SCARICO – Rue Quintefol,  Loches – Acqua 3 euro – parcheggio piscina – Gps 47°07’20.7″N 1°00’06.8″E

PARKING 4 – Avenue des Bas Clos,  Loches – Parcheggio misto – centro a 500 m. – Gps 47°07’30.4″N 0°59’35.9″E

CAMPING LA CITTADELLE – Av. Aristide Briand,  Loches – Aperto: 8/4 – 6/10 – centro a 1 km – buone piazzole – Gps 47°07’21.7″N 1°00’07.6″E

Se si attraversa la Francia nel mese di luglio nella zona centrale solitamente si possono ammirare infiniti campi di girasole per diversi km. 

Proseguendo verso ovest a soli 20 km circa volendo c’ è un’ altra comoda sosta utile di passaggio in zona e precisamente a MANTHELAN .

AREA SOSTA GRATUITA  – Rue Nationale 61- servizi gratuiti – laghetto – area picnic – giochi x bambini – basket – un po in pendenza – Gps 47° 8′ 3″ N 0° 47′ 31″ E

Ci spostiamo di circa 100 km a DOUE’ LA FONTAINE tra Saumur e Angers. Molte le cose interessanti da visitare in zona:
1- il VILLAGGIO TROGLODITA DI ROCHEMENIER Parcheggio 47°13’56.3″N 0°17’36.8″W.    Assolutamente da non perdere, molto interessante scoprire queste abitazioni sotterranee costruite in questa roccia “il falun”, una spece di sabbia calcarea; sono visibili al pubblico due delle 40 fattorie che costituiscono il villaggio, composte da circa 20 sale (sarebbero 250 in totale) e una cappella, abbandonate all’ inizio del XX secolo. Oggetti, mobili, utensili e fotografie presentano la vita degli ultimi abitanti. 

2- MUSEO DEGLI ANTICHI MESTIERI – AUX ANCIENS COMMERCES – PARKING IN CHEMIN DU LAVOIR  –    Gps 47°11’50.0″N 0°17’58.7″W                           Aprendo le porte del museo ti ritroverai trasportato indietro nel tempo. Di finestra in finestra, scoprirai una ventina di negozi ricostruiti fedelmente, con mobili e merce. Gli oggetti qui presentati tracciano un secolo di scambi commerciali tra il 1850 e il 1950.

3- LA CAVE AUX SCULPTURE – 7 Rue de la Caverne, Dénezé-sous-Doué – è un enigma della storia: centinaia di personaggi scolpiti in un “troglo”
4- IL BIO-PARC – l’unico zoo troglodita al mondo ! 103 Rue de Cholet, Doué-la-Fontaine – oltre 1.500 animali hanno trovato un ambiente naturale eccezionale nel Bioparco, dedicato alla protezione delle specie in via di estinzione. Scavati nella roccia, i tunnel ti porteranno da un mondo all’altro. Un viaggio ricco di emozioni in un vero e proprio labirinto minerale e vegetale!

 

Proprio di fronte allo Zoo c’ è un bel parcheggio ombreggiato gratuito x i camper dove è anche possibile dormire –  Gps 47°11’27.9″N 0°18’01.2″W – i servizi li trovate nel parcheggio del Super U in paese.

5- A pochi passi c’ è anche il Roseto e la distilleria TERRE DE ROSE
Da qua anche a piedi si raggiungono molti dei posti segnalati.
Se volete potete prima passare dall’ ufficio del Turismo per avere depliant e ulteriori indicazioni – Gps 47°11’42.6″N 0°16’33.9″W . 

Si prosegue per circa 50 km per andare a visitare il PARCO ORIENTALE DI MAULEVRIER, il più grande giardino giapponese d’Europa, unico nel suo genere.

Logo SitoLa sua rigogliosa vegetazione riunisce quasi 600 specie, esotiche e lavorate secondo i codici paesaggistici giapponesi. Il fiume che lo attraversa ne costituisce la spina dorsale.     Regalatevi un momento di serenità con il piacere di passeggiare in queste distese verdeggianti, con alternanze di cascate,  sino alla vista del ponte rosso.          Da maggio a settembre scoprite anche la passeggiata notturna e i suoi “racconti giapponesi”, oltre alla visita diurna.

Nella parte alta del parco troverai un’incredibile collezione di bonsai. Ogni anno, il sito ospita la Mostra Nazionale Bonsai che riunisce i veri appassionati. Aperte anche una sala da tè e un’area ristorazione (attualmente solo da asporto). PARKING x CAMPER –  no servizi – Gps 47°00’25.1″N 0°44’38.6″W

Logo SitoEd ora puntiamo verso la costa atlantica per farvi conoscere un’ altra cosa molto particolare, ma prima se volete potete visitare NANTES, un’elegante città situata alla foce della Loira.    Il centro storico, dominato dall’imponente Castello dei duchi di Bretagna, che oggi ospita un museo dedicato alla storia della città, e dalla maestosa Cattedrale di San Pietro e Paolo, comprende diversi quartieri antichi. 

Potete andare al Talensac, il mercato più grande e famoso di Nantes, situato vicino al centro storico (chiuso il lunedi), e magari comprare delle gustose ostriche.  Se poi volete anche assaggiare dell’ ottimo vino Muscadet  andate all’ enoteca La Comédie des Vins”, nella centralissima Rue Suffren.

Per lo shopping invece bisogna andare al Passage Pommeraye è un elegante passaggio coperto adibito a galleria commerciale costruito nella metà dell’ 800 dove magari acquistare golosi cioccolatini e deliziosi macarons. 

Invece se poi volete divertire anche i vostri bambini dovete assolutamente andare a LE MACHINE DE L’ ILE, una attrazione unica sull’ isola di Nantes.   Qua si combinano i “mondi inventati” di Jules Verne, l’universo meccanico di Leonardo da Vinci e la storia industriale di Nantes nel fantastico scenario degli ex-cantieri navali. Le sculture del Grande Elefante, dei Mondi Marini o dell’Albero degli Aironi incanteranno i bambini. Potrete osservare i macchinisti mentre fanno funzionare le macchine, e se volete potrete sperimentare l’emozione di mettervi voi stessi ai comandi.     

Si consiglia x la visita di sostare al PARKING GLORIETTE – PETIT HOLLANDE Boulevard des Nations Unies – Nantes – fermata tram di fronte basta attraversare il ponte e si è arrivati (la domenica il tram è gratuito) – consigliato la domenica nei giorni lavorativi c’ è molto traffico – Gps 47°12’37.6″N 1°33’39.7″W

Per sapere dove altro sostare a NANTES vi invito a consultare il  seguente link:  https://metropole.nantes.fr/services/deplacements-stationnement/stationnement/stationner-camping-car-caravane#serviceTocEntry0

Noi stavolta abbiamo preferito proseguire direttamente, senza entrare nella città di Nantes, e dirigerci verso IL SERPENTONE CHE DANZA CON LE MAREE.      Peccato essere arrivati in una giornata uggiosa.

Logo SitoIl Serpent d’Océan è una straordinaria scultura in metallo collocata sulla spiaggia di Saint-Brevin-les-Pins, un piccolo comune francese situato al limite dell’estuario della Loira che poi si unisce all’Oceano Atlantico.

Si tratta di un’istallazione permanente che ritrae lo scheletro di un enorme serpente preistorico capace di giocare con le maree. Lo scheletro, interamente realizzato in alluminio, misura 130 metri di lunghezza e si presenta come uno scavo archeologico; un terrificante e immenso serpente che sembra emergere dai fondali marini.

Il movimento sinuoso delle sue vertebre crea l’illusione di una creatura vivente, come volesse sorgere dalle acque dell’oceano per apparire o sparire al ritmo della marea. Con il camper ci siamo fermati al PARKING IN PLACE BOUGAINVILLE – Gps 47°16’05.9″N 2°10’05.4″W 

Questa è una zona dove ci sono ci sono molti divieti camper e la sosta è regolamentata.  Comunque volendo in paese c’ è un PARCHEGGIO X CAMPERvicino al cimitero – Avenue de la Saulzaie 9 – SAINT BREVIN LES PINS – no servizi – gratuito di giorno – la notte euro 13-15 – supermercato vicino – Gps 47° 14′ 35″ N 2° 9′ 49″ W

 Da qui ora è possibile salire più a nord ed entrare in Bretagna facendo il Ponte Saint Nazaire; cercate all’ interno del blog i molti diari sempre dettagliati, divisi x zona, che vi accompagneranno alla scoperta di questa regione davvero unica.  Cliccate il seguente link: https://www.camperviaggiareinsieme.it/category/francia/la-bretagna

Oppure potete scendere verso sud lungo tutta la costa atlantica, alla scoperta dell’ Isola di Noirmoutier, l’ Isola de RE o dell’ isola d’ Oleron, andare alle Dune du Pylat , le dune più alte d’ Europa ecc ecc.  per i diari cliccate il seguente link: https://www.camperviaggiareinsieme.it/category/francia/la-costa-atlantica-e-le-lande 

Come sempre speriamo di esservi stati utili con i nostri racconti di viaggio. I vostri commenti per noi sono sempre molto utili e se volete potete anche condividere i nostri diari con i vostri amici.

AVVERTENZE:
I nostri diari raccontano viaggi fatti in diversi anni per cui le cose da noi menzionate nel tempo si sa possono cambiare: le soste gratuite possono diventare a pagamento, i prezzi possono aumentare, le aree di sosta possono cambiare gestione o chiudere, ed anche la qualità dei servizi può migliorare o divenire più scadente.    Anche in base al periodo le situazioni possono variare; alcune soste in libera possibili in inverno in estate piena stagione turistica potrebbero essere meno tollerate, o certi comuni possono porre divieti ai camper dove prima non c’ erano.

Logo Sito

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.